Lunedì, 02 Agosto 2021 16:50

Al 15 settembre i versamenti degli autonomi all'Inps

Slittano al 15 settembre, e senza maggiorazione, i versamenti delle somme risultanti dalla dichiarazione dei redditi e da quelle in materia di Irap e Iva per i contribuenti Isa. Con il messaggio n. 2731/2021 l’Inps recepisce le disposizioni dell’articolo 9-ter del decreto Sostegni-bis, introdotto dalla legge di conversione n. 106/2021 e chiarisce che le stesse disposizioni si applicano anche a coloro che beneficiano del regime forfetario, del regime di vantaggio per l'imprenditoria giovanile e ai lavoratori in mobilità ex articolo 27, comma 1, del D.L. n. 98/2011 o che presentano altre cause di esclusione dagli Isa come ad esempio inizio o cessazione attività. Beneficiano della proroga anche i soggetti che partecipano a società, associazioni e imprese rientranti nel regime per redditi prodotti in forma associata e per l'opzione della trasparenza fiscale.
L'Istituto specifica che entro il 15 settembre dovrà essere versato all’Istituto quanto dovuto a titolo di saldo per l’anno di imposta 2020 e di primo acconto per l’anno di imposta 2021.

Per gli iscritti alle Gestioni autonome speciali dell’Inps degli artigiani e dei commercianti, il termine di pagamento della prima rata dei contributi con scadenza originaria il 17 maggio - si legge nel messaggio - è fissato al 20 agosto, come già chiarito dalla circolare del 10 giugno 2021, n. 85.

Notizie correlate: Il decreto Sostegni bis è legge - Inps: tutte le scadenze contributive differite per Covid - Dichiarazione dei redditi e contributi Covid-19: istruzioni operative