Martedì, 03 Gennaio 2017 13:07

Nuovo modello per la voluntary disclosure

Approvato il nuovo modello per aderire alla voluntary disclosure, la procedura di collaborazione volontaria dopo la riapertura dei termini prevista dal dl n.193/2016. Il Direttore dell'Agenzia delle Entrate, Rossella Orlandi, ha infatti firmato il provvedimento con il quale si dà il via alle richieste di accesso alla collaborazione volontaria ai sensi dell’articolo 7 del decreto legge 22 ottobre 2016, n. 193, convertito, con modificazioni, dalla legge 1° dicembre 2016, n. 225.

Il modello è composto dalla sezione contenente i dati identificativi del soggetto richiedente, dai quadri per l’indicazione dei soggetti collegati, dei dati rilevanti per la determinazione degli investimenti e delle attività finanziarie costituiti o detenuti all’estero, di maggiori imponibili, imposte, ritenute, contributi e sanzioni ai fini delle imposte sui redditi e relative addizionali, ritenute, imposte sostitutive, Irap, Iva, Ivie e Ivafe.

Nella sezione "modelli" del sito www.agenziaentrate.gov.it è già disponibile il modello e le istruzioni per la compilazione. Questo, infatti, dovrà essere presentato esclusivamente in via telematica dai contribuenti abilitati a Entratel o Fisconline o dai soggetti incaricati alla trasmissione attraverso il software denominato "Richiesta di accesso alla procedura di collaborazione volontaria" disponibile su un canale che sarà comunicato dalla stessa Agenzia sul suo sito. Le richieste dovranno pervenire entro il 31 luglio 2017 e potranno essere modificate entro il 30 settembre 2017, barrando la casella “Istanza integrativa”.

A corredo del modello di presentazione ci dovrà essere una relazione di accompagnamento che dovrà contenere tutte le informazioni necessarie a ricostruire gli investimenti o le attività finanziarie detenute all’estero e a determinare i maggiori imponibili, oltre che dalla relativa documentazione. Sul sito dell'Agenzia delle Entrate anche le specifiche tecniche per l'invio della relazione di accompagnamento e della documentazione tramite posta certificata.

In attesa dell’apertura del canale telematico per l’invio del nuovo modello, è possibile inviare l’istanza di accesso alla nuova procedura di collaborazione volontaria utilizzando il “vecchio” modello di istanza approvato con Provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate n. 13193 del 30 gennaio 2015.

Notizie correlate: Tariffe Aci in GU - Equitalia, zero cartelle a Natale - CU 2017, pubblicate le bozze del modello