Venerdì, 11 Marzo 2022 11:07

I requisiti per Quota 102

Con la circolare n. 38 del 8 marzo 2022 l’Inps fornisce indicazioni sulla decorrenza del trattamento pensionistico, che scatta trascorsi tre mesi dalla data di maturazione dei requisiti per i lavoratori dipendenti da datori di lavoro diversi dalle pubbliche Amministrazioni e i lavoratori autonomi, e dopo sei mesi per i dipendenti delle Pubbliche Amministrazioni. Resta confermato il divieto di cumulo con i redditi da lavoro dipendente o autonomo, ad eccezione di quelli da lavoro autonomo occasionale nel limite dei 5.000 euro lordi annui. L’Istituto specifica, inoltre, che i lavoratori in possesso dei requisiti richiesti entro il 2022 possono conseguire il relativo trattamento pensionistico in qualsiasi momento e che il trattamento di fine servizio o di fine rapporto sarà pagabile decorsi 12 mesi dal raggiungimento del requisito anagrafico utile alla pensione di vecchiaia, ovvero dopo 24 mesi dal conseguimento teorico del requisito contributivo per la pensione anticipata.

 

Notizie correlate: Come valutare l’anticipo pensionistico - Riscatto laurea 2022: quando è conveniente? - Video-guida Inps sulle domande di pensione accolte