Venerdì, 28 Gennaio 2022 15:27

Agricoli, dichiarazione calamità entro il 25 febbraio

Il 25 febbraio 2022 è il termine ultimo per la trasmissione della dichiarazione di calamità da parte delle aziende che vogliano chiedere il "trascinamento delle giornate", beneficio previsto in favore dei lavoratori agricoli a tempo determinato che, nell’anno 2021, non hanno raggiunto il numero minimo di giornate di effettivo lavoro a causa di eventi eccezionali o calamità naturali. La scadenza è contenuta nella circolare Inps n. 11 del 25 gennaio 2022 che elenca gli adempimenti necessari per la richiesta di riconoscimento, ai fini previdenziali ed assistenziali,  di un numero di giornate necessarie al raggiungimento del numero di giornate lavorative effettivamente svolte presso gli stessi datori di lavoro nell’anno precedente a quello di fruizione dei benefici per gli interventi di prevenzione e compensazione dei danni per calamità naturali o eventi eccezionali di cui all’articolo 1, comma 3, del decreto legislativo 29 marzo 2004, n. 102. La trasmissione della dichiarazione, in via telematica, può essere effettuata direttamente o per il tramite degli intermediari autorizzati, avvalendosi dell’apposito servizio, denominato “Dichiarazione di calamità aziende agricole”, reperibile nella sezione “Prestazioni e servizi” del sito istituzionale www.inps.it.

Notizie correlate: Agricoli, ricalcolo contributi e premi ad aziende escluse - Esonero contributi agricoli, al via le domande - MISE, 5 mln per l’innovazione delle imprese agricole