Mercoledì, 30 Giugno 2021 11:20

Lavoro con minori: violazione obbligo certificato casellario giudiziale

L’art. 25 bis del D.P.R. n.313/2002, inserito dall’art. 2 D. Lgs. n. 39/2014, prevede l’obbligo di richiedere il certificato del casellario giudiziale per il datore di lavoro che assuma una persona per svolgere attività professionali o volontarie che comportino contatti diretti e regolari con minori. Il datore di lavoro che non adempie all'obbligo in questione è soggetto a una sanzione amministrativa pecuniaria da 10.000 a 15.000 euro. Sul tema interviene l’Ispettorato Nazionale del Lavoro, con la nota n. 967 del 17 giugno 2021, acquisito il parere del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali. L’INL ritiene che, nell’ipotesi in cui il datore di lavoro proceda ad assumere “contestualmente” più lavoratori in violazione di tali disposizioni, la sanzione vada irrogata una sola volta e che la pluralità di lavoratori coinvolti potrà rilevare unicamente quale elemento di valutazione della gravità del fatto, eventualmente in sede di adozione della successiva ordinanza ingiunzione.

Notizie correlate: Ok a rinnovo o proroga contratti a termine in CIG emergenziale - Forum della sicurezza sul lavoro: pagina speciale - INL, irregolarità accertate in quasi 7 ispezioni su 10