Venerdì, 25 Giugno 2021 14:27

INL: sanzioni L. n. 68/99 e riduzione organico

Con la nota n. 966 del 17 giugno 2021, l’Ispettorato Nazionale del Lavoro fornisce chiarimenti sull’applicazione della diffida obbligatoria prevista dall’art. 13 del D. Lgs. n. 124/2004 in relazione alla sanzione per mancata copertura della quota d’obbligo di cui all’art. 3 della L. n. 68/1999 che disciplina l’assunzione dei lavoratori con disabilità. Condiviso il parere con il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, l’INL precisa che, affinché il datore di lavoro possa essere ammesso al pagamento della sanzione in misura minima, occorre necessariamente che la violazione sia stata effettivamente sanata, anche tardivamente, mediante uno degli adempimenti normativamente previsti (richiesta di assunzione numerica o stipula del contratto di lavoro). Diversamente avviene nell’ipotesi in cui venga intanto meno l’obbligo di assunzione per effetto di una riduzione dell’organico aziendale. In tal caso, infatti, tale violazione non risulterà diffidabile atteso che il venir meno dell’obbligo di assunzione è conseguenza di una riduzione della c.d. base di computo e non di una iniziativa, sia pur tardiva, del datore di lavoro.

Notizie correlate: Ok a rinnovo o proroga contratti a termine in CIG emergenziale - Forum della sicurezza sul lavoro: pagina speciale - INL, irregolarità accertate in quasi 7 ispezioni su 10