///**/
Venerdì, 24 Marzo 2017 15:45

Ape social, doppio step per le domande

Non più uno, ma due gli step previsti per la presentazione delle domande per l’anticipo pensionistico social, ovvero senza costi per il lavoratore. È quanto deciso durante il confronto tra Governo e Organizzazioni sindacali, avvenuto il 23 marzo scorso presso la sede del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.

Il primo step scatterà dal1° maggio al 30 giugno; il secondo, invece, partirà dal 1° luglio fino al 30 novembre e servirà a raccogliere le domande sulla base delle risorse residue. Prima, però, bisognerà attendere il 30 settembre per conoscere i destinatari della misura.  

L’incontro al Ministero è stata anche occasione per annunciare il varo, entro la prossima settimana, dei tre Decreti del Presidente del Consiglio dei Ministri sull’anticipo pensionistico “social”, sull’ape volontaria e sull’uscita dei lavoratori a precoci che, stando a quanto stabilito dal decreto del Ministero del Lavoro sui criteri per l'uscita anticipata dei soggetti impegnati in attività usuranti, completano la cosiddetta "fase 1" del tavolo avviato lo scorso 28 settembre. Con il varo dei tre Dpcm si avvierà la c.d. “fase 2” del tavolo, dedicata a questioni strutturali e di lungo periodo e che prevede già due incontri: il 6 e il 13 aprile, durante i quali si parlerà delle carriere discontinue dei giovani, previdenza complementare, flessibilità in uscita, lavoro di cura, aumento delle aspettative di vita, perequazione delle pensioni.

"Sono stati compiuti tutti gli sforzi possibili, nel quadro della normativa vigente, per la definizione di un decreto idoneo a dare immediata esecuzione alle riforme urgenti ed evitare rischi di bocciature e inciampi sul percorso legislativo, a causa di incoerenze formali”, ha dichiarato il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Giuliano Poletti, al termine del meeting. “Restano da approfondire alcune questioni, - ha aggiunto - relative alla definizione delle platee e delle caratteristiche dei beneficiari che, data la natura sperimentale delle misure, potranno essere suscettibili di correttivi all'esito dei necessari approfondimenti". 

Per saperne di più

Notizie correlate: Ape: novità sui requisiti di accesso - Inps: riconoscimento benefici lavori particolarmente faticosi - Riforma pensioni le misure in cantiere