///**/
Venerdì, 29 Marzo 2024 12:44

“InformaClienti”: le novità normative e di prassi di marzo

Ad aprire l’“InformaClienti” di marzo la legge n. 28/2024, di conversione con modificazioni del D.L. n. 4/2024, recante disposizioni urgenti in materia di amministrazione straordinaria delle imprese di carattere strategico, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale, n.65, il 18 marzo scorso. Il provvedimento, tra gli altri, dispone per il 2024 la prosecuzione, senza soluzione di continuità, dell’erogazione del trattamento straordinario di integrazione salariale, ove già autorizzato o in corso di autorizzazione, per salvaguardare il livello occupazione e il patrimonio delle competenze delle aziende in amministrazione straordinaria, che gestiscono uno stabilimento industriale di interesse strategico e che hanno in corso programmi di riorganizzazione aziendale non ancora completati. Nella sezione Gazzetta Ufficiale trova spazio il decreto PNRR-bis con le nuove misure in materia di sicurezza e contrasto al sommerso (D.L. n. 19/2024), che introduce l’inasprimento delle sanzioni amministrative in materia di contrasto al lavoro sommerso in edilizia e in agricoltura e la reintroduzione e l’aggravamento delle sanzioni penali per combattere il fenomeno della somministrazione abusiva di lavoro. Dall’Inps il rilascio della nuova piattaforma informativa “PRISMA”, che mette a disposizione dei datori di lavoro e degli intermediari abilitati, a partire dal 10 aprile 2024, le informazioni sull'anzianità  contributiva complessiva dei dipendenti iscritti a tutte le gestioni pensionistiche obbligatorie per poter effettuare correttamente il calcolo della contribuzione dovuta in rapporto al rispetto del massimale contributivo. Nella sezione dell’Ispettorato Nazionale del Lavoro, il riepilogo delle nuove misure in materia di sicurezza e contrasto al sommerso contenute nell D.L. n. 19/2024 (c.d. decreto PNRR-bis), in vigore dal 2 marzo scorso. Per l'Agenzia delle Entrate, invece, focus sui chiarimenti forniti con la circolare n.5/E in materia di reddito di lavoro dipendente e sui principali interpelli del mese. Dall'Agenzia delle Entrate-Riscossione la proroga al 31 maggio 2024 del pagamento della quarta rata della definizione agevolata delle cartelle esattoriali. In chiusura, il consueto indice Istat e il coefficiente di rivalutazione.

Consulta il documento

 

Notizie correlate: Crediti indebitamente utilizzati: i codici tributo per il recupero - PRISMA: la piattaforma Inps sull'anzianità assicurativa - In GU la legge n. 36/2024 per sostenere i giovani imprenditori agricoli