Giovedì, 16 Giugno 2022 17:05

Bonus 200 euro: istruzioni per i datori

Con il messaggio n. 2397 del 13 giugno 2022 l’Inps fornisce ai datori di lavoro le istruzioni per esporre nelle denunce Uniemens del mese di luglio al fine di recuperare il credito relativo all’indennità una tantum di 200 euro, anticipata ai lavoratori dipendenti nella busta paga di luglio. La misura - ricorda l’istituto - è prevista per i lavoratori dipendenti di cui all’articolo 1, comma 11, della legge di Bilancio 2022 dal D.L. n. 50/22 ed è riconosciuta in via automatica una sola volta (anche se si è titolari di più rapporti di lavoro), previa dichiarazione del dipendente di non essere titolare delle prestazioni di cui all’articolo 32, commi 1 e 18, del decreto citato. Nello specifico, i datori, al fine di recuperare l’indennità anticipata ai lavoratori, nelle denunce di competenza del mese di luglio 2022, valorizzeranno all’interno di <DenunciaIndividuale>, <DatiRetributivi>, <InfoAggcausaliContrib>, i seguenti elementi:

  • nell’elemento <CodiceCausale> dovrà essere inserito il nuovo valore “L031”, avente il significato di “Recupero indennità una tantum articolo 31 comma 1 decreto-legge 17 maggio 2022, n. 50”;
  • nell’elemento <IdentMotivoUtilizzoCausale> dovrà essere inserito in valore “N”;

Nel messaggio si precisa inoltre che se per il medesimo lavoratore dipendente più datori di lavoro abbiano compensato la predetta indennità, l’Istituto comunicherà a ciascun datore di lavoro interessato la quota parte dell’indebita compensazione effettuata, per la restituzione all’Istituto e il recupero verso il dipendente, secondo le istruzioni che verranno fornite con successivo messaggio.

 

Notizie correlate: Bonus 200 euro, le criticità per le imprese - Bonus 200 euro, quale iter per l’erogazione? - In GU il decreto Aiuti con il bonus 200 euro