Lunedì, 23 Maggio 2022 13:59

In campo per una “Generazione Legalità”

In campo per una “Generazione Legalità” (FOTO ANSA)

Non solo Pandemials. A un mese esatto dall’inizio del Festival del Lavoro 2022 (Bologna, 23/25 giugno), l’attenzione dei Consulenti del Lavoro guarda oltre, verso la creazione di una “Generazione Legalità” che superi il mero dato anagrafico per abbracciare coloro che credono possibile realizzare una realtà comune nell’alveo delle regole del vivere civile.

Nel giorno in cui ricorrono i 30 anni dalla strage di Capaci, il monito di Giovanni Falcone – “gli uomini passano, le idee restano” – risuona nelle molte le iniziative attive per la promozione e la valorizzazione del lavoro etico, anche grazie all’investimento in orientamento e formazione dei giovani: tra le altre si segnalano la cooperazione istituzionale a vari livelli, di cui è un esempio l’Osservatorio per la legalità istituito in collaborazione con l’Ispettorato Nazionale del Lavoro per il contrasto ai fenomeni distorsivi del mercato del lavoro; i numerosi accordi Asse.Co. siglati dal Consiglio nazionale dell’Ordine con gli enti territoriali per la certificazione della conformità dei contratti (l’ultimo firmato al Salone del Libro di Torino il 20 maggio); il videogame “Generazione Legalità” per parlare ai ragazzi di lavoro etico, avvicinarli agli organi di governo nazionali ed europeei e far percepire loro la visione sovranazionale che anima le istituzioni comunitarie che è stato presentato in tutte le tappe del Neet Working Tour promosso dalla Ministra per le Politiche Giovanili, Fabiana Dadone, Palermo inclusa.

«Dobbiamo ricordarci che possiamo essere portatori di un messaggio di legalità nel momento in cui scegliamo di rinunciare ad azioni o comportamenti illeciti. Nel nostro piccolo, come nella gestione dei rapporti di lavoro e delle risorse umane. Siamo tutti chiamati a costruire un Paese migliore» afferma Marina Calderone, Presidente del Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro, ricordando che i professionisti devono essere un modello da seguire. E questo senso di responsabilità si proietta nel futuro grazie al Festival del Lavoro 2022 e al confronto in programma sulle scelte prioritarie per il Paese per governare le attuali transizioni.

Leggi il comunicato stampa

 

Notizie correlate: CdL e istituzioni in tour per parlare ai giovani di lavoro - Iscriviti al Festival del Lavoro 2022 - Consulenti del Lavoro impegnati per la diffusione della legalità