Martedì, 23 Novembre 2021 16:46

Obiettivo smart working

Superata l’emergenza, per lo smart working è tempo di sperimentazione di modelli innovativi di gestione. Ma quali sono le direzioni verso cui si muovono i nuovi modelli organizzativi? In che modo evolve il lavoro agile? Ci sono elementi imprescindibili affinché le esigenze dei lavoratori e delle imprese possano trovare un equilibrio efficace?

Si parla di questo nella settima puntata di “WorkChange” che ospita l’esperienza di Coca-Cola HBC Italia attraverso la voce di Emiliano Maria Cappuccitti, Direttore delle risorse umane: «Essenziale – afferma Cappuccitti ‒ la cultura aziendale improntata alla prestazione».
Simone Cagliano, esperto di Fondazione Studi, ci guida poi all’interno delle parole chiave per rivedere i modelli organizzativi attraverso il lavoro agile: innovazione, formazione, contrattazione e monitoraggio.

Guarda la puntata

 

Notizie correlate: Italia e Spagna a confronto sulla normativa emergenziale - Lavoro agile, opportuno emanare un testo unico - Workchange, il lavoro che cambia