Giovedì, 16 Settembre 2021 09:38

Indennità di malattia, le novità per i lavoratori dello spettacolo

A partire dal 26 maggio 2021 cambiano i requisiti per beneficiare del pagamento della malattia. A ricordarlo è l’Inps che con la circolare n. 132 del 10 settembre 2021 ha fornito importanti indicazioni in ordine alle novità relative alla tutela della malattia per i lavoratori iscritti al Fondo pensione lavoratori dello spettacolo (ex ENPALS), recentemente introdotte con l’art. 66 del D.L. 25 maggio 2021, n. 73, convertito, con modificazioni, dalla legge 23 luglio 2021, n. 106, ed entrate in vigore a decorrere dal 26 maggio 2021. Dopo aver illustrato le categorie di lavoratori esclusi dall'obbligo della tutela, l'Istituto specifica che il requisito contributivo minimo richiesto per avere diritto all’indennità di malattia sono 40 contributi giornalieri dovuti o versati dal 1° gennaio dell’anno precedente l’insorgenza dell’evento morboso fino alla data di inizio dell’evento, presso il FPLS. L’indennità di malattia spetta dal quarto giorno successivo a quello di inizio dell’evento ed è dovuta per un massimo di 180 giorni nell’anno solare. Come si legge nella circolare l’importo è pari al 60 % della retribuzione media globale giornaliera fino al 20° giorno di durata della malattia; all’80% dal 21° giorno in poi fino al limite di 180 giorni e al 40% per i lavoratori disoccupati e per i giorni non lavorativi della settimana nel caso di soggetti che per prestano la loro attività lavorativa solo in alcuni giorni predeterminati nella settimana.

 

Notizie correlate: Decontribuzione turismo, stabilimenti termali, commercio, spettacolo - Dal D.L. Sostegni aiuti “doppi” a sport e spettacolo. Ma non basta - Indennità Covid, liquidate le somme del DL Sostegni