Mercoledì, 16 Giugno 2021 09:48

Esonero agricoli in decreto Ristori: differimento versamenti

Per le aziende delle filiere agricole, della pesca e dell’acquacoltura identificate dai codici ATECO di cui all’allegato 3 del d.l. n. 137/2020, convertito, con modificazioni, dalla legge n. 176/2020, le scadenze dei versamenti relativi alla contribuzione per il periodo tra il 1° novembre 2020 e il 31 gennaio 2021 sono differite alla definizione degli esiti della domanda di esonero contributivo presentata ai sensi degli 16 e 16-bis del medesimo d.l. n. 137. A comunicarlo è l’Inps con il messaggio n. 2263/2021 a seguito della necessaria ridefinizione della disciplina di autorizzazione ai sensi del “Quadro temporaneo per le misure di aiuto di Stato a sostegno dell’economia nell’attuale emergenza del Covid-19”. Il differimento riguarda sia i datori di lavoro che gli autonomi in agricoltura che possono accedere all’esonero. Con successivo messaggio – spiega ancora l’Inps - sarà comunicata la disponibilità della domanda, previa pubblicazione della circolare sull’esonero.

Notizie correlate: Artigiani e commercianti: confermata proroga contributi al 20 agosto - CIGD aziende agricole: modalità di pagamento diretto - Dichiarazione redditi 2021 e giorni di CIG, NASpI e disoccupazione agricola