Venerdì, 04 Maggio 2018 16:28

E-fattura, nodi tecnici ancora da sciogliere

I professionisti e le piccole imprese sono davvero pronti per l’e-fattura che debutterà dal 1° luglio? Come chiarito dall’Agenzia delle Entrate con circolare 8/E dello scorso 30 aprile la fatturazione elettronica riguarderà la cessione di carburati e subappalti della Pa, mentre a partire dal 1° gennaio 2019 tutte le altre operazioni. Preoccupazione è stata espressa dal Presidente della Fondazione Studi, Rosario De Luca, su “Il Sole 24 Ore” relativamente alle difficoltà operative e agli investimenti tecnologici necessari per adeguare i sistemi informativi in tempi molto rapidi a questo cambiamento epocale della gestione del rapporto tra Fisco e contribuente nel nostro Paese. De Luca insiste soprattutto sul digital divide in alcune zone d'Italia e non solo al Sud. Questo «impedirebbe di avere fluidi rapporti informatici con l'amministrazione finanziaria». «Serve – sottolinea il Presidente - un approccio che tenga conto di queste difficoltà, ad esempio con un'entrata in vigore con premialità per chi si adegua da subito o con l'esclusione da sanzioni per un periodo transitorio a cui deve corrispondere un serio impegno di investimenti in infrastrutture tecnologiche».

Notizie correlate: Comunicazione dati fatture: le novità introdotte - Fatturazione elettronica facoltativa - Fatture elettroniche a conservatori affidabili