///**/
Mercoledì, 18 Aprile 2018 11:22

Legittimo licenziamento per furto di caramelle

I nuovi regimi sanzionatori del licenziamento hanno davvero affievolito le tutele a favore del lavoratore? A rispondere a questa domanda è Pasquale Staropoli, esperto della Fondazione Studi dei Consulenti del Lavoro, in un video per la rubrica "L'Esperto risponde" sulla web tv di Categoria. L'analisi di Staropoli prende spunto da una sentenza della Corte di Cassazione che, suscitando particolare interesse, ha confermato la legittimità del licenziamento per giusta causa intimato ad un lavoratore che aveva rubato delle caramelle nonostante il modico valore del bene sottratto. Una pronuncia che, anche se apparentemente in contrasto con i precedenti orientamenti della Corte, ha confermato la chiave di lettura dei nuovi regimi sanzionatori per il licenziamento.
In realtà, come spiega Staropoli, "le ragioni giustificatrici del licenziamento sono identiche, e sono le stesse di quelle determinate dalla Legge e dal codice civile", ovvero, la giusta causa, per la quale non è rilevante il valore economico dei beni sottratti ma la gravità del comportamento del lavoratore: nel rubare le caramelle, il dipendente aveva agito con dolo, scegliendo i prodotti non dotati di dispositivi antitaccheggio e nascondendo "con artifizi" il reato pregiudicando così il rapporto di fiducia tra le parti. 

Guarda il video

Notizie correlate:
 Scarso rendimento quando si può definire tale - Lavorare durante la malattia comporta conseguenze - Licenziamento senza obbligo di mostrare documentazione