///**/
Lunedì, 26 Febbraio 2018 11:51

Le competenze dei professionisti a disposizione dell'Italia

L'Italia ha competenze, capacità progettuale e risorse tali da riprendere stabilmente il cammino della crescita. Ne sono convinti Marina Calderone e Armando Zambrano, rispettivamente alla guida del Comitato Unitario delle Professioni e della Rete delle Professioni Tecniche, che riuniti nell'Alleanza "Professionisti per l'Italia" hanno presentato al Presidente della Repubblica un manifesto di possibili riforme da concordare con il nuovo esecutivo. La ripresa del Paese, però, è possibile «ad una condizione: ovvero che le infrastrutture economiche, sociali, materiali e immateriali si avviino celermente verso un processo di modernizzazione, improntato all’efficienza e all’innovazione e con un piano strategico di investimenti per la rigenerazione urbana e il recupero delle periferie, in grado di generare servizi di qualità per le comunità e per i cittadini», precisano su L'Economia del Corriere della Sera i rappresentanti dell'Alleanza.

Tra le proposte da mettere subito in atto c'è quella che riguarda la giustizia: rilanciare gli strumenti alternativi di soluzione delle controversie, in particolare la mediazione. Poi si passa al rafforzamento del lavoro giovanile mediante incentivi alle assunzioni quali sgravi fiscali, contributivi e un’ulteriore riduzione del cuneo fiscale. Senza dimenticare di rendere più flessibile il regime dei minimi e di attuare la rivoluzione digitale rendendo universale il diritto alla connessione Internet e mettendo a disposizione il patrimonio di dati di cui dispone la pubblica amministrazione, sotto forma di «Open Data». In tema di ordinamento professionale, l'Alleanza ritiene necessaria anche una riorganizzazione della rappresentanza del sistema ordinistico ed il rafforzamento dello status giuridico degli ordini professionali quali enti di diritto pubblico.

Notizie correlate: Al Capo dello Stato le idee per la modernizzazione del paese