Mercoledì, 07 Giugno 2017 08:46

Busacca: "Ruolo dei CdL importante per la diffusione del welfare"

La Legge di Stabilità 2016 e la Legge di Bilancio 2017 hanno ampliato gli incentivi per i contratti di 2° livello, puntando soprattutto sulla detassazione dei servizi di welfare aziendale. Nel frattempo si è registrato un forte incremento dei contratti territoriali e aziendali, che incentivano il welfare aziendale legato al premio di produttività. A ricordarlo ai microfoni della web tv il Capo della segreteria tecnica del Ministero del Lavoro,Bruno Busacca, che ha valutato "estremamente interessante" quest'ultimo dato che "consolida un orientamento della contrattazione collettiva che guarda al futuro".

In merito all'estensione del welfare aziendale anche alle piccole e medie imprese, Busacca ha sottolineato l'importanza del ruolo svolto dai professionisti che assistono le imprese, soprattutto i Consulenti del Lavoro. Svolgendo la funzione di assistenza alle aziende, la Categoria permette alle stesse di conoscere i vantaggi fiscali di questa misura e di pianificare in modo strategico come accrescere la produttività aziendale e migliorare il benessere dei lavoratori.

Si ricorda che, per apprendere con taglio pratico e operativo i riflessi fiscali e previdenziali della normativa e la piattaforma sul welfare aziendale, realizzata in collaborazione con il gruppo francese Sodexo, la Fondazione Studi Consulenti del Lavoro ha organizzato per il prossimo 28 giugno un nuovo corso sul tema curato dagli esperti Luca Caratti e Gianni Marcantonio.

Guarda l'intervista

Notizie correlate: Il benessere delle imprese passa anche dal welfare - Decontribuzione e welfare aziendale, le novità del DL 50/2017