///**/
Stampa questa pagina
Venerdì, 26 Maggio 2017 07:57

Compensazioni fiscali: le novità

Tra le novità del dl 50/2017 ci sono anche quelle legate all'istituto delle compensazioni fiscali. Come precisa Giuseppe Buscema, esperto della Fondazione Studi, in web tv si tratta delle compensazioni del credito derivante dalle imposte sui redditi. L'obbligo del visto di conformità del professionista per le compensazioni di crediti superiori a 15.000 euro dal 24 aprile scorso è stato modificato a seguito della riduzione del limite dei crediti a 5.000 euro.

La seconda novità riguarda, invece, il visto Iva, il cui limite di utilizzo è stato anche qui ridotto a 5.000 euro. Il credito per le imposte sui redditi potrà essere utilizzato subito - seguito dall'onere del visto di conformità nella dichiarazione -, mentre il credito Iva potrà essere utilizzato dal 16 del mese successivo alla presentazione della dichiarazione. Per quanto riguarda, invece, l'uso di credito in compensazione, il titolare di partita Iva dovrà effettuare l'invio tramite i canali telematici dell'Agenzia delle Entrate oppure tramite un professionista abilitato. I crediti interessati da questa modifica, precisa Buscema, riguardano le dichiarazioni dei redditi e il credito Iva. Per il Bonus Renzi o i crediti da 730 non si dovrà invece usare il canale "Fisconline" se il saldo è positivo.

Guarda il video

Notizie correlate: Crediti, bonus Renzi e 730 fuori dalle compensazioniLe nuove regole sulle compensazioni