Martedì, 07 Febbraio 2017 17:26

Novità pensionistiche per le P. IVA

Tante le novità in materia previdenziale e pensionistica introdotte dal 1° gennaio 2017 dalla Legge di Stabilità. Una tra queste interessa molto da vicino i titolari di partita Iva, ovvero quei lavoratori autonomi (soprattutto giovani) iscritti alla gestione separata Inps, che si sono visti ridurre del 2% l'aliquota previdenziale di finanziamento del loro sistema pensionistico.Questo comporta che da gennaio verseranno il 25 invece del 27%.

A spiegare, su Repubblica.it, cosa comporta questa modifica è Enzo De Fusco, coordinatore scientifico della Fondazione Studi che chiarisce come per gli iscritti alla gestione separata si applica il regime pensionistico con il calcolo contributivo e che tale sistema contributivo è strettamente collegato con l’aliquota di finanziamento, ovvero più si versano contributi e più la pensione è elevata. Dunque, in un sistema di questo tipo la riduzione di due punti percentuali può essere registrata come notizia positiva per il risparmio immediato, ma può nascondere anche molte insidie. La Fondazione Studi dei Consulenti del Lavoro – sottolinea De Fusco – ha effettuato alcune valutazioni prettamente economiche sui risvolti che ha questa riduzione mettendo a confronto quanto il lavoratore risparmia dal 2017 fino al termine della sua carriera  e quanto perderebbe dal momento in cui raggiunge il diritto alla pensione fino alla sua speranza di vita. Valutazioni e calcoli che sono stati raccontati dal coordinatore scientifico della Fondazione Studi in questo video.

Guarda il video

Legge di stabilità - Pagina speciale

Notizie correlate: Partite iva: Mef rende noti i dati di ottobre - Gestione separata, aliquota previdenziale al 31