///**/
Lunedì, 16 Gennaio 2017 17:11

Apprendistato più vantaggioso con il sistema duale

La Legge di bilancio 2017 ha reso più vantaggioso il contratto di apprendistato, prorogando per il 2017 gli incentivi contributivi per i datori di lavoro che assumono con questa tipologia contrattuale ed in ogni sua forma (apprendistato per la qualifica ed il diploma professionale, professionalizzante e di alta formazione e ricerca). 
Tra i benefici di cui si può godere c'è la mancata applicazione del ticket licenziamento previsto dalla legge 92/2012; l'aliquota contributiva al 5% anziché al 10% stabilita dalla legge 296/2006; lo sgravio totale dei contributi a carico del datore di lavoro per il finanziamento della Naspi e lo 0,30%, previsto dall' articolo 25, della legge 845/1978.

Come si legge nell'articolo a pag. 21 de "Il Sole 24Ore", disponibile nel servizio di rassegna stampa quotidiana per i Consulenti del Lavoro iscritti al portale di Fondazione Universo Lavoro, i datori che scelgono il contratto di apprendistato (in qualsiasi forma) possono godere, non solo di aliquote contributive agevolate, ma anche di altri vantaggi come la deducibilità delle spese e dei contributi dalla base imponibile Irap e l'esclusione degli apprendisti dal computo dei limiti numerici previsti dai Ccnl per l'applicazione di determinate normative e istituti (ad esempio, non entrano nella base di computo della legge 68/1999).

Notizie correlate: Le sfide 2017 della Fondazione UniversoLavoro
- La rassegna stampa quotidiana di Fondazione UniversoLavoro