///**/
Lunedì, 05 Dicembre 2022 16:50

Le Novità Normative della Settimana dal 28 novembre 2022 al 4 dicembre 2022

INPS

Invalidità civile. Automazione del ricalcolo delle pensioni. Ricostituzione automatica centralizzata delle indennità di frequenza sospese con fascia 97

L’INPS, nel messaggio n. 4315 del 30 novembre 2022, si occupa del processo di ricalcolo pensionistico automatizzato in quanto, in applicazione del PNRR, si è proceduto ad implementare, il ricalcolo automatico nell’ambito delle invalidità civili.

In occasione di:

- assenza a visita;

- revoca sanitaria su visita di revisione;

- sospensione per irreperibilità comunicata dall’ultimo Comune di residenza.

Inoltre viene previsto il nuovo processo automatizzato prevede l’accentramento del procedimento amministrativo, senza intervento alcuno da parte del cittadino che viene sgravato dall’onere di attestare la frequenza scolastica attraverso la presentazione della domanda di ricostituzione della pensione e senza interventi da parte delle Strutture territoriali. L’Istituto comunica di aver avviato il ricalcolo automatizzato centralizzato delle indennità di frequenza per l’anno scolastico 2021/2022. Successivamente, verranno rielaborate centralmente le indennità di frequenza per l’anno scolastico 2022-2023.

 

Bonus 200 euro in favore di alcune categorie di lavoratori – domande di riesame

Nel messaggio n. 4314 del 30 novembre 2022, l’INPS fornisce le istruzioni per la presentazione delle istanze di eventuali riesami da parte dei richiedenti lavoratori autonomi le cui domande sono state respinte per non avere superato i controlli inerenti all’accertamento dei requisiti normativamente previsti, nonché le indicazioni per la gestione dei medesimi.

L’istanza di riesame deve essere presentata entro 90 giorni decorrenti dal 30 novembre 2022, accedendo alla stessa sezione del sito INPS in cui è stata presentata la domanda “Indennità una tantum 200 euro”.

 

Nuovo portale per la presentazione telematica delle domande di accredito figurativo per cariche elettive e sindacali

L’INPS, con la circolare n. 129 del 28 novembre 2022, rende nota la realizzazione di un punto di accesso unificato per l’invio telematico delle domande di accredito figurativo per cariche elettive e sindacali da parte degli iscritti a tutte le gestioni amministrate dall’Istituto e si forniscono le indicazioni per l’utilizzo dell’applicativo, consultabile attraverso i diversi dispositivi mobili e fissi (cellulari, tablet, pc).

 

Organismi sportivi: prorogato al 22 dicembre il termine di ripresa dei versamenti

L’INPS, con il messaggio dell’1 dicembre 2022, n. 4358,  comunica la proroga al 22 dicembre 2022 del termine di ripresa degli adempimenti e dei versamenti dei contributi previdenziali e assistenziali sospesi, per le federazioni sportive nazionali, le discipline sportive associate, gli enti di promozione sportiva e le associazioni e le società sportive professionistiche e dilettantistiche.

 

 

AGENZIA DELLE ENTRATE

Nuovo modello per l'avviso di intimazione

L'Agenzia delle entrate, con il provvedimento del 29 novembre 2022 approva il nuovo modello di avviso di intimazione, sostituendo il riferimento alle Commissioni tributarie con l’attuale denominazione di Corti di giustizia tributaria e adeguando il logo dell’agente della riscossione.  Per effetto della legge n. 130/2022.

 

Autodichiarazione aiuti Covid-19: slitta al 31.01.2023 l’invio

Più tempo a contribuenti e imprese. Slitta infatti al 31 gennaio 2023 il termine ultimo per la presentazione dell’autodichiarazione aiuti Covid-19. La scadenza è stata rinviata dall’Agenzia delle Entrate con il provvedimento n. 439400/2022, pubblicato sul portale dell’Amministrazione finanziaria nella tarda serata di ieri. Il Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro più volte aveva chiesto di prorogare l’invio dell’autodichiarazione alla luce delle criticità emerse nella gestione della compilazione del modello segnalate dagli iscritti, alle prese con oggettive difficoltà di rispettare la scadenza del termine di invio, prevista per oggi, 30 novembre 2022. “Ogni proroga dei termini, motivata da malfunzionamenti o rallentamenti o criticità informatiche, non può che essere salutata con favore. Non altrettanto lo si può dire per la tempistica, considerato che il rinvio della scadenza è arrivato a ridosso della stessa”, ha dichiarato Rosario De Luca, Presidente del Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro.

 

Crediti d’imposta in favore delle imprese per l’acquisto di energia elettrica gas naturale

L’Agenzia delle entrate, con la circolare n. 36 del 29 novembre 2022, fa il punto sui bonus energetici di sostegno alle imprese e fornisce chiarimenti sulla disciplina di favore contenuta nell’articolo 6 del decreto Aiuti-bis, nell’articolo 1 del decreto Aiuti-ter e nell’articolo 1 del decreto Aiuti-quater, anche attraverso risposte a quesiti specifici pervenuti in merito all’applicazione delle misure di favore.

Beneficiarie dei crediti di imposta sono tutte le imprese residenti, ivi incluse le stabili organizzazioni di soggetti non residenti, che rispettano le condizioni previste dalle diverse norme istitutive. Sono ammesse all’agevolazione sia le imprese commerciali sia le imprese agricole che sostengono i costi per l’acquisto di energia elettrica e gas naturale.Si ritiene, inoltre, che in assenza di un’espressa esclusione normativa, possano beneficiare delle misure in commento sia gli enti commerciali sia gli enti non commerciali di cui all’articolo 73, comma 1, lettera c), del testo unico delle imposte sui redditi (Tuir) - indipendentemente dalla loro natura (pubblica o privata) o dalla forma giuridica (consorzio, fondazione, ecc.), ivi comprese, ad esempio, le Opere pie, le Istituzioni pubbliche di assistenza e beneficienza (Ipab), le Aziende pubbliche di servizi alla persona (Asp), gli Istituti di ricovero e cura a carattere scientifico (Ircss) e le Aziende unità sanitarie locali (Ausl) -  e le Organizzazioni non lucrative di utilità sociale (Onlus) di cui all’articolo 10 del Dlgs n. 460/1997, nel presupposto che esercitino anche un’ attività commerciale.

 

Promozione adempimento spontaneo

L’Agenzia delle Entrate ha pubblicato il provvedimento del 29 novembre 2022 che riguarda  le  comunicazioni per la promozione dell’adempimento spontaneo nei confronti dei contribuenti che risultano fiscalmente residenti in Italia e che non hanno dichiarato, in tutto o in parte, redditi di lavoro dipendente e/o pensione di fonte estera ed eventuali redditi di lavoro dipendente e/o pensione corrisposti da sostituti d’imposta italiani.

L’articolo 1, comma 636, della legge 23 dicembre 2014, n. 190, prevede che con provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle entrate siano individuate le modalità con le quali gli elementi e le informazioni di cui ai commi 634 e 635 del medesimo articolo sono messi a disposizione del contribuente e della Guardia di Finanza.

In particolare, con il nuovo provvedimento sono individuate le modalità con cui a partire dal periodo d’imposta 2018, l’Agenzia delle entrate mette a disposizione dei soggetti che risultano fiscalmente residenti in Italia i dati dei redditi percepiti di lavoro dipendente e/o pensione di fonte estera, trasmessi dalle Amministrazioni fiscali estere nell’ambito dello scambio automatico di informazioni, nonché i dati relativi ad eventuali altri redditi di lavoro dipendente e/o pensione corrisposti da sostituti d’imposta.

Le informazioni sono messe anche a disposizione della Guardia di Finanza.

 

AGENZIA DELLE ENTRATE – INTERPELLI

Risposte n. 579 del 30 novembre 2022 - buoni corrispettivo multiuso – Irrilevanza dell'acquisto ai fini del c.d. ''esterometro''

i dati relativi agli acquisti fuori campo Iva, che hanno per oggetto denaro o crediti in denaro, a cui sono assimilati i buoni corrispettivo multiuso acquistati da soggetti esteri, non vanno comunicati con l'esterometro, tenuto conto che non si tratta di operazioni di cessione di beni e di prestazione di servizi in senso stretto.

 

Risposte n. 580 del 1 dicembre 2022 - superbonus: installazione di un ascensore esterno all'edificio

Le spese sostenute da un condominio per l’installazione e la messa in opera di un ascensore posizionato all’esterno dell’edificio oggetto di lavori di efficienza energetica, sono ammesse al Superbonus, rientrando l’intervento fra quelli finalizzati all’abbattimento delle barriere architettoniche.