///**/
Stampa questa pagina
Martedì, 05 Luglio 2022 09:00

Lavoratori fragili, come opera la proroga al 30 giugno

Per il periodo dal 1° aprile 2022 al 30 giugno 2022 l’Inps riconoscerà le tutele ai lavoratori fragili assicurati per la malattia facendo riferimento, previa valutazione di competenza da parte degli Uffici medico legali delle Strutture territoriali, alle sole categorie individuate ai sensi del decreto del Ministro della Salute, di concerto con i Ministri del Lavoro e delle Politiche Sociali e della Pubblica Amministrazione, del 4 febbraio 2022 ovvero le patologie croniche con scarso compenso clinico e con particolare connotazione di gravità, in presenza delle quali la prestazione lavorativa è svolta in modalità agile. A renderlo noto è il messaggio n. 2622 del 30 giugno 2022 nel quale l’Istituto conferma che, ai fini del riconoscimento della tutela per i lavoratori fragili di cui all’articolo 26 del decreto-legge 17 marzo 2020, n. 18, convertito, con modificazioni, dalla legge 24 aprile 2020, n. 27, e poi prorogata al 30 giugno dall'articolo 10, comma 1-bis, dal decreto legge n. 24/2022, è necessario essere in possesso della certificazione rilasciata dai competenti organi medico-legali, attestante una condizione di rischio derivante da immunodepressione o da esiti da patologie oncologiche o dallo svolgimento di relative terapie salvavita” o del “riconoscimento di disabilità con connotazione di gravità ai sensi dell'articolo 3, comma 3, della legge 5 febbraio 1992, n. 104”.

 

Notizie correlate: Nessuna tutela per lavoratori fragili e in quarantena nel 2022 - Disabili, tutele estese alle due parti dell’unione civile - Al 31 luglio la sorveglianza sanitaria eccezionale