Lunedì, 04 Luglio 2022 14:41

Autodichiarazione in vista per il bonus locazioni turismo

Arrivano dall'Agenzia delle Entrate le istruzioni per l'invio dell'autodichiarazione prevista dall'art. 5, comma 3, del D.L. n. 4/2022 con cui si è concesso un credito d'imposta sui canoni di locazione di immobili a uso non abitativo per i mesi di gennaio, febbraio e marzo 2022 per il settore turistico e i gestori di piscine. Si parte dall'11 luglio, secondo quanto specificato dal provvedimento n. 253466 del 30 giugno 2022, e ci sarà tempo fino al 28 febbraio 2023, con alcune eccezioni specificate nel testo che modificano la finestra temporanea. L'autodichiarazione, il cui modello è disponibile in allegato al provvedimento, serve ad attestare il possesso dei requisiti e il rispetto di condizioni e limiti stabiliti dalle Sezioni 3.1 «Aiuti di importo limitato» e 3.12 «Aiuti sotto forma di sostegno a costi fissi non coperti» del Temporary Framework e gli operatori economici sono tenuti a presentarla per beneficiare del bonus locazioni turistiche. L’autodichiarazione – spiegano le Entrate – andrà presentata esclusivamente per via telematica direttamente dal contribuente o da un soggetto incaricato della trasmissione delle dichiarazioni che riceverà una ricevuta, entro 5 giorni, che ne attesta la presa in carico con l’indicazione delle relative motivazioni. Entro 10 giorni dall’invio, invece, verrà rilasciata una seconda ricevuta per comunicare ai richiedenti il riconoscimento del credito d’imposta. Il credito d’imposta potrà essere utilizzato a partire dal giorno lavorativo successivo alla data di rilascio della ricevuta e secondo le modalità previste dall’art. 28 del D.L. n. 34/2020. In caso di utilizzo in compensazione del bonus, sarà una successiva risoluzione a dare comunicazione dei codici tributo da indicare nel modello F24 da parte del beneficiario e dell'eventuale cessionario del credito.

 

Notizie correlate: In vigore il Decreto Semplificazioni fiscali - Autodichiarazione aiuti di Stato, slitta l'invio - Credito d’imposta entro i limiti del “Temporary Framework”