Martedì, 28 Giugno 2022 17:31

Le Novità Normative della Settimana dal 20 al 26 giugno 2022

Pubblicato in Gazzetta il Decreto semplificazioni

È stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 143 del 21.06.2022 il D.L. 73/2022 (c.d. “Decreto Semplificazioni fiscali”).

Proroga della trasmissione delle LIPE del secondo semestre, degli elenchi INSTRASTAT e del termine per la presentazione della dichiarazione dell’imposta di soggiorno (limitatamente agli anni di imposta 2020 e 2021) e della dichiarazione IMU.

Viene aumentata da 250 a 5.000 euro la soglia per il rinvio del versamento dell’imposta di bollo sulle fatture elettroniche.

Uno degli aggiornamenti più importanti del Decreto-legge 21 giugno 2022, n. 73, riguarda l’Assegno Unico, e nello specifico la maggiorazione per figli con disabilità viene aumentata di 120 euro in più al mese.

 

 

Delega al Governo in materia di contratti pubblici

È stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 146 del 24 giugno 2022, la legge 21 giugno 2022, n. 78 che delega al Governo in materia di contratti pubblici. Il Governo è delegato ad adottare, entro sei mesi dalla data di entrata in vigore della legge, ovvero dal 9 luglio 2022 uno o più decreti legislativi recanti la disciplina dei contratti pubblici, anche al fine di adeguarla al diritto europeo e ai principi espressi dalla giurisprudenza della Corte costituzionale e delle giurisdizioni superiori, interne e sovranazionali, e di razionalizzare, riordinare e semplificare la disciplina vigente in materia di contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture, nonché al fine di evitare l'avvio di procedure di infrazione da parte della Commissione europea e di giungere alla risoluzione delle procedure avviate.

 

 

INPS

Indennità per i lavoratori autonomi dello spettacolo (ALAS)

L’INPS, con il messaggio n. 2535 del 22 giugno 2022, fornisce le istruzioni utili alla presentazione delle domande di riesame dell’indennità per i lavoratori autonomi dello spettacolo (ALAS), in vigore dal’1 gennaio di quest’anno.

Il termine, non perentorio, per proporre riesame è di 20 giorni a partire dal 22 giugno 2022. All’istanza deve essere allegata la documentazione utile attraverso l’apposita funzione disponibile nella stessa sezione del sito INPS in cui è stata presentata la domanda, denominata “Indennità per i lavoratori autonomi dello spettacolo (ALAS)”.

 

Precisazioni sulle modalità di invio del Modello “Rdc/Pdc – Com/AU”

L’INPS, con il messaggio n. 2537 del 22 giugno 2022, ha chiarito che se è stata presentata una domanda di RDC in pagamento nel mese di marzo u.s., gli importi relativi alle mensilità arretrate di integrazione RDC/AU, ivi incluse le maggiorazioni spettanti, con decorrenza dal medesimo mese di marzo, verranno erogati indipendentemente dalla data di presentazione del modello RDC-COM/AU.

Secondo l’INPS infatti la funzione del citato modello è solo quella di far acquisire informazioni utili al riconoscimento dell’integrazione RDC/AU e non quello di domanda di accesso al trattamento, dato che il diritto alla citata integrazione sorge in ragione del presupposto normativo della percezione del RDC da parte del nucleo familiare che soddisfi i requisiti d’accesso all’AU. Quindi ai fini della sola integrazione RDC/AU non trova applicazione la disposizione secondo cui l'INPS provvede al riconoscimento dell'assegno dal mese successivo a quello di presentazione della domanda.

 

Invalidità civile. Modifica del modello di domanda amministrativa

Con il messaggio 21 giugno 2022, n. 2518 l’INPS comunica che i cittadini che presentano prime istanze o aggravamenti di invalidità, cecità, sordità, handicap e disabilità possono allegare la documentazione sanitaria necessaria, immediatamente dopo avere acquisito la domanda o successivamente alla trasmissione della domanda, tramite apposite voci di menu.

I cittadini che hanno presentato una domanda di invalidità civile, handicap, cecità, sordità o disabilità prima del 20 giugno 2022, ovvero che hanno già ricevuto una comunicazione dall’Istituto riguardante una revisione, potranno, comunque, utilizzare il servizio di allegazione fino alla conclusione dell’iter sanitario.

 

Modifiche alla struttura dell'Unimens

L’Inps, con messaggio n. 2519 del 21 giugno 2022, si è soffermata le modifiche strutturali apportate al flusso UniEmens a partire dalle denunce con competenza giugno 2022, precisando i 2 ambiti su cui si è intervenuti:

  • il primo riguarda sia i flussi UniEmens “standard” della Gestione privata sia il flusso UniEmens-CIG (UNI41), utilizzato per esporre in UniEmens le informazioni relative al pagamento diretto Cig e Fondi di solidarietà al fine di aumentare la capacità descrittiva della struttura <InfoAggCausaliContrib>;
  • il secondo riguarda esclusivamente il flusso UniEmens-CIG (UNI41), relativamente alle modalità di esposizione dei conguagli degli Anf.

 

Procedimento di emersione del Decreto rilancio. Chiarimenti

L'INPS, con la circolare n. 72 del 21 giugno 2022, fornisce alcune precisazioni  sulla posizione assicurativa del lavoratore  per il quale la contribuzione  sia stata versata forfettariamente  per emersione di lavoro irregolare (articolo 103 del DL n. 34/2020 -Decreto Rilancio)  e sull'eventuale rimborso di versamenti eccedenti.

L'istituto comunica  più specificamente i valori della contribuzione attribuita ai lavoratori per i periodi per i quali è versato il contributo forfettario

Precisa in primo luogo che la valorizzazione della contribuzione sul conto assicurativo, sulla base delle somme forfettarie versate, avviene a conclusione dell’accoglimento della domanda di emersione e all’esito della comunicazione dei dati riferiti a ogni singolo lavoratore.

 

Assistenza fiscale 2022

Con il messaggio del 21 giugno 2022, n. 2499, l’INPS comunica che, come sostituto di imposta, provvederà a effettuare nei tempi previsti le operazioni di conguaglio per il 2022.

L’Istituto precisa che può prestare l’assistenza fiscale solo qualora nell’anno di presentazione del modello 730 sussista un rapporto di sostituzione d’imposta con il dichiarante.

Nel messaggio è indicata la casistica per la quale l’Istituto interviene in qualità di sostituto di imposta.

 

Bonus 200. Precisazioni

Con il messaggio 21 giugno 2022, n. 2505, l'INPS fornisce precisazioni in merito a quale sia “la retribuzione erogata nel mese di luglio 2022”, così come indicato nella legge. La retribuzione nella quale riconoscere l’indennità da parte dei datori di lavoro è quella di competenza del mese di luglio 2022 oppure, in base all’articolazione dei singoli rapporti di lavoro (ad esempio, part-time ciclici ) o alla previsione dei CCNL , quella erogata a luglio, seppure di competenza del mese di giugno. Il rapporto di lavoro, in ogni caso, deve sussistere a luglio 2022.

Nel messaggio, inoltre, si riportano le istruzioni operative aggiornate riguardo alla modalità di esposizione dei dati relativi al conguaglio dell’indennità nel flusso UNIEMENS.

 

 

AGENZIA DELLE ENTRATE

ISA individuate le irregolarità pubblicate nel cassetto fiscale

Con Il provvedimento del 23 giugno 2022, l'Agenzia delle entrate individua ulteriori tipologie di “irregolarità” nei dati degli indici sintetici di affidabilità fiscale per il triennio 2018-2019-2020 che saranno pubblicate nel cassetto fiscale dei contribuenti interessati

In particolare, nelle comunicazioni Isa vengono date indicazioni ai contribuenti al fine di sollecitare possibili comportamenti, ossia:

  • evitare errori nella campagna dichiarativa in corso di svolgimento
  • correggere gli errori segnalati aderendo all’istituto del ravvedimento operoso
  • fornire indicazioni e chiarimenti all’amministrazione finanziaria attraverso l’apposito software di dialogo, disponibile sul sito dell’Agenzia.

I contribuenti, personalmente o attraverso i loro intermediari delegati, possono prendere visione della comunicazione di anomalia di cui sono destinatari consultando il cassetto fiscale, mediante i servizi telematici delle Entrate.
Le anomalie, inoltre, sono trasmesse via Entratel anche all’intermediario, nel caso in cui il contribuente abbia optato, al momento della presentazione della dichiarazione dei redditi, per l’invio a quest’ultimo di tutte le comunicazioni che lo riguardano.

 

Imposta sostitutiva per attività immateriali. Codice tributo

L'Agenzia delle entrate, con la risoluzione n. 31/E del 24 giugno 2022, istituisce il codice tributo “1862” per l’assolvimento dell’imposta sostitutiva sul maggior valore attribuito alle attività immateriali prevista dal “decreto Agosto” (articolo 110, comma 8-quater, del Dl n. 104/2020).

l versamento tramite modello F24 consente la deduzione del maggior valore imputato in misura non superiore, per ciascun periodo d'imposta, a un diciottesimo di tale importo.

 

Tutto sul Superbonus. L’Agenzia riepiloga tutti i chiarimenti e gli aggiornamenti

L'Agenzia delle entrate, con la circolare n. 23 del 23 giugno 2022, riepiloga i chiarimenti forniti, tramite le proprie risposte alle istanze di interpello, negli ultimi mesi, mentre la complessa disciplina del Superbonus veniva man mano modificata dal legislatore. Nel documento di prassi è stato predisposto un quadro riassuntivo completo delle novità che hanno interessato la maxi agevolazione fiscale introdotta dal decreto “Rilancio” (articolo 119, Dl n. 34/2020) per le spese sostenute in relazione a interventi di efficientamento energetico e/o di riduzione del rischio sismico e di installazione di impianti fotovoltaici e di colonnine per la ricarica di veicoli elettrici negli edifici.

 

Contributo straordinario contro il caro bollette

Con la circolare n. 22 del 23 giugno 2022, l’Agenzia delle entrate vengono fornite risposte ad alcuni quesiti riguardanti il prelievo solidaristico straordinario, introdotto dall’articolo 37 del Dl n. 21/2022 (decreto “Ucraina”), come modificato dall’articolo 55 del Dl n. 50/2022 (decreto “Aiuti”), per le imprese che operano nel settore della produzione e commercializzazione di prodotti energetici (energia elettrica, gas naturale, gas metano e prodotti petroliferi). In particolare, il legislatore ha disposto un prelievo del 25% da applicare a una base imponibile risultante dal confronto tra i saldi del totale delle operazioni attive e passive evidenziate nelle comunicazioni dei dati delle liquidazioni periodiche Iva (Lipe) relative ai periodi 1° ottobre 2020 - 30 aprile 2021 e 1° ottobre 2021 - 30 aprile 2022. Qualora dal confronto tra i saldi dei due periodi emerga uno scostamento inferiore al 10% o di un ammontare inferiore a 5 milioni di euro, il contributo straordinario non è dovuto.

 

Tax credit “Tessile, moda e accessori”

L'Agenzia delle entrate con il provvedimento del 23 giugno 2022 ha stabilità l'entità del Bonus “Tessile Moda e Accessori” fruibile da ciascun beneficiario per il periodo d’imposta in corso al 31 dicembre 2021 che è pari al totale del credito risultante dall’ultima istanza validamente presentata. Ciascun richiedente, inoltre, potrà visualizzare l’ammontare del bonus tramite il proprio cassetto fiscale accessibile dall’area riservata del sito internet dell’Agenzia delle entrate.

 

Crediti d’imposta per l’acquisto di veicoli non inquinanti

L'Agenzia delle entrate, con la risoluzione n- 30 del 23 giugno 2022  ridenomina  i codici tributo “6903” e “6904” inizialmente istituiti per la fruizione dei bonus per l’acquisto di veicoli nuovi elettrici o ibridi di categoria M1 e di categoria da L1e a L7e, previsto dalla legge di Bilancio 2019. Considerato che il Dpcm del 6 aprile 2022, in linea con il Dl n. 17/2022, ha stabilito per il triennio 2022-2024 degli incentivi per l’acquisto di veicoli che non inquinano, la risoluzione n. 30/E siglata oggi, 23 giugno 2022, adegua i vecchi codici al nuovo sconto.

 

Aiuti di Stato per emergenza Covid, prorogato il termine dell’autodichiarazione

Con il provvedimento  del 22 giugno 2022, l’Agenzia delle entrate viene proroga al 30 novembre 2022 il termine di scadenza per l’invio del documento che serve ad attestare che l’importo complessivo dei sostegni economici fruiti non superi i massimali indicati nella Comunicazione della Commissione europea "Temporary Framework". L’autodichiarazione deve essere inviata tramite il servizio web disponibile nell’area riservata del sito o attraverso i canali telematici dell’Agenzia. 

Il provvedimento di oggi, in particolare, scaturisce da quanto disposto dall’articolo 35 del decreto “Semplificazioni fiscali”, il Dl n. 73/2022, i con il quale sono prorogati i termini di registrazione degli aiuti di Stato Covid-19 nel Registro nazionale degli aiuti di stato (RNA).

 

Indirizzi operativi e linee guida per il 2022 sulla prevenzione e contrasto all’evasione fiscale

Nella Circolare n. 21 del 20 giugno 2022 l'Agenzia delle Entrate illustra gli indirizzi operativi e linee guida per il 2022 sulla prevenzione e contrasto all’evasione fiscale, sulle attività relative al contenzioso tributario, alla consulenza e ai servizi ai contribuenti. L’azione di promozione dell’adempimento spontaneo, ad esempio, di primaria importanza per la riduzione del tax gap, sarà intensificata con l’incremento delle lettere di invito a mettersi in regola, che hanno la funzione di segnalare in via bonaria possibili anomalie e consentire ai contribuenti di rimediare a un eventuale errore o dimenticanza tempestivamente e senza aggravi. In particolare, le comunicazioni saranno supportate anche da nuovi strumenti di data analysis. Lo sviluppo di analisi del rischio, capacità di selezione e uso delle banche dati consentirà all'Agenzia di indirizzare l'attività sul contrasto dei fenomeni a più elevata pericolosità fiscale. 
Particolare attenzione, si legge nel Comunicato Stampa delle Entrate, sarà rivolta alle frodi, attuate sia attraverso l'utilizzo illegittimo dei crediti d'imposta che l'accesso illegittimo ai contributi a fondo perduto e ai ristori destinati agli operatori colpiti dalle conseguenze economiche della pandemia. Ci sarà in ogni caso spazio al dialogo e alle forme di interlocuzione con il contribuente durante tutte le fasi del controllo: nello svolgimento delle attività istruttorie, gli uffici assicureranno il ricorso generalizzato al contraddittorio preventivo, privilegiando l'utilizzo degli strumenti a distanza e minimizzando il più possibile l'impatto delle attività per i contribuenti.

 

Contributo settore energetico. Pronti i codici tributo

Con risoluzione n. 29 del 20 giugno 2022 l’Agenzia delle Entrate ha istituito i codici per il versamento dell’acconto e del saldo del  contributo straordinario contro il caro bollette previsto dal decreto Ucraina   , da effettuare rispettivamente entro il 30 giugno (per un importo pari al 40%) ed entro il 30 novembre 2022 (per la restante parte). Via libera anche ai codici tributo per pagare gli eventuali interessi e sanzioni dovuti

 

 

AGENZIA DELLE ENTRATE -  INTERPELLI

Risposta n. 330 del 21 giugno 2022 – Rimborsi IVA - Garanzia - assunzione diretta dell'obbligazione

il mancato deposito nel registro delle imprese del bilancio consolidato costituisce causa ostativa all'assunzione dell'obbligo di garantire le eccedenze di credito, trasferite alla procedura di liquidazione Iva di gruppo. L'esistenza della franchigia, inoltre, va verificata con riferimento al conto fiscale delle società, in proporzione al rispettivo credito utilizzato nella detta procedura.

 

Risposta n. 331 del 21 giugno 2022 – bonus locazioni e  divieto di compensazione

Relativamente alla possibilità di compensare il credito d'imposta sulle locazione di immobili a uso non abitativo e affitto d'azienda pur in presenza di debiti tributari iscritti a ruolo a proprio carico, il divieto di compensazione si riferisce esclusivamente ai crediti relativi ad imposte erariali qualora si sia in presenza di debiti iscritti a ruolo per imposte erariali e relativi accessori, di ammontare superiore a 1.500 euro, e per i quali è scaduto il termine di pagamento.

 

Risposta n. 332 del 21 giugno 2022 – Credito d'imposta locazione di immobili a uso non abitativo e affitto d'azienda

Agevolazioni Zes per l'acquisto di terreni e l'acquisizione, per la realizzazione o l'ampliamento di immobili strumentali per gli investimenti effettuati a partire dal 1° maggio 2022. Tassazione agevolata preclusa nel caso in cui l’immobile sia acquistato da una società appartenente allo stesso gruppo. Sconto fiscale cumulabile al bonus Mezzogiorno riconosciuto per lo stesso investimento, a patto che il cumulo non porti al superamento del costo sostenuto per l'investimento.

 

Risposta n. 337 del 23 giugno 2022 – benefici IAP e installazione pannelli solari

La costituzione del diritto di superficie sui lastrici solari insistenti sui fabbricati rurali acquistati con le agevolazioni per gli Imprenditori agricoli professionali (Iap) che prevedono l’imposta catastale all’1% e imposta fissa di registro e ipotecaria pari a 200 euro non integra una causa di decadenza dalle medesime agevolazioni, anche se viene concesso prima dei cinque anni, purché non venga meno la coltivazione diretta del fondo sul quale gli stessi sono situati e i fabbricati rurali continuino a mantenere la propria destinazione d'uso rurale strumentale alla coltivazione diretta del medesimo terreno.

 

Risposta n. 340 del 23 giugno 2022 - Ambito applicativo delle modalità di calcolo dei limiti di spese ammesse alle detrazioni a favore di una Fondazione

I compensi ai membri del consiglio di amministrazione della Onlus fanno saltare il calcolo “agevolato” dei limiti di spesa ammessi al Superbonus. Questo anche se gli stessi vi hanno rinunciato prima dell’inizio dei lavori e per tutta la loro durata.

 

Risposta n. 341 del 23 giugno 2022 - Superbonus: "interventi trainati" su unità immobiliare facente parte di un condominio sottoposto a vincoli

Può fruire del Superbonus per le spese di rifacimento degli impianti di riscaldamento, raffrescamento e fornitura di acqua calda sanitaria e per la sostituzione degli infissi, il titolare di un condominio soggetto a tutela culturale e paesaggistica, a patto che siano rispettate tutte le condizioni previste dalle disposizioni di favore. La preclusione vale invece per l'installazione di impianti solari fotovoltaici e di infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici.

 

Risposta n. 342 del 23 giugno 2022 - ASP (Aziende di Servizio alla Persona) e Superbonus

Per assenza dei presupposti soggettivi le Aziende pubbliche di servizi alla persona (Asp) non possono usufruire del Superbonus. L’elencazione tassativa dei potenziali beneficiari stabilita dal comma 9 dell’articolo 119 del decreto Rilancio non prevede tali enti quali fruitori dell’agevolazione.

 

Risposta n. 344 del 23 giugno 2022 - Tassazione somme erogate a seguito di accordo transattivi

L’Agenzia ribadisce che le somme corrisposte ai dipendenti da un ente a seguito di un accordo transattivo, a fini deflattivi di un contenzioso già in atto, concorrono alla formazione del reddito imponibile dei percettori per l'intero ammontare e devono essere assoggettate a tassazione ordinaria, non essendo rinvenibile un’ipotesi di esclusione prevista dalla normativa di riferimento.