///**/
Stampa questa pagina
Martedì, 21 Giugno 2022 11:32

Novità normative e ultime circolari emesse

Disposizioni urgenti per la sicurezza e lo sviluppo delle infrastrutture, dei trasporti e della mobilità sostenibile

Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 139 del 16 giugno 2022, il Decreto Legge 16 giugno 2022, n. 68. Il Decreto prevede disposizioni urgenti per la sicurezza e lo sviluppo delle infrastrutture, dei trasporti e della mobilità sostenibile, nonché in materia di grandi eventi e per la funzionalità del Ministero delle infrastrutture e della mobilità sostenibili.

Il decreto stabilisce la proroga al 30 settembre 2022 dell’obbligo dell’uso delle mascherine Ffp2 sui mezzi pubblici di trasporto esclusi gli aerei, nelle Rsa e nelle strutture sanitarie.

 

INPS

Reddito di libertà finanziato con risorse proprie delle Regioni/Province autonome

Con il messaggio 7 marzo 2022, n. 1053, l'INPS fornisce le istruzioni sulle modalità di finanziamento del Reddito di Libertà (una misura a favore delle donne vittime di violenza e in condizione di povertà) con proprie risorse, da parte delle regioni/province autonome, a incremento delle risorse attribuite a ciascun ente territoriale dallo Stato.

Le risorse sono utilizzate per la gestione delle domande presentate nella stessa regione/provincia autonoma e non accolte per insufficienza della quota di stanziamento statale assegnato alla regione/provincia autonoma stessa. Tali domande, infatti, hanno conservato la validità ai fini dell’accesso alle risorse e saranno istruite e liquidate automaticamente secondo l’ordine cronologico di acquisizione dei dati da parte dell’INPS, mediante l’apposito servizio online.

 

Intervento straordinario di integrazione salariale per accordi di transizione occupazionale

Nel messaggio Inps n. 2423 del 15 giugno 2022  l'INPS pubblica le istruzioni per l'applicazione della novità della legge di Bilancio 2022  che ha previsto  un ulteriore forma di ammortizzatore sociale   per sostenere  lavoratori nelle transizioni occupazionali  a seguito di  riorganizzazioni aziendali. 

In particolare,  la norma ha inserito nel  D.lgs 14 settembre 2015, n. 148, l’articolo 22-ter, rubricato “Accordo di transizione occupazionale”  che prevede il  trattamento di cassa integrazione straordinario  per un periodo massimo di dodici mesi complessivi,  non ulteriormente prorogabili.

 

Vigili del Fuoco e Corpo Forestale: calcolo quota retributiva pensione

L’INPS, con la circolare n. 68 del 14 giugno 2022, fornisce le istruzioni riguardo all’applicazione dell’articolo 54 del d.p.r. 1092/1973 con riferimento al calcolo della quota retributiva delle pensioni liquidate ai sensi dell’articolo 1, comma 12, della legge 335/1995, per il personale operativo del Corpo nazionale dei Vigili del Fuoco e del disciolto Corpo Forestale dello Stato.

 

Le regole per lo sgravio totale apprendistato di primo livello

Con la circolare n. 70 del 15 giugno 2022, l’INPS determina le regole per l’applicazione dello sgravio contributivo totale per le assunzioni, effettuate nel periodo compreso tra il 1° gennaio e il 31 dicembre 2022, con contratto di apprendistato per la qualifica e il diploma professionale, il diploma di istruzione secondaria superiore e il certificato di specializzazione tecnica superiore. L’agevolazione è prevista per i datori di lavoro, che occupano fino a 9 dipendenti, per i primi tre anni di durata del rapporto di lavoro.

 

Chiarimenti sul versamento del contributo addizionale in caso di CIG

L'INPS, con la circolare n. 69 del 15 giugno 2022, fornisce precisazioni in merito al contributo addizionale che si applica a tutte le tipologie di cassa integrazione, ivi compresa la cassa integrazione in deroga.

La contribuzione deve essere calcolata sulla retribuzione globale che sarebbe spettata al lavoratore per le ore di lavoro non prestate (c.d. retribuzione persa, quale base di calcolo dell’importo dell’integrazione salariale e, al contempo, della misura del contributo addizionale, maggiorata dei ratei di mensilità aggiuntive, a prescindere da ogni pattuizione negoziale che possa riguardare il trattamento retributivo dei lavoratori interessati da provvedimenti di integrazione salariale) e che la misura dell’aliquota varia in funzione dell’intensità di utilizzo delle integrazioni salariali nell’ambito del quinquennio mobile.

 

Errata corrige circolare n. 66 del 9 giugno 2022

L’INPS, con il messaggio n. 2413 del 14 giugno 2022, comunica che, con riferimento alla circolare n. 66 del 9 giugno 2022, al paragrafo 2.2 “Sezione II – Contributi previdenziali dovuti dai professionisti iscritti alla Gestione separata INPS”, al punto “Calcolo del contributo dovuto”, per mero errore materiale, nel penultimo capoverso è stato riportato un valore errato anziché l’aliquota corretta pari al 25,98% (cfr. la circolare n. 12/2021).

 

Nuovo servizio “INPS Notizie” per gli assistenti vocali Alexa e Google Assistant

L’INPS, con il messaggio n. 2408 del 14 giugno 2022, informa che nell’ambito delle attività di innovazione previste nei progetti in essere dell’Istituto per l’attuazione del PNRR e mirate a rendere disponibili all’utenza le informazioni e i servizi INPS in una logica multicanale, è stata realizzata la skill “INPS Notizie” dedicata agli assistenti vocali Alexa e Google Assistant.

Attraverso questa funzionalità, attivabile tramite l’app sul proprio smartphone o direttamente attraverso l’interazione vocale con l’assistente, è possibile consultare le ultime dieci news e gli ultimi dieci comunicati stampa dell’Istituto mediante interazione vocale.

 

Bonus 200 euro. I chiarimenti INPS

L’Inps, con il messaggio n. 2397 del 13 giugno 2022, rende noto le indicazioni relative alle modalità con cui i datori di lavoro dovranno corrispondere, con la retribuzione di luglio 2022, l’indennità una tantum di importo pari a 200 euro, introdotta dal Decreto Aiuti (D.L. 50/2022).

Il sopracitato messaggio fornisce le istruzioni per l’esposizione del relativo credito, da parte dei datori di lavoro, sul flusso Uniemens. Inoltre, l’Istituto Previdenziale comunica che è in preparazione una successiva circolare che tratterà gli aspetti applicativi e i casi di erogazione diretta da parte dell’INPS dell’indennità (art. 32 del Dl 50/2022).

L’INPS ribadisce il riconoscimento in automatico dell’indennità una tantum, per una sola volta, previa acquisizione, da parte del datore di lavoro, di un’autocertificazione del lavoratore stesso che dichiari per iscritto di non percepire una pensione e di non essere destinatari del Reddito di Cittadinanza. Inoltre, ricorda che per fruire dell’indennità in esame i lavoratori devono aver beneficiato della riduzione contributiva dello 0,80% in almeno uno dei 4 mesi del primo quadrimestre del 2022.

 

 

ISPETTORATO NAZIONALE DEL LAVORO

Modello Unirete – chiarimenti

L’Ispettorato nazionale del lavoro, con la nota n. 1229 del 16 giugno 2022, ha fornito chiarimenti in merito all’utilizzo del modello Unirete di cui al D.M. 205 del 29 ottobre 2021.

La nota precisa che le imprese della rete devono utilizzare il modello in questione sia per i distacchi intra-rete sia fuori dalla rete, ma sempre ed esclusivamente in relazione a lavoratori in regime di codatorialità. In tal senso, il modello Unirete va dunque utilizzato nel caso in cui un lavoratore in regime di codatorialità sia distaccato presso una impresa appartenente alla rete (evidentemente non co-datore) oppure ad impresa non appartenente alla rete mentre, nel caso in cui il distacco coinvolga lavoratori non in codatorialità, occorre utilizzare il modello Unilav tradizionale.

Un secondo aspetto esaminato è quello della “rete soggetto” che, essendo giuridicamente autonoma e distinta rispetto alle aziende retiste, in quanto dotata di personalità giuridica propria, ha la facoltà di assumere direttamente i propri dipendenti da impiegare nella realizzazione degli obiettivi prefissati nel programma di rete. Se tali dipendenti vengono occupati presso le imprese retiste è necessario utilizzare il modello Unirete.  Infatti, specifica l’Ispettorato, la “messa a fattor comune” dei dipendenti nell’ambito di una rete-soggetto è consentita laddove le parti contraenti abbiano scelto di aderire al regime di codatorialità nella gestione dei rapporti di lavoro.

 

 

INAIL

Nuovo applicativo per l’invio dei certificati medici di infortunio sul lavoro

L’Inail, con la circolare n. 25 del 14 giugno 2022, illustra il nuovo servizio per l’invio dei certificati di infortunio sul lavoro, operativo dal 28 aprile 2022, che consente ai medici – compresi quelli operanti nelle strutture sanitarie e sociosanitarie – di inserire informazioni e dati riguardanti l’evento lesivo in modo strutturato e omogeneo.

Sarà sufficiente accedere al portale istituzionale INAIL con le credenziali SPID, CIE o CNS. I referenti territoriali delle strutture sanitarie e socio-sanitarie dovranno inviare la richiesta per l’abilitazione alla trasmissione telematica dei certificati di infortunio sul lavoro.

La circolare, inoltre, fornisce indicazioni sulle modalità di trasmissione dei certificati medici. Dal 2023 non sarà più attivo il servizio di trasmissione in cooperazione applicativa tramite Porta di Dominio.

 

 

AGENZIA DELLE ENTRATE

Modalità di versamento del contributo solidaristico contro il caro bollette

Con un provvedimento del 17 giugno 2022, l’Agenzia delle entrate, sentita l'Autorità di regolazione per l'energia, reti e ambiente (Arera), pubblica gli adempimenti dichiarativi e le modalità di versamento del contributo a titolo solidaristico dovuto da produttori, estrattori e distributori di energia e gas, e finalizzato a disinnescare gli effetti degli aumenti di prezzi e tariffe del settore energetico su famiglie e imprese.

Acconto e saldo vanno assolti, rispettivamente entro i prossimi 30 giugno e 30 novembre, mediante modello F24, utilizzando i codici tributo che saranno a breve istituiti con apposita risoluzione

 

Aliquote IVA e crediti d’imposta nel settore del gas. Chiarimenti

Con la circolare n. 20 del 16 giugno 2022 l'Agenzia delle Entrate fornisce chiarimenti in merito all'aliquota Iva applicabile alle forniture di gas metano per combustione e per autotrazione nonché all'ambito applicativo delle agevolazioni fiscali previste a sostegno delle imprese in relazione alle spese sostenute per il gas consumato.

 

Cambio valute mese di maggio

L'Agenzia delle entrate con il provvedimento del 16 giugno 2022 accerta le medie dei cambi delle valute estere calcolati a titolo indicativo dalla Banca d’Italia sulla base di quotazioni di mercato. Per le sole valute evidenziate con l’asterisco i dati sono rilevati contro euro nell’ambito del Sebc (Sistema europeo di banche centrali).

 

Istituzione del codice tributo per il credito d’imposta a favore delle imprese gasivore

L'Agenzia delle entrate con la risoluzione n. 28 del 13 giugno 2022, istituisce il codice tributo 6966  che le imprese gasivore dovranno indicare nel modello F24 per beneficiare del credito d’imposta pari al 10% della spesa sostenuta per l’acquisto del gas naturale consumato nel primo trimestre del 2022. L’agevolazione, già prevista dal decreto “Sostegni-ter” nell’ambito delle misure adottate contro il caro prezzi generato dalla crisi ucraina, è stata estesa, anche se in misura ridotta, dal decreto “Aiuti” anche ai costi sostenuti nei primi tre mesi dell’anno (articolo 4, Dl n. 50/2022). Il bonus è riconosciuto per l’acquisto del gas, consumato in quel periodo, per usi energetici diversi da quelli termoelettrici e spetta se il prezzo medio di riferimento dell’ultimo trimestre 2021 è aumentato di oltre il 30% rispetto al prezzo dello stesso trimestre del 2019.