Lunedì, 13 Giugno 2022 12:32

Le Novità Normative della Settimana dal 6 al 13 giugno 2022

INPS

Compilazione del Quadro RR

Con la  circolare n. 66 del 9 giugno 2022, l’INPS pubblica le istruzioni in ordine alle modalità di compilazione del quadro RR del modello “Redditi 2022-PF” cui devono attenersi i soggetti iscritti alle Gestioni previdenziali degli artigiani e degli esercenti attività commerciali, nonché i lavoratori autonomi iscritti alla Gestione separata. Nel documento  l’Istituto si sofferma anche sulle modalità di rateizzazione della contribuzione dovuta, sull’esposizione dell’eventuale esonero contributivo spettante e sulle modalità di compensazione degli eventuali crediti.

 

Chiarimenti in materia di minimale contributivo nell’ipotesi di cooperative che abbiano adottato un piano di crisi aziendale

L’INPS, con il  messaggio n. 2350 dell’8 giugno 2022, si sofferma sulla corretta individuazione dell’obbligo contributivo in capo alle società cooperative nell’ambito di un “piano di crisi aziendale”, precisando limitatamente al periodo di durata del piano di crisi aziendale, l’obbligazione contributiva “andrà quantificata sulla base di un imponibile corrispondente alle somme effettivamente corrisposte ai lavoratori, nel rispetto tuttavia del minimale contributivo giornaliero di cui all’art. 1, comma 2, del medesimo D.L. n. 338/1989”.

 

 

MINISTERO DEL LAVORO

Apprendistato 1° livello. Pubblicate le linee guida

Il Ministero del Lavoro con la circolare n. 12 del 6 giugno 2022, mette a disposizione le linee guida sull'apprendistato di primo livello.

L’obiettivo del contratto di apprendistato di primo livello è permettere ai giovani tra 15 e 25 anni di conseguire un titolo di studio di maturità tramite un percorso di formazione duale.

Precisando che nel rispetto dei limiti di durata minimo e massimo fissati dalla legge, si assume, quale termine conclusivo del contratto di apprendistato, la data di pubblicazione degli esiti dell’esame finale, sostenuto dall’apprendista. A decorrere da tale data, sarà dunque possibile proseguire con ordinario rapporto di lavoro a tempo indeterminato, prorogare il contratto di apprendistato di primo livello, trasformare il contratto di apprendistato di primo livello in apprendistato professionalizzante, recedere dal contratto.

 

 

ISPETTORATO NAZIONALE DEL LAVORO

Sospensione attività da rinviare in caso di “pericolo”

È possibile rinviare la sospensione dell’attività d’impresa prevista dall'art. 14 del D.Lgs. n. 81/2008 nel caso in cui l’interruzione comporti gravi conseguenze ai beni e alla produzione (ad es. nel settore agricolo o in quello zootecnico) nonché la compromissione del regolare funzionamento di un servizio pubblico. A renderlo noto èl’Ispettorato Nazionale del Lavoro con la nota n. 1159 del 7 giugno 2022 specificando come la mancata adozione del provvedimento di sospensione sia da considerarsi l'extrema ratio qualora dalla stessa derivino situazioni di pericolo imminente o di grave rischio per la salute dei lavoratori o dei terzi o per la pubblica incolumità. Nel caso in cui non ricorrano i presupposti per una mancata adozione del provvedimento di sospensione ma si valuti che dallo stesso possano comunque derivare significativi danni per ragioni tecniche, sanitarie o produttive– si legge nella nota – si potrà valutare il posticipo degli effetti della sospensione in un momento successivo a quello dell’adozione del provvedimento, come previsto dal comma 4, articolo 14 del Testo Unico Sicurezza sul Lavoro,nel quale si fa riferimento al momento della “cessazione dell’attività lavorativa in corso che non può essere interrotta”.

 

 

AGENZIA DELLE ENTRATE

Bonus edilizi. Modificate le norme attuative

Con il provvedimento del 10 giugno 2022, l’Agenzia delle entrate, sulla base delle modifiche apportate dal “Sostegni-ter” convertito e dal decreto “Aiuti” alle modalità di cessione dei crediti connessi agli interventi edilizi, apporta le necessarie modifiche al provvedimento del 3 febbraio scorso  che, nell’approvare il modello di cessione, aveva fornito indicazioni non più in linea con le attuali norme.

Aggiornata anche la Piattaforma telematica per comunicare il trasferimento dei crediti, per gestire la tracciabilità e il divieto di cessione parziale delle rate annuali

 

Pronti i codici tributo per il versamento dell'imposta immobiliare sulle piattaforme marine

Con la risoluzione dell’Agenzia delle entraten. 27 del 10 giugno 2022, sono stati istituiti i codici tributo  “3971”, “3972” e “3973”  che le imprese proprietarie delle piattaforme marine dovranno utilizzare per versare ai Comuni, nelle cui acque territoriali sono installati tali manufatti, la quota a essi spettante della nuova imposta immobiliare (Impi) introdotta in sostituzione di ogni altra imposizione immobiliare locale dal collegato fiscale al Bilancio 2020.

 

Bonus wedding al via alle istanze dal 9 al 23 giugno

Con il provvedimento firmato oggi, 8 giugno 2022, l’Agenzia delle entrate attua la norma contenuta nell’articolo 1-ter, comma 1, del decreto “Sostegni-bis” (Dl n. 73/2021), con il quale il governo ha destinato risorse finanziarie per 60 milioni di euro al ristoro di alcuni settori economici particolarmente danneggiati dall’emergenza economica da Covid-19: il settore del “wedding”, quello dell’intrattenimento e dell’organizzazione di feste e cerimonie e il settore dell’Ho.Re.Ca. (hotellerie-restaurant-catering).

Il decreto del ministero dello Sviluppo economico di concerto con il ministero dell’Economia e delle Finanze del 30 dicembre 2021, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 19 febbraio 2022, ha individuato la platea dei beneficiari, i requisiti necessari e la modalità di ripartizione dei fondi, affidando all’Agenzia delle entrate le attività di gestione delle istanze, ripartizione proporzionale dei fondi ed erogazione.

 

 

Istituzione del codice tributo per il  credito d’imposta a favore delle imprese di produzione dei videogiochi

L'Agenzia delle entrate, con la risoluzione n. 26 dell'8 giugno 2022 istituisce il codice tributo “6977” che le imprese produttrici di videogiochi di “valore culturale” e made in Italy dovranno indicare nel modello F24 per usufruire, soltanto in compensazione, del credito d’imposta pari al 25% del costo di produzione del videogame e fino a un milione di euro.

 

 

 

 

AGENZIA DELLE ENTRATE – INTERPELLO

 

Risposta n. 329 del 10 giugno 2022 - Servizio di ricarica per auto elettriche private dei dipendenti – welfare aziendale

Una holding che effettua investimenti per aumentare l'efficienza energetica e svolge anche un lavoro di formazione sia all'interno che all'esterno delle proprie aziende per sensibilizzare e incentivare il personale all’uso delle auto elettriche, non dovrà computare come reddito da lavoro dipendente le spese relative a sei mesi di ricarica che intende riconoscere gratuitamente alla generalità dei dipendenti che acquisteranno un’auto elettrica entro un determinato periodo di tempo. Il benefit infatti rientra nell’ambito delle iniziative di welfare delle imprese, escluse da imposizione fiscale, (articolo 51, comma 2, lettera f), del Tuir).

 

Risposta n. 328 del 9 giugno 2022 - Differimento dei termini di accertamento IVA - effetti sul termine di presentazione della dichiarazione integrativa

è possibile modificare la scelta di utilizzo del credito Iva, sempreché il rimborso non sia stato ancora eseguito, presentando una dichiarazione integrativa non oltre il 31 dicembre dell’anno in cui è stata presentata la dichiarazione e indicando il credito risultante dalla dichiarazione integrativa nella dichiarazione relativa al periodo d'imposta in cui è presentata la dichiarazione integrativa stessa.

 

Risposta n. 326 del 8 giugno 2022 - Atto costitutivo di comunione di terreni tra colottizzanti

L’atto di messa in comunione di terreni tra colottizzanti, privo di intenti speculativi, che non comporta pagamento di conguagli in denaro e che risulta funzionalmente connesso con la Convenzione di lottizzazione, in quanto intende rimuovere gli squilibri patrimoniali derivanti dalla sua attuazione, può essere ricondotto nell'ambito di applicazione dell’articolo 20 della legge n. 10/1977, con conseguente applicazione dell'imposta di registro nella misura fissa ed esenzione dalle imposte ipotecaria e catastale.

 

Risposta n. 324 del 6 giugno 2022 - Decadenza incentivi per la valorizzazione edilizia

L’impresa di costruzioni che dopo aver acquistato un fabbricato usufruendo del regime previsto dal decreto “Crescita” rivende l’immobile senza aver effettuato gli interventi richiesti per usufruire della tassazione ridotta, perde l’agevolazione e dovrà versare le imposte di registro, ipotecaria e catastale ordinarie insieme a una sanzione pari al 30% dei tributi.

 

 

AGENZIA DELLE DOGANA

Aliquote delle accise sui carburanti

L'Agenzia delle dogane, con la circolare n. 23 dell'8 giugno 2022, conferma per il periodo 3 maggio – 8 luglio 2022 le aliquote di accisa di: 478,40 euro per mille litri per la benzina, di 367,40 euro per mille litri per gli oli da gas o il gasolio utilizzato come carburante e di 182,61 euro per mille chilogrammi per il Gpl. Mantenuta, quindi, l’efficacia delle riduzioni introdotte dall’articolo 1, comma 1, del Dl n. 21/2022, dall’articolo 1 del decreto del ministro dell’Economia e delle Finanze di concerto con il ministro della transizione ecologica del 18 marzo 2022 e successivamente dal decreto interministeriale del 6 aprile 2022.

La circolare delle Dogane ricorda fra l’altro che il Dl n. 51/2022 all’articolo 1-bis, comma 1, lettera a) ha previsto che la rideterminazione temporanea che va dal 3 maggio all’8 luglio vale anche per un’ulteriore aliquota di accisa e cioè quella relativa al gas naturale usato per autotrazione che va da euro 0,00331 per metro cubo ad euro zero per metro cubo. Di tale aliquota si dovrà tener conto in sede di liquidazione dell’accisa nelle fatturazioni del gas naturale per autotrazione forniti in questa finestra temporale.