Giovedì, 19 Maggio 2022 15:11

Dentro ai crediti d'imposta della Manovra 2022

Le novità in materia di credito d'imposta contenute nella legge di Bilancio per il 2022 sotto la lente dell'Agenzia delle Entrate. Nella circolare 14/E del 17 maggio 2022 si entra nel dettaglio dei bonus previsti dalla Manovra in caso di investimenti in beni strumentali nuovi (comma 44, articolo 1, legge n. 234/2021), per ricerca e sviluppo, transizione energetica, innovazione 4.0 (comma 45), spese di consulenza per la quotazione di Pmi (comma 46) come anche per i versamenti al Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile (commi 135 - 136), il tax credit librerie (comma 351) e la proroga del credito previsto per l'installazione di sistemi di miglioramento qualitativo dell'acqua potabile per il consumo umano (comma 713) o di impianti di compostaggio presso i centri agroalimentari di alcune regioni (commi da 831 a 834). La trattazione sistematica contenuta nel provvedimento contribuisce a chiarire alcuni dubbi interpretativi della norma, fornendo così indicazioni operative per gli interessati e i rispettivi consulenti.

Tra i temi analizzati, ad esempio, l'estensione al 31 dicembre 2025 (ovvero al 30 giugno 2026) del periodo nel quale le imprese possono godere di un credito d'imposta per l'acquisto di beni strumentali ordinari e nuovi, funzionali alla trasformazione tecnologica e digitale secondo il modello “Industria 4.0” e della relativa gestione del platfond di spesa ammissibile, su base annuale e non per l'intero triennio. E ancora, sul nuovo bonus “ricerca, sviluppo e innovazione” introdotto dalla legge di Bilancio 2022, la circolare ricorda perimetro d'applicazione, modalità e importi erogati e la sua subordinazione al rispetto delle norme di sicurezza e agli obblighi contributivi da parte del richiedente.

 

Notizie correlate: Fisco, le principali novità della legge di Bilancio 2022 - In dubbio gli effetti riformatori della Manovra - Compensazione crediti fiscali e visto conformità: limiti, obblighi e controlli