Stampa questa pagina
Giovedì, 12 Maggio 2022 13:38

Riforma crisi d’impresa: obblighi, rischi e opportunità

Si terrà il 18 maggio 2022, dalle ore 15:00 alle 18:00, il webinar dal titolo “La crisi d’impresa tra obblighi, rischi e opportunità della riforma”, organizzatodall’Istituto per il Governo Societario (I.G.S.) e dalla Fondazione Accademia di Ragioneria in collaborazione con i Consigli Nazionali degli Ordini dei Consulenti del Lavoro, dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili, del Notariato e Forense. L’evento, moderato da Alessandro Galimberti, giornalista de “Il Sole 24Ore”, sarà aperto da Fabio Fortuna, Rettore Università Telematica UNICUSANO e componente del Consiglio Direttivo I.G.S. e vedrà, tra i saluti, Giovanni Marcantonio, Segretario del Consiglio Nazionale dell’Ordine. Ad introdurre i lavori Renato Rordorf, già Presidente aggiunto della Suprema Corte di Cassazione e componente del Comitato Scientifico I.G.S.

Molteplici le relazioni e le tematiche affrontate nel corso del pomeriggio formativo: gli interventi normativi di sostegno alle imprese al tempo della pandemia e della guerra in Ucraina, il ruolo dell’organo di controllo per la composizione negoziata nella crisi d’impresa, le condizioni economiche e finanziarie delle imprese, l’adeguatezza degli assetti in funzione della rilevazione tempestiva della crisi secondo il nuovo art. 3 del Codice della crisi d’Impresa e dell’insolvenza, prevenzione della crisi d’impresa. Ad intervenire anche Massimo Braghin, Consigliere Nazionale dell'Ordine dei Consulenti del Lavoro e componente del Comitato Scientifico I.G.S., sul tema legato ai rapporti di lavoro nella crisi d’impresa. La partecipazione al webinar sarà gratuita e permetterà di ottenere crediti validi ai fini della formazione continua obbligatoria. Per iscriversi occorre compilare il format disponibile al seguente link.

La locandina

 

Notizie correlate: Crisi d’impresa: certificazione debiti contributivi e procedura VE.R.A. - La redazione del bilancio 2021 - Riforma del processo tributario: prospettive e proposte