Giovedì, 10 Febbraio 2022 16:05

Calderone, far ripartire il lavoro autonomo

Anche il 2022 sta ponendo le imprese italiane di fronte ad una sfida molto dura da vincere, perché sempre più di frequente si trovano sole a fronteggiare farraginosi adempimenti, una concorrenza internazionale pressante, una carenza di competenze oltre che rigide regole di sistema. Il lavoro autonomo è certamente il più colpito: da uno studio della Fondazione Studi Consulenti del Lavoro è emerso infatti che nel 3° trimestre 2021 i lavoratori autonomi sono diminuiti di 350mila unità rispetto allo stesso periodo del 2019. Perché "si è intervenuti sul lavoro subordinato e poco è stato fatto sul lavoro autonomo. Lo sforzo principale è recuperare terreno su questo fronte, perché è dal lavoro autonomo che nasce il lavoro subordinato”, ha sottolineato la Presidente del Consiglio Nazionale dell’Ordine, Marina Calderone, sul mensile Economy. Su questo fronte operano i 26 mila Consulenti del Lavoro italiani, assolvendo un ruolo di sostegno e supporto alle aziende che, con l’iniziativa autonoma, generano anche lavoro subordinato. Approfondimenti sul mondo del lavoro, sulle problematiche economiche e sociali e sui temi vicini alla Categoria saranno illustrati da questo mese e fino alla fine dell'anno sull'edizione digitale del mensile Economy.  

Notizie correlate: Calderone: investire in formazione per favorire l'occupabilità - Sempre più spazi ai Consulenti del Lavoro - Un ammortizzatore sociale unico per le crisi future