Stampa questa pagina
Martedì, 18 Gennaio 2022 15:40

Le Novità Normative della Settimana dal 10 al 16 gennaio 2022

Programmazione dei flussi d'ingresso dei lavoratori non comunitari

Sara pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 17 gennaio 2022, il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 21 dicembre 2021 di programmazione dei flussi 2021, con cui sono state fissate le quote dei lavoratori stranieri che possono fare ingresso in Italia per lavorare.

Il Decreto fissa una quota massima di ingressi pari a69.700 unità, 42.000 delle quali riservate agli ingressi per motivi di lavoro stagionale.

Al fine di prevenire forme d'intermediazione illecita, si è replicata anche quest'anno lasperimentazione, riservando - nell'ambito della quota complessiva di 42.000 unità - 14.000 quote, per il solo settore agricolo, ai lavoratori nei cui confronti le domande di nulla-osta siano presentate, in nome e per conto dei datori di lavoro, dalle organizzazioni professionali dei datori di lavoro indicate nel Decreto(Cia, Coldiretti, Confagricoltura, Copagri, Alleanza delle cooperative (Lega cooperative e Confcooperative).

Le quote, infine, stabilite per gli ingressi per motivi di lavoro non stagionale e autonomo sono 27.000 e, tra queste, 20.000 sono riservate agli ingressi per lavoro subordinato non stagionale nei settori dell'autotrasporto, dell'edilizia e turistico-alberghiero per cittadini dei Paesi che hanno sottoscritto o stanno per sottoscrivere accordi di cooperazione in materia migratoria con l'Italia.

 

INPS

Delega dell’identità digitale. Richiesta della delega online per i figli minorenni

Con il messaggio n. 171 del 13 gennaio 2022, l'INPS informa che il genitore che esercita la responsabilità genitoriale può registrare direttamente online una delega a proprio nome, per l’esercizio dei diritti del figlio minore, senza la necessità di recarsi presso uno sportello INPS.

Per registrare la delega online, il genitore deve accedere al servizio disponibile nell’area riservata MyINPS, sezione “Deleghe identità digitali”, alla voce “Inserisci la delega per conto di un figlio minorenne”, inserendo i relativi dati identificativi.

 

Opzione donna – proroga dei termini

L’INPS, con il messaggio n. 169 del 13 gennaio 2022, recepisce le diposizioni relative alla proroga dei termini per la maturazione dei requisiti richiesti per l’accesso alla pensione anticipata c.d. opzione donna. Si tratta dell’estensione voluta dalla Legge di Bilancio 2022, con la contestuale disapplicazione degli adeguamenti alla speranza di vita. È già attiva la funzione per l’invio on line della domanda per il pagamento dal 01/09/2022 della pensione Opzione donna per le nate fino al 31/12/1963.

 

Domanda di pensione – quota 102

L’INPS, con il messaggio 10 gennaio 2022, n. 97, rende noto le modalità di presentazione della di domanda di pensione Quota 102, tramite il servizio online, in attesa della pubblicazione della circolare illustrativa.

L’articolo 1, comma 87, lettere a) -c), Legge di Bilancio 2022, ha, infatti, modificato l’articolo 14, D.L. 4/2019, in materia di pensione Quota 100: si ha diritto alla pensione anticipata al raggiungimento, entro il 31 dicembre 2022, di un’età anagrafica di almeno 64 anni e di un’anzianità contributiva minima di 38 anni (c.d. pensione Quota 102).

 

Decontribuzione settore del turismo. Elaborazione delle domande

Con il messaggio n. 96 del 10 gennaio 2022, L’INPS, in merito all’esonero contributivo Covid-19 riservato ai datori di lavoro privati dei settori del turismo, degli stabilimenti termali e del commercio, nonché del settore creativo, culturale e dello spettacolo, comunica che sono state elaborate le istanze telematiche pervenute all’Istituto tra l’11 novembre e il 16 dicembre 2021, pertanto, fornisce le istruzioni per la compilazione delle dichiarazioni contributive da parte dei datori di lavoro che hanno ricevuto un esito di accoglimento della richiesta di esonero

 

Proroga al 31 marzo 2022 del “Congedo parentale SARS CoV-2”

L’Inps, con il messaggio 8 gennaio 2022, n. 74, rende noto che l’art. 17 del D.L 24 dicembre 2021, n. 221, ha prorogato fino al 31 marzo 2022 il termine per la fruizione del "Congedo parentale SARS CoV-2" per genitori lavoratori con figli affetti da SARS CoV-2, in quarantena da contatto o con attività didattica o educativa in presenza sospesa o con centri diurni assistenziali chiusi

 

 

MINISTERO DEL LAVORO

Obbligo di comunicazione dei lavoratori autonomi occasionali

Con Nota prot. n. 29 dell'11 gennaio 2022, il Ministero del Lavoro e l'Ispettorato Nazionale del Lavoro forniscono le prime indicazioni con riferimento alla comunicazione obbligatoria dei rapporti di lavoro autonomo occasionale

In attesa dell'integrazione degli applicativi in uso presso il Ministero, la comunicazione andrà eseguita attraverso l'invio di un’e-mail allo specifico indirizzo di posta elettronica ordinaria che sarà messo a disposizione da ciascun Ispettorato Territoriale del Lavoro competente per territorio. 

L'obbligo riguarda i rapporti avviati dopo l'entrata in vigore della disposizione o anche avviati prima e ancora in corso alla data del 21 dicembre 2021.In relazione ai rapporti già in essere al 21 dicembre 2021, è possibile l'invio della comunicazione entro 7 giorni dalla pubblicazione della Nota, ovvero entro il 18 gennaio 2022.Per i rapporti avviati successivamente alla data di pubblicazione della Nota, la comunicazione andrà eseguita prima dell'inizio della prestazione del lavoratore autonomo occasionale.

 

Decreto Flussi 2021: on line la circolare esplicativa

Il Ministero del Lavoro, di concerto con i Ministeri dell’Interno e delle Politiche Agricole, ha emanato la circolare congiunta prot. 116 del 5 gennaio 2022, con la programmazione dei flussi d’ingresso dei lavoratori non comunitari nel territorio dello Stato, anno 2021

Dalle ore 9 di mercoledì 12 gennaio, all’indirizzo https://nullaostalavoro.dlci.interno.it sarà disponibile l’applicazione per precompilare le domande, da inoltrare possedendo un’identità Spid. Per l’assunzione di lavoratori non stagionali, per gli autonomi e per le conversioni il via sarà dato alle ore 9 del 27 gennaio. Rientrano tra queste domande anche quelle per i non stagionali dell’autotrasporto, dell’edilizia e del turismo appartenenti a Paesi che hanno sottoscritto accordi di cooperazione, mentre per gli altri le domande potranno essere trasmesse solo dopo 15 giorni dalla pubblicazione dell’accordo sulla Gazzetta Ufficiale. Le domande per gli stagionali andranno invece presentate dalle ore 9 del 1° febbraio.

Nella circolare si sottolinea che il termine per tutte le domande è quello del 17 marzo 2022 e che le istanze saranno trattate sulla base del loro ordine cronologico di presentazione.

 

INAIL

Pagamento in quattro rate del premio di autoliquidazione 2021-2022

Con la nota prot. n. 198 dell’11 gennaio 2022 l’INAIL ha comunicato i coefficienti per il calcolo degli interessi nel caso di pagamento rateale del premio di autoliquidazione 2021/2022.

Di seguito i valori:

Rate

Data scadenza

Data utile per il pagamento

Coefficienti interessi

16 febbraio 2022

16 febbraio 2022

0

16 maggio 2022

16 maggio 2022

0,00024384

16 agosto 2022

22 agosto 2022

0,00049589

16 novembre 2022

16 novembre 2022

0,00074795

 

 

AGENZIA DELLE ENTRATE – INTERPELLO

Risposta n. 07 del 11 gennaio 2022 – fatturazione elettronica imposta di bollo

Le fatture che indicano il pagamento di corrispettivi relativi a operazioni soggette a Iva sono esenti dall'imposta di bollo, mentre pagano il tributo pari a 2 euro solo nel caso in cui, oltre a indicare i corrispettivi che si riferiscono alle operazioni sottoposte a Iva, attestano pagamenti esclusi dalla base imponibile dell’imposta sul valore aggiunto per un ammontare superiore a 77,47 euro

 

Risposta n. 08 del 11 gennaio 2022 – regime iva per la custodia titoli

Il corrispettivo annuale corrisposto alla banca che, in base a una convenzione, gestisce la riscossione delle entrate, il pagamento delle spese e la custodia di titoli e valori di un Comune, è esente da Iva. Questo perché il Comune non ha mai usufruito di tale ultimo servizio che, al contrario, avrebbe attratto il richiamato compenso nel perimetro di applicazione dell’imposta.

 

Risposta n. 10 del 11 gennaio 2022 – superbonus calcolo del rapporto tra la superficie delle unità immobiliari residenziali e la superficie delle unità non residenziali

Ai fini del Superbonus, nel calcolo della superficie complessiva destinata a residenza devono essere conteggiate tutte le unità immobiliari residenziali che fanno parte dell'edificio, comprese quelle rientranti nelle categorie catastali escluse dal Superbonus (A/1, A/8 e A/9) e incluso il fabbricato con indipendenza funzionale e accesso autonomo dall'esterno. Se la superficie complessiva delle unità residenziali non raggiunge il 50%, possono beneficiare della detrazione del 110% per gli interventi realizzati sulle parti comuni del fabbricato soltanto i proprietari di unità immobiliari destinate ad abitazione comprese nello stesso fabbricato

 

Risposta n. 12 del 11 gennaio 2022 - incarico di Commissario Straordinario svolto dal dipendente/socio

I compensi per l’incarico di componente del "collegio commissariale" della procedura di amministrazione straordinaria svolto dal dipendente/socio della società di consulenza, versati direttamente sul conto di quest’ultima, non concorrono al reddito in capo al dipendente/socio, con esclusione della ritenuta d'acconto. Le somme concorrono al reddito della società, e pertanto devono essere fatturate ed assoggettate ad Iva.

 

Risposta n. 13 del 11 gennaio 2022 – contributo a fondo perduto per riduzione canone contratti di locazione

L'Agenzia ha chiarito che il contributo a fondo perduto per la riduzione del canone di locazione spetta se il rapporto locatizio sussiste alla data del 29 ottobre 2020 e per i soli locatori che, dal 25 dicembre 2020 al 31 dicembre 2021, hanno ridotto il canone per tutto o per parte dell'anno 2021. Ok alla misura per il locatore che abbia proceduto a due successive rinegoziazioni, se nel rispetto dei limiti di legge e prassi.

 

Risposta n. 14 del 11 gennaio 2022 – importazioni da S. Marino

Nelle importazioni di beni nella Repubblica di San Marino dal territorio comunitario il trasferimento della merce deve essere sempre accompagnato dal documento di prova T2, che attesta il fatto che le merci sono in libera pratica all’interno dell’Unione europea. La normativa non prevede alcuna deroga alla presentazione di tale documentazione.

 

Risposta n. 16 del 12 gennaio 2022 -Imposta sui servizi digitali. Criteri per il calcolo

In tema di imposta sui servizi digitali, per determinare il superamento di entrambe le soglie si ha riguardo ai ricavi realizzati sia singolarmente che a livello di gruppo. Per "gruppo" s'intendono tutte le entità, residenti e non residenti, incluse nel bilancio consolidato redatto in conformità ai principi internazionali d'informativa finanziaria o a un sistema nazionale d'informativa finanziaria. Come precisato nella citata circolare n. 3 del 2021, nel gruppo sono incluse le entità che si consolidano integralmente o con il metodo del pro-rata, secondo i principi contabili applicabili, con esclusione delle entità che si consolidano con il metodo del patrimonio netto.

 

Risposta n. 21 del 13 gennaio 2022 - Applicazione della ritenuta su operazioni a premio

I premi ricevuti da titolari di partita Iva (piccole e medie imprese e professionisti), per effetto della sottoscrizione di contratti per la fornitura di energia elettrica e gas, rientrano nelle categorie reddituali del reddito d'impresa o di lavoro autonomo, pertanto, agli stessi, in base alle disposizioni contenute nell’articolo 30 del Dpr n. 600/1973, va applicata la ritenuta alla fonte con l'aliquota del 25% e con facoltà di rivalsa per la società promotrice dell’operazione.

 

Risposta n. 23 del 13 gennaio 2022 - Superbonus - interventi effettuati da un condominio composto da più edifici

Ai fini del Superbonus, è necessario che i lavori siano validamente deliberati dall'assemblea condominiale o, come prevede la norma stessa, se consentito, dalle assemblee dei proprietari (o detentori ad altro titolo) delle unità immobiliari dei singoli fabbricati oggetto degli interventi. E in caso di “sconto in fattura” possono essere trasmesse tante comunicazioni quanti sono i fabbricati oggetto degli interventi.

 

Risposta n. 25 del 14 gennaio 2022 - Trattamento IVA dei corsi di insegnamento a distanza

Dal momento che la sede operativa, da cui sono erogati i corsi di danza, è situata nella Regione che ha concesso alla società l'accreditamento delle prestazioni formativo educative, le stesse sono esenti dall’Iva, anche se fornite a partecipanti dislocati fisicamente fuori dal territorio regionale, mediante didattica a distanza attraverso una piattaforma in modalità sincrona, ovvero con interazione in tempo reale tra docente e studente.