Stampa questa pagina
Lunedì, 13 Dicembre 2021 11:45

Riduzione contributiva 2021 in edilizia

L’Inps conferma la riduzione contributiva nel settore dell’edilizia per l’anno 2021. Come si legge nella circolare n.181 del 7 dicembre 2021 il beneficio consiste in una riduzione sui contributi dovuti, nella misura dell’11,50%, per le assicurazioni sociali diverse da quella pensionistica e si applica ai soli operai occupati per 40 ore a settimana. Non spetta, quindi, per i lavoratori a tempo parziale e, conformemente a quanto chiarito con circolare n. 269/1995, in presenza di contratti di solidarietà. Ai fini dell’accesso alla misura occorre che i datori di lavoro posseggano i requisiti di regolarità contributiva attestata tramite Durc, non abbiano riportato condanne passate in giudicato per la violazione della normativa in materia di sicurezza e salute nei luoghi di lavoro nel quinquennio antecedente la data di applicazione dell’agevolazione, fermi restando gli altri obblighi di legge e il rispetto di quanto previsto dall’articolo 1, comma 1, del decreto-legge 9 ottobre 1989, n. 338, convertito, con modificazioni, dalla legge 7 dicembre 1989, n. 389.

Le istanze dovranno essere inviate esclusivamente in via telematica avvalendosi del modulo “Rid-Edil”, disponibile all’interno del Cassetto previdenziale aziende del sito internet dell’Istituto, nella sezione “Comunicazioni on-line”, funzionalità “Invio nuova comunicazione”. I datori di lavoro autorizzati alla fruizione potranno esporre lo sgravio nel flusso UniEmens, a decorrere dal flusso di competenza novembre 2021, con il codice causale L206 nell’elemento <AltreACredito> di <DatiRetributivi>. Per il recupero degli arretrati dovrà essere utilizzato il codice causale L207, nell’elemento <AltrePartiteACredito> di <DenunciaAziendale>. L'Istituto ricorda, infine, che il beneficio potrà essere fruito avvalendosi delle denunce contributive UniEmens fino al mese di competenza febbraio 2022 e i datori di lavoro potranno inviare le domande per l'applicazione della riduzione contributiva, relativa al 2021, fino al 15 marzo 2022.

 

Notizie correlate: Cessione crediti in edilizia: il ruolo del CdL - Verifica della congruità edilizia: burocrazia e costi in aumento - Agevolazioni imprese ed edilizia alla luce del Recovery Plan