Martedì, 09 Novembre 2021 13:30

Le Novità Normative della Settimana dal 1° all'8 novembre 2021

Disposizioni applicative del credito d'imposta per la promozione della musica, nonché' degli eventi di spettacolo dal vivo di portata minore

È stato pubblica sulla Gazzetta Ufficiale n. 261 del 2 novembre 2021 il decreto 13 agosto 2021 del Ministero della Cultura che individua le disposizioni applicative dell’agevolazione legata alla promozione e alla realizzazione di opere sonore, sia realizzate in studio sia eseguite in pubblico.

Il beneficio è riconosciuto per le spese effettuate a partire dal 1° gennaio 2021, per tre anni, nel limite di spesa di 5 milioni annui, fino a esaurimento dello stanziamento disponibile in ciascun periodo d’imposta.

Per ciascuna opera prodotta è riconosciuta una spesa massima di 250mila euro su cui calcolare la detrazione che, quindi, non potrà essere superiore a 75mila euro per ogni produzione o organizzazione. Per ciascuna impresa di produzione è stabilito anche un limite massimo del beneficio complessivo riconoscibile, che ammonta a 800mila euro nei tre anni.

 

INPS

Rilascio di nuovi servizi per gli Enti di Patronato

L’INPS, con il messaggio n. 3813 del 5 novembre 2021, comunica il rilascio di nuovi servizi per gli Enti di Patronato.

Si tratta della: “Comunicazione Bidirezionale Patronati – COMBIPAT” integrata con l’“Agenda Appuntamenti” e reingegnerizzazione del servizio “Agenda Appuntamenti” dal Portale dei Patronati

 

Esonero per le assunzioni di donne lavoratrici effettuate nel biennio 2021-2022. Modalità operative

Con il Messaggio INPS n. 3809 del 5 novembre 2021 sono state fornite le istruzioni operative per la richiesta dell’esonero per le assunzioni di donne lavoratrici effettuate nel biennio 2021-2022, di cui alla legge di Bilancio 2021.

Le istruzioni fornite sono valide, specifica l’Istituto, soltanto per le assunzioni effettuate nel 2021. Vengono rese note, inoltre, le modalità di recupero del beneficio con riferimento ai mesi pregressi a partire da gennaio, sia per la gestione Uniemens che per ListaPosPA e PosAgri.

 

Nuove funzionalità per la procedura  Greenpass50+

Con messaggio n.3768 del 3 novembre 2021 Inps ha informato su una nuova funzionalità riguardante il servizio Greenpass50+ per la verifica della certificazione verde nelle aziende con più di 50 dipendenti, istituito con messaggio dello scorso 21 ottobre.

La nuova funzionalità permette a ogni Verificatore di inserire un gruppo definito di codici fiscali. Importazione massiva dei CF che viene permessa insieme all’importazione massiva dello stesso numero di Verificatori.

 

Rimborso dei maggiori oneri sostenuti dalle aziende del settore del trasporto pubblico locale a titolo di integrazione delle indennità di malattia

Con la circolare n. 164 del3 novembre 2021, l’INPS detta le istruzioni per il rimborso dei maggiori oneri sostenuti dalle aziende del settore del trasporto pubblico locale a titolo di integrazione delle indennità di malattia per gli anni 2015, 2016, 2017 e 2018. Il recupero delle somme spettanti ai datori di lavoro può essere effettuato con l’esposizione in Uniemens delle relative somme a conguaglio, previa verifica del DURC e attribuzione del codice autorizzazione.

 

Online il nuovo servizio UNI-CIG

L’INPS, con il messaggio n. 3729 del 29 ottobre 2021, rende noto l’avvio della prima fase di rilascio del nuovo servizio per la presentazione della ”Domanda Unificata UNI–CIG” per i trattamenti di cassa integrazione in deroga, deroga ”plurilocalizzata” e per l’assegno ordinario con causali COVID-19.

L'Istituto fa presente, però, che questo primo rilascio riguarda solo i trattamenti di CIGD, deroga “plurilocalizzata” e assegno ordinario con causali Covid-19. Di conseguenza, in questa prima fase transitoria di durata semestrale, l'invio delle domande di CIGO e assegno ordinario con causali ordinarie dovrà essere effettuato con la procedura attualmente in uso. Nelle linee guida dell'Istituto viene illustrata in dettaglio la procedura UNI-CIG - che si basa su un cruscotto che consente all’azienda di seguire le fasi di verifica dell’invio nonché di avere un elenco delle istanze già presentate sia con la nuova procedura che con le procedure preesistenti - ma anche come deve essere richiesto l'anticipo del 40% della prestazione, il sistema dei controlli in fase di compilazione e successivamente all'invio delle istanze e la procedura di correzione degli errori formali e sostanziali.

 

 

MINISTERO DEL LAVORO

Comunicazione preventiva e distacco di lunga durata. Precisazioni

Con nota congiunta 29 ottobre 2021, n. 1659, l’Ispettorato Nazionale del Lavoro e il Ministero del Lavoro hanno fornito alcuni chiarimenti sulla nuova modulistica in uso per la comunicazione dei distacchi transnazionali. Nello specifico, è stato chiarito che gli obblighi comunicativi dovranno essere assolti secondo le modalità definite dal D.M. n. 170 del 6 agosto 2021 e dai relativi allegati, pubblicati in data 26 ottobre 2021 nella sezione pubblicità legale del sito web del Ministero del lavoro e delle politiche sociali.

Per i distacchi avviati successivamente al 30 luglio 2020 e in essere al momento dell’entrata in vigore del Decreto, la notifica di lunga durata – in riferimento a distacchi che abbiano durata eccedente i dodici mesi – va comunicata tramite le nuove funzionalità messe a disposizione dall’applicativo, entro 30 giorni dalla efficacia del D.M. Ciò anche nel caso in cui il periodo di durata del distacco tenga conto di eventuali sostituzioni intervenute nei termini chiariti dalla citata circolare n. 2/2021 sempre a decorrere dal 30 luglio 2020.

Sono quindi da ritenersi esclusi dall’obbligo di comunicazione preventiva i distacchi già cessati al momento dell’entrata in vigore del D.M.

 

AGENZIA DELLE ENTRATE

Credito d’imposta per la sanificazione e l’acquisto di dispositivi di protezione.  Chiarimenti

Con la circolare n. 13 del 2 novembre 2021,  l’Agenzia delle Entrate fornisce i chiarimenti per usufruire del credito di imposta pari al 30% delle spese sostenute nei mesi di giugno, luglio e agosto 2021 per la sanificazione degli ambienti e degli strumenti utilizzati e per l’acquisto di dispositivi di protezione individuale e di altri dispositivi atti a garantire la salute dei lavoratori e degli utenti, comprese le spese per la somministrazione di tamponi per Covid-19.

 

Modalità di determinazione e di pagamento della commissione per l’accesso o il rinnovo degli accordi preventivi bilaterali e multilaterali

Con il provvedimento del 2 novembre 2021 l’Agenzia delle Entrate quantifica la misura delle commissioni dovute dalle imprese con attività internazionale, che puntano ad accedere alla procedura finalizzata alla stipula di accordi preventivi bilaterali o multilaterali e che, per tale motivo, devono presentare una specifica istanza all’ufficio Risoluzione e prevenzione controversie internazionali – divisione Contribuenti – della direzione centrale Grandi contribuenti e internazionale, settore Controllo delle entrate, seguendo le indicazioni fornite, nel 2016, in materia di accordi preventivi

Dovranno essere versate tramite F23 dalle imprese che intendono stipulare intese con Stati esteri, finalizzate a evitare le doppie imposizioni, prima di “informare” l’ufficio del proposito.

 

Fondo perduto per soggetti con ricavi da 10 a 15 milioni: istituiti i codici tributo

L'Agenzia delle Entrate, con la risoluzione n. 63 del 3 novembre 2021 istituisce i codice tributo, distinti in base all’indennizzo oggetto della domanda, i codici tributo da utilizzare esclusivamente in compensazione tramite il modello F24 con modalità telematica, per consentire al contribuente, che abbia scelto tale modalità di fruizione, di fruire dei contributi a fondo perduto introdotti dall’articolo 1, comma 30-bis del decreto “Sostegni-bis”.

 

Riapertura dei termini per  l’adesione al servizio di consultazione e acquisizione delle fatture elettroniche

L'Agenzia delle Entrate, con provvedimento del 3 novembre 2021, concede più tempo per scegliere il servizio di consultazione e acquisizione delle fatture elettroniche. La scadenza per le adesioni per gli operatori Iva e i consumatori finali inizialmente fissata al 30 settembre 2021 slitta al 31 dicembre 2021. Chi ha effettuato o effettuerà l’adesione nel periodo compreso tra il 1° ottobre e la nuova scadenza del 31 dicembre 2021 potrà continuare a consultare le fatture emesse e ricevute trasmesse al Sistema di interscambio a partire dal 1° gennaio 2019.

 

 

AGENZIA DELLE ENTRATE INTERPELLO

Risposta n. 760 del 3 novembre 2021 - Applicazione dell'IVA ai servizi resi ai soggetti che esercitano l'attività di raccolta scommesse

Usufruiscono dell’agevolazione Iva le operazioni relative all'esercizio delle scommesse e dei giochi che concretizzano la gestione complessiva del concorso pronostico o del gioco, ossia le fasi di elaborazione e di definizione dei dati necessari per consentire al cliente di giocare, e le fasi di accettazione e raccolta delle singole giocate.

 

Risposta n. 761 del 3 novembre 2021 - Modalità di "recupero" dei disallineamenti tra i valori civilistici e i valori fiscali di taluni beni materiali ammortizzabili

Il “riassorbimento” del disallineamento tra valori civilistici e fiscali di beni materiali ammortizzabili, che scaturisce dalla diversa dinamica temporale dell'ammortamento civilistico rispetto a quello fiscale, può essere effettuato nel primo periodo di imposta in cui vi è "capienza" per la deduzione di un'ulteriore quota di ammortamento fiscale, fino alla quota massima calcolata in applicazione delle aliquote tabellari previste dal decreto ministeriale del 31 dicembre 1988.

 

Risposta n. 762 del 4 novembre 2021 - Transazione con rinuncia alle fatture

In una lite fra due società, conclusasi con un accordo transattivo che riconosce alla seconda il subentro nei rapporti della società istante previo versamento di una somma a favore di quest’ultima e che impone all’istante la mancata pretesa del pagamento di alcune fatture emesse nei confronti della subentrata, l’Iva già pagata sulle fatture prive di valore, in base all’accordo, può essere recuperata solo con istanza di rimborso.

 

 

AGENZIA DELLE ENTRATE – PRINCIPIO DI DIRITTO

Principio di diritto n. 15 del 5 novembre 2021 - Patent box e track and tracing per i redditi esteri

Il sistema di tracciabilità delle spese e dei redditi, predisposto ai fini del Patent box, noto come “track and tracing”, non è idoneo a determinare i costi effettivamente imputabili a singoli elementi reddituali. Di conseguenza, i soggetti che beneficiano dell’agevolazione Patent box sui redditi prodotti all’estero, non possono derogare al principio di assunzione “al lordo” per la corretta determinazione del reddito estero.

Non potendo garantire quel livello di precisione che serve per la corretta rilevazione e imputazione dei costi effettivi sarà necessario adottare il criterio di assunzione “al lordo”.