Martedì, 02 Novembre 2021 14:38

Le Novità Normative della Settimana dal 25 al 31 ottobre 2021

INPS

Misure in materia pensionistica per la tutela dei lavoratori assicurati al Fondo Pensione Lavoratori dello Spettacolo

L'INPS, nella circolare n. 163 del 29 ottobre 2021, si sofferma sulle misure in materia pensionistica per la tutela dei lavoratori assicurati al Fondo Pensione Lavoratori dello Spettacolo. Dopo aver definito la contribuzione utile ai fini delle prestazioni per i lavoratori iscritti al FPLS, il documento di prassi si occupa della contribuzione d’ufficio utile ai fini delle prestazioni, anche con riferimento al gruppo Attori.

 

Riliquidazione del trattamento di fine servizio (TFS) per il personale militare richiamato in servizio

L’INPS, con la circolare n. 159 del 28 ottobre 2021, fornisce le istruzioni per la riliquidazione del trattamento di fine servizio per il personale militare richiamato in servizio a domanda senza oneri (o senza assegni) dall’ausiliaria, per svolgere attività di lavoro in favore dell’Amministrazione di appartenenza o di altre pubbliche Amministrazioni.

 

Integrazione RdC per beneficiari dell'Assegno temporaneo

L’INPS, con il messaggio 27 ottobre 2021, n. 3669, ha fornito ulteriori indicazioni in relazione per l’accesso all’Assegno temporaneo e all’integrazione del Reddito di cittadinanza.

L'Istituto riconosce, congiuntamente e con le modalità di erogazione del Reddito di Cittadinanza, la quota spettante di Assegno temporaneo a integrazione del RdC. La misura complessiva è determinata sottraendo dall'importo teorico spettante dell’Assegno temporaneo la quota di RdC relativa ai figli minori che fanno parte del nucleo familiare.

 

 

MINISTERO DEL LAVORO

Comunicazione preventiva e distacco di lunga durata

A partire dalle ore 12:00 del 2 novembre 2021 sarà resa disponibile nel portale http://servizi.lavoro.gov.ituna nuova versione della procedura telematica “Distacco transnazionale” per la trasmissione delle comunicazioni dovute dai prestatori di servizi al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali in relazione ai lavoratori distaccati di lunga durata in Italia. A rendere nota la prossima entrata in vigore delle regole per l’inoltro della comunicazione, a seguito della pubblicazione del decreto n.170  del 6 agosto 2021, è il Ministero con una nota pubblicata sul proprio portale. In particolare, si ricorda che le previsioni del nuovo Decreto si applicano alla comunicazione preventiva di distacco e ad ogni variazione successiva della medesima, nonché alla comunicazione della notifica motivata per i distacchi di lunga durata.

 

 

INAIL

Assegno di incollocabilità: rivalutazione dell’importo mensile a decorrere dal 1° luglio 2021

L’Inail,  con  la circolare n. 29 del 28 ottobre 2021,  comunica l’importo mensile dell’assegno di incollocabilità.

L’importo è uguale a quello in vigore dal 1° luglio del 2020 in quanto la variazione dell’indice dei prezzi al consumo intervenuta nel 2020, rispetto al 2019, è stata di segno negativo (-0,3%).

 

AGENZIA DELLE ENTRATE

Tax credit Regione Sicilia istituito il codice tributo

Con la risoluzione n. 60 del 26 ottobre 2021, l'Agenzia delle entrate ha istituito il codice tributo“6947” per consentire l’utilizzo in compensazione, tramite modello F24, del contributo della Regione Sicilia ai soggetti beneficiari di Resto al Sud.

La Regione Siciliana ha previsto la concessione, ai soggetti beneficiari degli incentivi Resto al Sud, di un contributo parametrato alle imposte di spettanza della Regione Siciliana, versate per ciascuno dei primi tre periodi di imposta decorrenti da quello di presentazione dell’istanza. 

 

Pubblicato il codice tributo per il credito d’imposta per l’acquisto di veicoli usati di categoria M1

Con la risoluzione n. 61 del 27 ottobre 2021, l'Agenzia delle Entrate ha provveduto all’istituzione del codice tributo per l’utilizzo in compensazione, tramite modello F24, del credito d’imposta per l’acquisto di veicoli usati di categoria M1 di cui all’art. 73-quinquies, comma 2, lettera d), del decreto Sostegni bis.

 

Bonus "prima casa" under 36: pronto il codice tributo

Con Risoluzione n. 62 del 27 ottobre 2021 l'Agenzia delle Entrate ha istituito il codice tributo per l'utilizzo in compensazione, tramite modello F24, del credito d'imposta in favore degli acquirenti di "prime case" di abitazione che non hanno compiuto 36 anni di età.

 

Bonus Mezzogiorno e Zes

L'Agenzia delle Entrate, con il provvedimento del 27 ottobre 2021, predispone Il nuovo modello di comunicazione per la fruizione del credito d’imposta per gli investimenti nel Mezzogiorno, nei comuni del sisma del Centro-Italia e nelle zone economiche speciali (Zes)  a seguito delle modifiche introdotte dal decreto “Semplificazioni” (articolo 57, comma 1, lettera b), n. 4, Dl n. 77/2021), che ha alzato il tetto del costo agevolabile di ciascun progetto da 50 mila a 100 mila euro ed esteso l’agevolazione all’acquisto dei beni immobili strumentali.

 

Cfp per riduzione canoni affitti definita la percentuale per il calcolo

Con provvedimento del 27 ottobre 2021, l'Agenzia delle Entrate ha stabilito la percentuale per il calcolo del contributo a fondo perduto per la riduzione del canone di locazione, prevista dall’articolo 9-quater del decreto “Ristori”. La percentuale  è pari al 100% del quantum erogabile, poiché l’importo complessivo dei contributi richiesti e’ inferiore alle risorse finanziarie disponibili.

 

Operazioni transfrontaliere nuove regole per l'esterometro

L'Agenzia delle Entrate, con provvedimento 28 ottobre 2021, modifica  dal prossimo 1° gennaio, le regole tecniche e i termini per la per la trasmissione telematica all’Agenzia delle entrate dei dati delle operazioni transfrontaliere, prevista dall’articolo 1, comma 3-bis, del Dlgs n. 127/2015  a causa delle modifiche apportate dalla legge di bilancio 2021

 

Pronta la procedura per l'invalidazione delle lettere di intento

L’Agenzia delle Entrate, con il provvedimento del 29 ottobre 2021, ha stabilito le modalità operative per l’attuazione del presidio antifrode di cui ai commi da 1079 a 1081 dell’art. 1 Legge 30 dicembre 2020, n. 178 e, in particolare, per l’invalidazione delle dichiarazioni d’intento già emesse e per l’inibizione del rilascio di nuove dichiarazioni d’intento.

La legge di Bilancio 2021 ha previsto, tra le misure fiscali, il rafforzamento del dispositivo di contrasto alle frodi realizzato con utilizzo di falso plafond – IVA.

 

Al via il credito di imposta per le installazioni pubblicitarie

Con il provvedimento del  29 ottobre 2021, l’Agenzia delle entrate fissa i criteri e le modalità attuative per la fruizione del credito d’imposta a favore dei titolari di impianti pubblicitari privati o concessi a soggetti privati, destinati all’affissione di manifesti e ad analoghe installazioni pubblicitarie di natura commerciale, anche attraverso pannelli luminosi o proiezioni di immagini, comunque diverse dalle insegne di esercizio (articolo 67-bis, del decreto “Sostegni-bis”), e per assicurare il rispetto del limite di spesa previsto. Approvati anche il modello da utilizzare per la comunicazione (“Comunicazione per la fruizione del credito d’imposta in favore dei titolari di impianti pubblicitari”), le relative istruzioni e le specifiche tecniche.

 

Bonus settore tessile e moda. Domande dal 29 ottobre

L'Agenzia delle Entrate, con il provvedimento del 28 ottobre 2021 stabilisce i termini di presentazione della comunicazione per il Tax credit tessile. Le domande possono essere inviate a partire da oggi, 29 ottobre, fino al 22 novembre 2021 con riferimento al periodo d’imposta 2020. È prevista poi una seconda finestra, dal 10 maggio 2022 al 10 giugno 2022, relativa al periodo d’imposta in corso al 31 dicembre 2021. Il bonus sarà utilizzabile però solo una volta arrivata l’autorizzazione della Commissione Ue.

 

AGENZIA DELLE ENTRATE INTERPELLO

Risposta n. 743 del 27 ottobre 2021 - Cessione crediti infragruppo

È ammessa a una cessione "semplificata" di crediti infragruppo in un caso in cui la cedente controllata è stabile organizzazione in Italia di una società anonima di diritto francese, mentre le potenziali cessionarie controllate sono tutte società di capitali di diritto italiano. Sono sufficienti specifici requisiti dichiarativi da parte di cedente e cessionario, nonché l'appartenenza allo stesso gruppo fiscale.

 

Risposta n. 748 del 27 ottobre 2021 – covid 19 contributi ai servizi educativi

I contributi attribuiti alla società che svolge attività di scuola paritaria dell'infanzia e servizi aggiuntivi, come ludoteca e centro polifunzionale per minori, erogati quale sostegno economico straordinario a parziale risarcimento del ridotto/mancato versamento delle rette durante la pandemia non concorrono alla formazione del reddito imponibile.

 

Risposta n. 750 del 27 ottobre 2021 – covid 19 contributi ai servizi educativi

I servizi tesi alla certificazione delle competenze in lingua inglese, di musica e arti performative, resi a scuole pubbliche italiane, che operano in esenzione Iva, da una Charity educativa ed ente Certificatore internazionale, con sede legale nel Regno Unito, riconosciuto dal Miur, sono esonerati dall’applicazione dell’Iva. L’ente potrà fatturare tali prestazioni dal proprio numero identificativo inglese, specificando che si tratta di servizi di certificazione o corsi di formazione per i quali ricorrono i requisiti per l'esenzione (articolo 10, comma 1, n. 20), del decreto Iva) e che sono soggetti al reverse charge obbligatorio (articolo 17, comma 2, dello stesso decreto Iva)

 

Risposta n. 752 del 28 ottobre 2021 – Aliquota IVA prodotti della panetteria - "basi per pinse”

Il prodotto costituito da una miscela di farine, lievito, sale e olio extravergine di oliva, addizionata di acqua, e sottoposto a lievitazione e precottura, è un prodotto di “panetteria ordinaria” con Iva al 4 per cento

 

Risposta n. 751 del 28 ottobre 2021 – Agevolazioni prima casa cittadino italiano iscritto all'AIRE

L’aliquota Iva ridotta del 4% per l’acquisto della “prima casa” può essere applicata anche dal cittadino italiano non residente, che concede l’immobile in comodato a un suo familiare. La plusvalenza derivata dalla rivendita della proprietà senza riacquisto, prima che siano trascorsi cinque anni dalla compravendita, è esente se la casa ha rappresentato l’abitazione principale del titolare del contratto di comodato.

 

Risposta n. 754 del 28 ottobre 2021 – Corretta qualificazione delle somme attribuite ai soci persone fisiche di società semplice a seguito di cessione di partecipazione

Le attribuzioni di importi, opportunamente documentate, che non hanno concorso alla determinazione del reddito complessivo di una società perché esenti, o assoggettati a imposizione sostitutiva o a ritenuta alla fonte a titolo di imposta, non sono rilevanti per il fisco. Di conseguenza, la cessione ai soci della partecipazione della Spa detenuta da una società semplice, a un valore non superiore a quello di perizia di stima, non fa emergere plusvalenze imponibili.

 

 

AGENZIA DELLE ENTRATE – CONSULENZA GIURIDICA

Consulenza giuridica 14 del 27 ottobre 2021 - Registrazione atti privati sottoscritti con firma elettronica semplice

L'articolo 20, comma 1-bis, del d.lgs. n. 82 del 2005, prevede che il documento informatico soddisfa il requisito della forma scritta e ha l'efficacia prevista dall'articolo 2702 del Codice civile quando vi è apposta una firma digitale, altro tipo di firma elettronica qualificata o una firma elettronica avanzata o, comunque, è formato, previa identificazione informatica del suo autore, attraverso un processo avente i requisiti fissati dall'AgID ai sensi dell'articolo 71 con modalità tali da garantire la sicurezza, integrità e immodificabilità del documento e, in maniera manifesta e inequivoca, la sua riconducibilità all'autore.

i contratti preliminari di compravendita immobiliare redatti come documenti informatici devono essere sottoscritti con firma elettronica qualificata o con firma digitale. L'assenza di una delle due tipologie di firme comporta la nullità del contratto. In ogni caso, la nullità o l'annullabilità dell'atto non dispensa dall'obbligo di chiedere la registrazione e di pagare la relativa imposta, salva restituzione «per la parte eccedente la misura fissa, quando l'atto sia dichiarato nullo o annullato, per causa non imputabile alle parti, con sentenza passata in giudicato e non sia suscettibile di ratifica, convalida o conferma”.