Martedì, 05 Ottobre 2021 14:32

Le Novità Normative della Settimana dal 27 settembre al 02 ottobre 2021

Proroga al 31 ottobre per l'assegno temporaneo

Sulla Gazzetta Ufficiale n. 234 del 30 settembre 2021 è stato pubblicato il decreto-legge 21 settembre 2021, n. 132, che introduce disposizioni urgenti in materia di giustizia e disposizioni di proroga in tema di referendum, assegno temporaneo e IRAP. Per quanto riguarda l’assegno temporaneo, il Governo ha prorogato alla data del 31 ottobre 2021 i termini, precedentemente fissati al 30 settembre 2021, per la presentazione delle domande di assegno temporaneo per i figli con effetti retroattivi dal 1° luglio 2021.

 

 

INPS

Contratto di espansione – iscritti alla gestione pubblica

Con il Messaggio n. 3252 del 28 settembre 2021, l'INPS fornisce le indicazioni sul contratto di espansione e sull'indennità mensile per le imprese con lavoratori iscritti alla Gestione pubblica. L'Istituto ricorda che il Decreto Sostegni bis ha previsto che, a decorrere dal 26 maggio 2021 e per tutto l'anno 2021, il limite minimo di unità lavorative per accedere al trattamento di agevolazione all'esodo di cui all'art. 41, comma 5 bis, è ridotto ad almeno 100 dipendenti (anziché 250 dipendenti, come previsto dall'art. 1, comma 349, della Legge di Bilancio 2021). Inoltre, il provvedimento chiarisce che il trattamento si applica anche ai dipendenti di aziende private iscritti alle casse pensionistiche della Gestione dipendenti pubblici, nonché ai lavoratori dipendenti degli Enti pubblici economici e delle Aziende speciali.

 

Codici contratto- aggiornamento mese di ottobre 2021

L’INPS, con il messaggio n. 3249 del 28 settembre 2021, istituisce, con decorrenza dal periodo di paga ottobre 2021, i seguenti nuovi codici dell’elemento <CodiceContratto> della sezione <PosContributiva> del flusso di denuncia Uniemens:

  • 586, relativo al “CCNL per i dipendenti delle aziende operanti nel settore ICT (information and communication technologies) – CIFA” (codice CNEL H640);
  • 587, relativo al “CCNL per il personale dipendente da imprese di pulizia e servizi integrati/multiservizi -UNILAVORO PMI” (codice CNEL K51C);
  • 588, relativo al “CCNL per le attività minerarie – UNILAVORO PMI” (codice CNEL B283);
  • 589, relativo al “CCNL per il personale non medico dipendente dagli istituti sanitari privati -UNILAVORO PMI” (codice CNEL T039);
  • 590, relativo al “CCNL per i dipendenti da aziende esercenti attività del settore e per i dipendenti e i soci lavoratori da cooperative esercenti attività chimica -UNILAVORO PMI, UNIPEL” (codice CNEL B01G);
  • 591, relativo al “CCNL per il personale direttivo, docente, educativo, amministrativo, tecnico ed ausiliario della scuola non statale e degli enti di formazione professionale sotto qualsiasi forma giuridica costituita – UNILAVORO PMI, UNIPEL” (codice CNEL T264);
  • 592, relativo al “CCNL per i dipendenti degli studi professionali – UNILAVORO PMI” (codice CNEL H44G).

 

Delega dell’identità digitale anche per chi ha lo spid

Con il messaggio n. 3305 del 1 ottobre 2021 l'INPS rende noto che anche i cittadini provvisti di SPID, CIE o CNS possono delegare che hanno difficoltà a utilizzare i servizi web, possono delegare una persona di fiducia per l'accesso a tali servizi. In tal caso il conferimento può essere fatto completamente online (senza recarsi fisicamente allo sportello). Nello specifico il delegante, mediante una sua identità digitale SPID, CIE o CNS, dovrà accedere al servizio online disponibile nell’area riservata “MyInps”, sezione “Deleghe identità digitali”, inserendo i dati identificativi e il codice fiscale del soggetto che si vuole designare come proprio delegato e l’eventuale scadenza desiderata della delega. La delega sarà immediatamente attiva e sarà notificata automaticamente al delegato laddove per lo stesso siano disponibili contatti telematici certificati. Il delegante potrà anche revocarla decorso un minimo di 30 giorni.

 

Rilascio nuovo servizio per la definizione agli atti delle domande di invalidità civile

L’INPS, con il messaggio n. 3315 del 1 ottobre 2021, comunica che è attivo, sul proprio sito istituzionale, il nuovo servizio di ‘Allegazione documentazione Sanitaria Invalidità Civile’ per i cittadini che devono inoltrare la documentazione sanitaria per la definizione agli atti delle posizioni in attesa di valutazione sanitaria o di revisione di invalidità, cecità, sordità, handicap e disabilità.

 

Differimento al 6 ottobre 2021 del termine di presentazione delle domande dell'esonero contributivo

Con il messaggio n. 3327 del 1 ottobre 2021 l’INPS comunica la proroga al 6 ottobre 2021 della scadenza della presentazione delle domande di esonero parziale dei contributi previdenziali e assistenziali dovuti dai lavoratori autonomi e dai liberi professionisti iscritti alle gestioni INPS e alle casse previdenziali professionali autonome.

 


MINISTERO DELLA SALUTE

Proroga della validità delle certificazioni di esenzione alla vaccinazione anti-COVID-19

Con circolare del 25 settembre 2021 n. 43366 il Ministero della Salute ha prorogato al 30 novembre 2021 la validità delle certificazioni di esenzione alla vaccinazione anti Covid. Il Ministero precisa che non sarà necessario un nuovo rilascio delle certificazioni già emesse, salvo i casi in cui le stesse contengano dati del soggetto interessato, ulteriori rispetto a quelli indicati per la loro compilazione, a carattere sensibile (es. motivazione clinica della esenzione).

 

AGENZIA DELLE ENTRATE

Esonero versamento dell’imposta regionale sulle attività produttive

L’Agenzia delle entrate, con la risoluzione n. 58 del 29 settembre 2021, chiarisce che l’omessa indicazione nella dichiarazione 2020 del saldo Irap 2019 non versato, non pregiudica la fruizione del beneficio previsto dall’articolo 24 del decreto “Rilancio”. L’errore può essere corretto con la presentazione di una dichiarazione integrativa e il pagamento della sanzione prevista per l’errore commesso, usufruendo del ravvedimento operoso.

 

Fatturazione elettronica con San Marino predisposto il “nodo” identificativo

Con provvedimento del 29 settembre 2021, l’Agenzia delle Entrate ha recepito il codice destinatario alfanumerico 2R4GTO8 di accreditamento come nodo attestato al Sistema di Interscambio dell’Ufficio tributario di San Marino. Il provvedimento tiene conto, inoltre, della valutazione d’impatto (DPIA) effettuata su talune fasi del processo. A decorrere da oggi, 1° ottobre 2021, i soggetti passivi IVA italiani possono avvalersi dei sistemi di fatturazione elettronica via Sistema di Interscambio per le operazioni nei confronti di San Marino.

 

Individuati nuovi soggetti obbligati all'invio dei dati tramite il sistema tessera sanitaria

L'Agenzia delle entrate, con il provvedimento del 30 settembre 2021, ha ampliato la platea dei soggetti tenuti a trasmettere i dati delle spese e dei rimborsi al Sistema tessera sanitaria
ll provvedimento  recepisce le novità introdotte dal Dm Mef del 16 luglio 2021, riepiloga inoltre tutte le tipologie di spese sanitarie da inviare al Sts, che confluiranno nella precompilata 2022, con il benestare del Garante della privacy.
In particolare, i nuovi soggetti, che erogano servizi sanitari e inviano al Sistema tessera sanitaria i dati relativi alle prestazioni erogate sono:

  • i  tecnici sanitari dei laboratori biomedici
  • i tecnici audiometristi
  • i tecnico audioprotesisti
  • i  tecnici ortopedici
  • i dietisti
  • i tecnici di neurofisiopatologia
  • i tecnici di fisiopatologia cardiocircolatoria e perfusione cardiovascolare
  • gli igienisti dentali
  • i fisioterapisti
  • i logopedisti
  • i podologi
  • gli ortottisti e gli assistenti di oftalmologia
  • i terapisti della neuro e psicomotricità dell'età evolutiva
  • i tecnici della riabilitazione psichiatrica
  • i terapisti occupazionali
  • gli educatori professionali
  • i tecnici della prevenzione nell'ambiente e nei luoghi di lavoro.

 

 

AGENZIA DELLE ENTRATE INTERPELLO

Risposta n. 626 del 27 settembre 2021 - soggetto non residente e attività lavorativa in smart working

Il reddito prodotto da un soggetto italiano residente nel Lussemburgo che, a causa dell'emergenza epidemiologica, svolge, da marzo 2020, l'attività lavorativa in Italia in smart working, per un periodo superiore a 183 giorni, deve essere tassato in entrambi gli Stati e la doppia imposizione sarà risolta con il riconoscimento da parte del Lussemburgo di un credito d’imposta.

 

Risposta n. 627 del 27 settembre 2021 - Agevolazioni 'prima casa', riacquisto in Italia da soggetto residente all'estero

Il cittadino italiano residente all’estero, per non perdere gli sconti Iva e Registro “prima casa”, non deve necessariamente adibire ad abitazione principale l’appartamento riacquistato nel territorio nazionale dopo aver venduto la casa per cui ha usufruito delle suddette agevolazioni.

 

Risposta n. 628 del 28 settembre 2021 - Bonus facciate

E' confermata la possibilità a una fondazione la possibilità di fruire, in qualità di condomino, del bonus facciate per l'intera spesa relativa ai lavori condominiali che si è impegnata a sostenere in esecuzione di quanto indicato espressamente e accettato negli atti di compravendita con tutti gli altri condomini. A patto che l’onere di farsi carico di tutte le spese risulti dall’atto di compravendita e che tale impegno sia stato accettato da tutti gli altri proprietari delle abitazioni

 

Risposta n. 629 del 28 settembre 2021 - Trattamento fiscale dei contributi economici erogati una tantum dal Comune

Gli aiuti economici straordinari erogati dall’ente locale alle attività economiche con sede operativa nel territorio comunale, che hanno subìto la chiusura o la sospensione per effetto delle misure emergenziali adottate con lo scopo di contenere i contagi da Covid-19, non devono essere assoggettati alla ritenuta d’acconto.

 

Risposta n. 630 del 28 settembre 2021 - Superbonus - interventi limitati alla singola unità strutturale

Gli interventi antisismici limitati a una sola unità strutturale appartenente a un aggregato immobiliare di un centro storico, e confinante con altri edifici, realizzati senza un piano unitario di risanamento, possono usufruire della detrazione del 110% soltanto dopo il via libera del professionista che ne valuta la rispondenza rispetto ai requisiti stabiliti alla norma agevolativa.

 

Risposta n. 632 del 29 settembre 2021 - Regime IVA dei contributi versati per sostenere petizioni.

I contributi erogati alla piattaforma internet per un “programma di sottoscrizione” da parte di sostenitori di petizioni non sono il corrispettivo di una specifica prestazione ma servono a finanziare il funzionamento in generale della società che gestisce il sito, come elargizioni di denaro a fondo perduto. Le somme versate, pertanto, sono fuori campo Iva, sempre a patto che al sottoscrittore non sia riconosciuto il diritto di usufruire di specifiche prestazioni.

 

Risposta n. 633 del 30 settembre 2021 - Attività di donazione del sangue ai fini farmaceutici come attività agricola da animali allevati da imprenditore agricolo professionale

Un imprenditore agricolo professionale, che alleva bovini ed equini, donatori di sangue a scopo farmaceutico, non potrà considerare come reddito agrario i proventi derivanti dalla cessione del plasma degli animali, non rientrando il prodotto tra quelli espressamente previsti nella tabella allegata al decreto ministeriale del 13 febbraio 2015 che ha indicato tassativamente i beni prodotti e le relative attività agricole di cui all'articolo 32, comma 2, lettera c), del Tuir.

 

Risposta n. 634 del 30 settembre 2021 - Agevolazione 'prima casa'

Una contribuente che, a seguito della separazione e conseguente assegnazione al marito dell’immobile condiviso, per il quale hanno fruito dei benefici “prima casa”, ha acquistato un’altra abitazione, dovrà provvedere alla vendita della quota di sua proprietà della casa originaria se non vuole incorrere nella decadenza dall'agevolazione fruita per il secondo acquisto e pagare le imposte di registro, ipotecaria e catastale nella misura ordinaria, oltre alla sanzione.

 

Risposta n. 636 del 30 settembre 2021 - IVA-Cessioni apparecchiature sanitarie da installare in locali da ristrutturare

Le cessioni di apparecchi come i mammografi digitali, tavoli radiologici per esami scheletrici e tavoli telecomandati polifunzionali con pannello digitale dinamico per radiografia e radioscopia, possono beneficiare dell’aliquota Iva al 10% a patto che le apparecchiature siano incorporate strutturalmente e funzionalmente negli edifici in cui sono installate, potendosi così qualificare come “beni finiti” come richiesto dalla normativa e chiarito dalla numerosa prassi.

 

Risposta n. 640 del 30 settembre 2021 - Verifica del nesso di accessorietà nella vendita di unità immobiliari

Il rimborso delle spese sostenute dal venditore di unità immobiliari per il frazionamento del mappale catastale dell'area edificabile, per l’accatastamento del fabbricato e per l'allacciamento alle reti di fornitura delle utenze, è accessorio all’operazione principale e, quindi, segue l'identico trattamento previsto per la vendita degli appartamenti e delle relative pertinenze (box e cantine), con aliquota del 10% (o del 4%) qualora ne ricorrano le condizioni di legge. Al contrario, la prestazione relativa alla redazione del regolamento di condominio non rappresenta un'operazione accessoria e, per tale motivo, assume rilevanza ai fini Iva rispetto alla cessione delle unità immobiliari e delle relative pertinenze, con conseguente applicazione, alla quota parte del corrispettivo a esso riferibile, se complessivo, dell'aliquota ordinaria.

 

Risposta n. 645 01 ottobre 2021 - Accesso al regime Iva agevolato per le cessioni di videobroncoscopi

Una società che commercializza il dispositivo medicale denominato "videobroncoscopio” può beneficiare ampiamente dell'agevolazione Iva prevista dal decreto “Rilancio” (articolo 124 del Dl n. 34/2020), in omaggio alla finalità sanitaria, salvo prova contraria di un uso del bene incompatibile con gli scopi perseguiti dalla norma.

 

Risposta n. 646 del 01 ottobre 2021 - aliquota ridotta IVA su dispositivi medici

In tema di aliquota agevolata per dispositivi medici, con riferimento alle operazioni già fatturate applicando erroneamente l'aliquota ordinaria, è possibile emettere le note di variazione in diminuzione al più tardi entro un anno dall'effettuazione di ciascuna cessione, configurandosi un'ipotesi di inesattezza della fatturazione.

 

Risposta n. 648 del 01 ottobre 2021 - Omessa indicazione nei Modelli 770 dei "risparmi d'imposta

Il risparmio d’imposta maturato dal fondo di investimento mobiliare prima del 1° luglio 2011 e, quindi, dell’entrata in vigore della nuova disciplina di tassazione degli Oicvm, può essere utilizzato anche se non è stato riportato nel 770/Ordinario 2012 e nei modelli degli anni successivi, ma sia stato correttamente esposto nel modello Unico/2012, a patto che risulti anche dai rendiconti periodici. Per rappresentare correttamente il mancato utilizzo del risparmio d'imposta in relazione agli anni pregressi il contribuente deve comunque presentare le dichiarazioni integrative al modello 770 con riferimento alle annualità ancora integrabili.

 

Risposta n. 650 del 01 ottobre 2021 - Bonus prima casa giovani under 36

L’agevolazione prevista per l’acquisto della “prima casa” dal decreto “Sostegni-bis”, con lo scopo di favorire l’autonomia abitativa dei giovani, non può essere applicata anche in sede di registrazione del contratto preliminare. L’esenzione potrà essere recuperata, in presenza delle condizioni di legge, dopo la stipula dell’atto di compravendita attraverso istanza di rimborso della differenza tra l’imposta proporzionale versata per caparra e acconti e l’imposta principale dovuta per il contratto definitivo.

 

 

AGENZIA DELLE ENTRATE – CONSULENZA GIURIDICA

Consulenza giuridica n. 13 del 28 settembre 2021 – erogazioni da parte delle regioni di sostegni allo sviluppo rurale

L'erogazione da parte delle Regioni (o delle Province autonome) dei sostegni economici per l’attuazione dei Programmi di sviluppo rurale (Psr) regionali, concessi tramite specifici bandi pubblici, senza la stipula di un contratto tra Regione (o Provincia autonoma) e beneficiario, è esclusa dal campo di applicazione dell'Iva, per carenza del presupposto oggettivo. Si tratta, infatti, di semplici elargizioni di denaro che non hanno alcuna correlazione con l'attività finanziata.

 

 

AGENZIA DELLE ENTRATE PRINCIPIO DI DIRITTO

Principio n. 13 del 29 settembre 2021 -Importazione - Detrazione IVA assolta in dogana

Può detrarre l'Iva assolta in dogana, previa registrazione della bolletta doganale nel registro degli acquisti (articolo 25 del decreto Iva) e nel rispetto delle disposizioni previste dall'articolo 19, comma 1, ultimo periodo, dello stesso decreto, solo l'effettivo destinatario della merce importata, utilizzata nell'esercizio della propria attività. Questo perché il diritto alla detrazione dell'imposta relativa ai beni e servizi acquistati o importati sorge nel momento in cui l'imposta diviene esigibile ed è esercitato al più tardi con la dichiarazione relativa all'anno in cui il diritto alla detrazione è sorto ed alle condizioni esistenti al momento della nascita del diritto medesimo.

 

Principio n. 14 del 01 ottobre 2021 -Distributore automatico. Certificazione dei corrispettivi delle macchine non qualificabili come tali

In tema vending machine, alla macchina collocata in un luogo aperto al pubblico, che eroga prestazioni di servizi sarà comunque applicabile l'articolo 22, comma 1, n. 4), del decreto IVA e, quindi, l'obbligo di memorizzazione elettronica ed invio telematico dei dati dei corrispettivi giornalieri. Al momento del pagamento del servizio il prestatore dovrà certificare il corrispettivo mediante fattura o in assenza di fattura, tramite memorizzazione elettronica ed invio telematico dei dati, rilasciando al cliente il relativo documento commerciale.