Martedì, 21 Settembre 2021 15:27

Le Novità Normative della Settimana dal 13 al 18 settembre 2021

INPS

Ticket di licenziamento: chiarimenti Inps

Con circolare del 17 settembre 2021, n. 137, l’Inps fornisce chiarimenti in ordine alla determinazione dell’importo del c.d. ticket di licenziamento

In particolare l'Istituto afferma che il contributo è pertanto scollegato dall’importo della prestazione individuale e, conseguentemente, lo stesso è dovuto in misura identica a prescindere dalla tipologia di lavoro, che esso sia part-time o full-time.

Alla luce di quanto sopra, al fine di determinare l’esatto importo dovuto, è necessario prioritariamente determinare l’anzianità lavorativa del lavoratore cessato, applicando le regole di computo esposte al paragrafo 3.1 della citata circolare n. 40/2020; il contributo deve essere infatti calcolato in proporzione ai mesi di anzianità aziendale, maturati dal lavoratore nel limite massimo di 36 mesi.

 

Riscatto laurea a fini pensionistici: online il simulatore

L’INPS, con il messaggio n. 3080 del 13 settembre 2021, comunica che è disponibile un nuovo servizio online che permette agli interessati di conoscere gli effetti del riscatto del corso universitario di studi sulla futura pensione.

È un servizio a libero accesso, consultabile da qualunque dispositivo mobile o fisso. Non sono, infatti, richieste credenziali per il suo utilizzo ed è raggiungibile seguendo il percorso: “Prestazioni e servizi” > “Servizi” > “Riscatto Laurea – Simulatore”.

 

Sgravio contributivo per le assunzioni 2021 di donne vittime di violenza

L’INPS, con la circolare n. 133 del 10 settembre 2021, comunica le istruzioni operative per il riconoscimento dello sgravio contributivo per le assunzioni a tempo indeterminato, effettuate nel corso dell’anno 2021 da parte di cooperative sociali, di donne vittime di violenza di genere

 

Indennità di malattia per i lavoratori dello spettacolo. L'INPS spiega le novità

Nella circolare n. 132 del 10settembre  2021, l’INPS prende in esame le novità rispetto alla previgente normativa inerente alla tutela della malattia per i lavoratori iscritti al Fondo pensione lavoratori dello spettacolo. Nel documento di prassi l’Istituto procede alla individuazione dei lavoratori aventi diritto, definendone i requisiti oltre che la decorrenza e durata della prestazione. Definite anche le modalità per l’erogazione dell’indennità di malattia.

 

Applicazione della c.d. Decontribuzione Sud alle imprese armatoriali

L’INPS, con messaggio n. 3065 del 10 settembre 2021, ha fornito le indicazioni in riferimento all’applicazione della c.d. Decontribuzione Sud per il settore armatoriale.

 

 

ISPETTORATO NAZIONALE DEL LAVORO

Modifica alla disciplina delle causali nel contratto a tempo determinato

L’Ispettorato nazionale del lavoro, con la nota n. 1363 del 14 settembre 2021, ha fornito chiarimenti in merito alla modifica della disciplina delle causali nel contratto a tempo determinato, introdotta dall’art. 41 bis D.L. 73/2021.

Con la suddetta disposizione è stata demandata alla contrattazione collettiva la possibilità di individuare specifiche esigenze per la stipula di un contratto a tempo determinato di durata superiore ai 12 mesi (ma non eccedente i 24 mesi).

In altri termini, ai contratti collettivi è permesso di individuare nuove casistiche in presenza delle quali sarà possibile stipulare un contratto a termine di durata superiore ai 12 mesi.

 


AGENZIA DELLE ENTRATE

Comunicazione super-Ace: online il modello

Con il provvedimento del 17 settembre 2021, l’Agenzia delle Entrate definisce le modalità, i termini di presentazione e il contenuto della comunicazione per la fruizione del credito d’imposta relativo all’Ace “rinnovata”, introdotto dall’articolo 19 del decreto “Sostegni-bis”. Messe a punto anche le modalità attuative per la cessione del credito e approvato il modello di “Comunicazione per la fruizione del credito d’imposta ACE”, con le relative istruzioni.


AGENZIA DELLE ENTRATE INTERPELLO

Risposta n. 583 del 14 settembre 2021 - letti ospedalieri di terapia intensiva

Gli acquisti di letti ospedalieri destinati alla terapia intensiva potranno rientrare nel regime agevolato di esenzione Iva previsto dal decreto “Rilancio”, se classificabili nei codici doganali richiamati dalla circolare n. 12/D/2020 dell’Adm.

 

Risposta n. 584 del 14 settembre 2021 - IVA - Mancato esercizio dell'attività - Spettanza del diritto alla detrazione e al rimborso dell'imposta

La società che stipula un contratto di locazione di un immobile a uso alberghiero, la cui efficacia non si realizza a causa del mancato rispetto da parte del locatore delle clausole in esso contenute, in linea di principio, ha diritto al rimborso dell'Iva versata in relazione all’anticipo di alcuni costi propedeutici alla ristrutturazione e riqualificazione dell’albergo, che il locatore si è fatto carico di portare a termine entro determinati tempi. Tale diritto, però, decade se la somma è stata restituita, anche per effetto dell'escussione della garanzia bancaria rilasciata da quest'ultimo.

 

Risposta n. 585 del 15 settembre 2021 - Dispositivi medici anti-Covid

Per stabilire se sia possibile applicare le agevolazioni Iva previste dall’articolo 124 del decreto Rilancio per la vendita di dispositivi medici e attrezzature sanitarie per il contrasto della pandemia da Covid-19 occorre tener presente l’elenco tassativo ivi contenuto unitamente ai codici Taric individuati dall’Agenzia delle dogane e dei monopoli.

 

Risposta n. 586 del 15 settembre 2021  – Ritenuta su contributi a imprese

Il contributo erogato dall’associazione alla cooperativa sociale, che se lo è aggiudicato insieme ad altri partner, già decurtato della ritenuta del 4%, al momento della sua distribuzione ai vari partecipanti, da parte della cooperativa sociale, dovrà essere nuovamente assoggettato a ritenuta.

 

Risposta n. 587 del 15 settembre 2021  – obblighi dei curatori delle eredità giacenti

Se all’apertura della successione, l’eredità comprendeva beni immobili con presenza di passività in corso di accertamento, è stata presentata la rinuncia all'eredità da parte di due chiamati e si è in attesa dell’accettazione di ulteriori due chiamati all’eredità, il curatore dell’eredità giacente è tenuto comunque al pagamento delle imposte, non essendo estraneo al rapporto giuridico d'imposta creatosi con la presentazione della dichiarazione di successione. Tuttavia, come indicato dall’articolo 36, comma 3 del Tus, il curatore in qualità di chiamato all’eredità risponderà delle imposte “nel limite del valore dei beni ereditari posseduti”.

 

Risposta n. 588 del 15 settembre 2021  – Contributi Covid

i contributi e le indennità corrisposti alle imprese e ai lavoratori autonomi per l'emergenza pandemica, previsti dal decreto “Ristori”, non concorrono al reddito dei percipienti, solo se dette misure sono diverse da quelle esistenti prima della stessa emergenza epidemiologica.

 

Risposta n. 589 del 15 settembre 2021  – Deducibilità dei contributi di previdenza complementare

Non concorrono alla formazione del reddito di lavoro dipendente i contributi versati alle forme di previdenza complementare, nel limite di euro 5.164,57 euro, anche se versati dal datore di lavoro. Le modifiche apportate dal Dlgs n. 252/2005 alla disciplina tributaria della previdenza complementare portano ad ammettere la deducibilità anche nei casi di versamento da parte di uno solo dei soggetti del rapporto.

 

Risposta n. 590 del 15 settembre 2021  – redditi di lavoro dipendente prodotto in modalità' di lavoro agile - applicazione retribuzione convenzionale

Il requisito della prestazione lavorativa nel Paese estero per un periodo superiore a 183 giorni nell'arco di dodici mesi, necessario per applicare la “retribuzione convenzionale” (articolo 51, comma 8-bis, del Tuir), non si ritiene rispettato per la dipendente italiana distaccata in Germania che ha lavorato però nel nostro Paese in smart working, soggiornando quindi all’estero per un periodo inferiore a 183 giorni.

 

Risposta n. 591 del 15 settembre 2021  – certificazioni di avvenuta guarigione da Covid-19

Sono esenti da Iva le certificazioni di avvenuta guarigione da Covid-19 rilasciate dai medici di medicina generale ai pazienti assistiti a domicilio. Si tratta di prestazioni il cui scopo principale è tutelare la salute dell’interessato o della collettività come richiesto dalla disposizione agevolativa e dalla disciplina europea che l’ha ispirata.

 

Risposta n. 593 del 16 settembre 2021  – Superbonus - Unità collabente senza Ape

Possono fruire del Superbonus i lavori di ristrutturazione edilizia di un’unità collabente F2 con aumento volumetrico e comprensivi di installazione dell’impianto elettrico, idraulico, di smaltimento rifiuti e dell’impianto per il recupero e riutilizzo dell’acqua piovana.

 

Risposta n. 594 del 16 settembre 2021  – Opzione per l'estensione per un ulteriore quinquennio della fruizione del regime speciale per lavoratori impatriati

L’Agenzia delle Entrate ha chiarito che i controesodati, che siano iscritti all'Aire alla data del 31 dicembre 2019 e che beneficiavano del regime speciale per lavoratori impatriati, possono esercitare l’opzione e accedere alla misura stabilita dal decreto “Crescita”, che prevede un'estensione temporale del beneficio fiscale a ulteriori cinque periodi di imposta, con tassazione del 50% del reddito imponibile

 

Risposta n. 595 del 16 settembre 2021  – Bonus facciate - edificio visibile dal mare e non da vie, strade o suoli pubblici

Sconto Irpef del 90% per il recupero dell’involucro esterno di un edificio residenziale situato in prossimità della costa e visibile soltanto dal mare e non da vie, strade o suoli pubblici.

 

Risposta n. 596 del 16 settembre 2021  –  Soggetto che svolge in Italia attività in "smart working" per una società estera

Il cittadino italiano iscritto all’Aire, dipendente di una società statunitense, può usufruire del regime speciale per lavoratori “impatriati” se rientra in Italia continuando a svolgere l’attività in modalità smart working per la stessa azienda straniera. Avendo una figlia minorenne potrà, inoltre, continuare ad applicare il beneficio per altri cinque anni con un taglio sui redditi del 50%.

 

Risposta n. 599 del 16 settembre 2021  – Superbonus - Interventi di riduzione del rischio sismico

I lavori di riduzione del rischio sismico, di ristrutturazione edilizia e di efficientamento energetico realizzati su un edificio composto da tre unità immobiliari diversamente censite in catasto, detenuto in comproprietà da due coniugi, sono ammessi al Superbonus, compresi quelli effettuati sull’unità censita in categoria F/4 “unità immobiliare in corso di definizione”: l’immobile, infatti, è esistente. 

 

Risposta n. 600 del 16 settembre 2021  – Bonus Mezzogiorno e Industria 4.0 e società tra professionisti

A prescindere dalla fonte, il reddito della Stp costituisce reddito d’impresa. È irrilevante che provenga dall’attività professionale, la sua qualificazione deriva dalla forma giuridica. Di conseguenza la società costituita da odontoiatri che investe in beni strumentali compatibili con i crediti d’imposta “Industria 4.0” e “Mezzogiorno” può accedere a entrambe le agevolazioni.

 

Risposta n. 601 del 16 settembre 2021  – Contributo fondo perduto COVID-19 decreto sostegni

se una società si limita a operare il ribaltamento dei costi alla società di leasing, la stessa non può fruire del contributo previsto dal decreto "Sostegni", analogamente a quanto previsto per i consorzi, che operano con il medesimo schema.

 

Risposta n. 603 del 16 settembre 2021  – Credito di imposta per investimenti in beni strumentali

Il coordinamento delle agevolazioni previste dalle leggi di bilancio 2020 e 2021 avviene distinguendo gli investimenti:- per i quali, alla data del 15/11/2020, si sia proceduto all'ordine vincolante, sia stato versato l'acconto del 20% e siano completati entro il 30/06/2021. A questi si applica la disciplina della legge di bilancio 2020- effettuati a partire dal 16/11/2020, che rientrano nella nuova disciplina.

 

Risposta n. 605 del 16 settembre 2021  – Contributo fondo perduto COVID-19 decreto sostegni

L'avvocato, che partecipa in un’associazione professionale costituita ad aprile 2020, nel calcolo del contributo a fondo perduto del Dl “Sostegni” (articolo 1 del decreto legge n. 41/2021) deve considerare, oltre al fatturato “individuale”, anche gli effetti dell'acquisizione della clientela proveniente dai professionisti che hanno costituito l’associazione:

  • sia in relazione alle modalità di determinazione della soglia massima dei compensi, tenendo conto del fatturato generato dalla predetta clientela nella misura in cui sia stata trasferita nella gestione associata
  • sia per quanto riguarda la quantificazione della riduzione del fatturato, calcolando le medie dei periodi di riferimento avendo cura di considerare sia il fatturato dell'associazione sia quello dei clienti dei professionisti trasferiti allo studio associato.

 

Risposta n. 606 del 16 settembre 2021  – Bonus facciate

La detrazione Irpef del 90% non può essere applicata per il recupero delle facciate interne anche se i miglioramenti possono essere ammirati dai turisti che accedono al museo che ospita il compendio. La condizione è infatti che siano visibili dalla strada. Applicabile invece l’Iva al 10% per il recupero edilizio se l’immobile appartiene alla categoria catastale A9 perché unità abitativa.

 

Risposta n. 606 del 16 settembre 2021  – Superbonus - calcolo dei limiti di spesa per interventi su due unità residenziali ed un garage

Il comproprietario di un fabbricato composto da tre unità immobiliari accatastate separatamente, di cui due unità residenziali e un garage, che intende effettuare sull'edificio interventi di adeguamento sismico e di efficientamento energetico, con contestuale cambio di destinazione della pertinenza e suo accorpamento a una delle unità abitative, potrà usufruire del Superbonus. Inoltre, per gli interventi da effettuare sull'edificio potrà considerare, ai fini della verifica del limite di spesa sui cui calcolare la detrazione, le tre unità immobiliari di cui si compone l'edificio risultanti al catasto all'inizio degli interventi edilizi, inclusa la pertinenza.

 

Risposta n. 609 del 16 settembre 2021  – Superbonus - interventi "trainanti" e "trainati" su edificio condominiale

Il regime agevolativo del Superbonus non può applicarsi alle 26 unità immobiliari del condominio istante iscritte nel catasto fabbricati con la categoria F/3 (unità in corso di costruzione), in quanto non definibili come unità "esistenti" di natura residenziale come richiede la norma.

 

Risposta n. 610 del 16 settembre 2021  – Superbonus - Interventi realizzati da una organizzazione di volontariato (ODV)

Una Convenzione stipulata fra un Comune e un’Organizzazione di volontariato nella forma della scrittura privata, finalizzata a consentire all'Odv istante lo svolgimento della propria attività di assistenza alle persone fragili o bisognose, può costituire titolo idoneo alla fruizione del Superbonus. Il sistema di protocollazione adottato dal Comune, infatti, è valido a garantire che l'istante ha la disponibilità giuridica dell'immobile prima del sostenimento delle spese.

 

Risposta n. 611 del 16 settembre 2021  – cambio di destinazione d'uso unità abitativa a seguito di interventi di ristrutturazione

Le spese sostenute per la ristrutturazione di un appartamento destinato, alla fine dei lavori, a diventare studio professionale, non fruiscono della corrispondente detrazione fiscale, in quanto la stessa vale solo per gli interventi effettuati su immobili residenziali. Diverso il discorso per le spese di efficientamento energetico, applicabili a prescindere dalla tipologia degli immobili.

 


ISTAT

 

TFR – coefficiente di rivalutazione

L’Istat ha comunicato l’indice relativo al mese di agosto che è pari a 104,70%. Il coefficiente per rivalutare le quote di trattamento di fine rapporto con riferimento al mese di agosto2021 è di 2,759531%.