Martedì, 07 Settembre 2021 14:05

Contributi a fondo perduto per tessile e moda

Appuntamento alle 12 del 22 settembre 2021 per le piccole imprese, costituite da non più di cinque anni, che vogliano accedere al contributo a fondo perduto previsto dall’articolo 38-bis del decreto Rilancio. A dettare i tempi è il decreto direttoriale 3 agosto 2021 che fa seguito al decreto Mise del 18 maggio 2021 e indica come unica procedura per l’invio delle istanze quella informatica disponibile sul sito di Invitalia. Le risorse per sostenere l’acquisto e l’installazione di nuovi macchinari, la creazione e l’utilizzo di tessuti innovativi da parte di giovani talenti sono pari complessivamente a 5 milioni di euro.

Sempre dal Mise, inoltre, arriva l’informazione che è stato firmato il decreto con l’elenco dei codici Ateco delle imprese che hanno diritto a un credito d’imposta del 30% in favore del settore del tessile e della moda, della produzione calzaturiera e della pelletteria, al fine di contenere gli effetti negativi delle rimanenze dei prodotti in magazzino, aumentate a causa dell'emergenza Covid. Per diventare operativo, bisognerà però attendere un provvedimento dell’Agenzia delle Entrate che definirà termini e modalità per usufruire dell’agevolazione. L’incentivo ha ricevuto dal decreto Sostegni-bis un platfond di 95 milioni per il 2021 e di 150 milioni per il 2022.

Notizie correlateMISE: 5 mln a sostegno dell'industria tessile, moda e accessori - Il decreto Sostegni bis è legge - Licenziamenti, arriva lo sblocco