Martedì, 03 Agosto 2021 16:26

Le Novità Normative della Settimana dal 26 luglio 2021 al 1 agosto 2021

INPS

Prestazioni assistenziali – Verifiche Inps sui redditi anno 2017

INPS, con il messaggio n. 2756 del 28.7.2021, informa di aver avviato una verifica per i redditi dell’anno 2017, sulle seguenti prestazioni assistenziali:

  • pensione di inabilità (di cui all’articolo 12 della legge 30 marzo 1971, n. 118, di conversione in legge del D.L. 30 gennaio 1971, n. 5);
  • assegno mensile di assistenza (di cui all’articolo 13 della legge n. 118/1971);
  • pensione ai ciechi civili (di cui alla legge 27 maggio 1970, n. 382);
  • pensione ai sordi (di cui all’articolo 1 della legge 26 maggio 1970, n. 381);
  • assegno sociale (di cui all’articolo 3, comma 6, della legge 8 agosto 1995, n. 335, e all’articolo 19 della legge n. 118/1971).

La stessa si è resa necessario in quanto, circa 69.000 posizioni, riferite a soggetti titolari delle prestazioni di cui sopra, non hanno presentato né la dichiarazione dei redditi (annualità reddituale 2018), né la dichiarazione di responsabilità reddituale di cui all’articolo 35, comma 10-bis, del D.L. n. 207/2008, né hanno dato riscontro al sollecito.

 

Esonero parziale dei contributi previdenziali

L’INPS, con il messaggio n. 2761 del 29 luglio 2021, stabilisce che i soggetti interessati dall’esonero dei contributi autonomi e professionisti, devono presentare la domanda di esonero all’INPS entro il 30 settembre 2021, con le modalità che saranno indicate in una prossima circolare. L’esonero spetta ai lavoratori che abbiano percepito nel periodo d’imposta 2019 un reddito complessivo non superiore a 50.000 euro e abbiano subìto un calo del fatturato nel 2020 non inferiore al 33% rispetto a quello del 2019.

Con il decreto 17 maggio 2021, n. repertorio 82/2021, il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, di concerto con il Ministro dell’Economia e delle Finanze, ha definito i criteri e le modalità per la concessione dell’esonero contributivo.

 

Versamenti volontari del settore agricolo. Anno 2021

L'INPS, con la Circolare n. 114 del 28 luglio 2021 spiega le modalità di calcolo, per l’anno 2021, dei contributi volontari relativi alle varie categorie di lavoratori agricoli, diversificate in relazione alla tipologia e alla gestione di appartenenza dei prosecutori volontari.

 

Classificazione dei datori di lavoro ai fini previdenziali. Nuovo orientamento giurisprudenziale.

L’INPS, con la circolare n. 113 del 28 luglio 2021 interviene in materia di classificazione dei datori di lavoro ai fini previdenziali, prendendo atto del nuovo indirizzo espresso dalla Corte di Cassazione con le sentenze n. 14257/2019 e n. 5541/2021.

In particolare la variazione di classificazione dei datori di lavoro, con il conseguente trasferimento nel settore economico corrispondente all’effettiva attività svolta, può avvenire con effetto retroattivo soltanto in caso di inesatte dichiarazioni del datore di lavoro rese al momento dell’iniziale inquadramento.

Pertanto, ai fini della variazione di classificazione dei datori di lavoro, i provvedimenti dell’Istituto successivi alla data del 24 maggio 2019, in ragione del consolidarsi del nuovo orientamento giurisprudenziale, dovranno basarsi sul presupposto che l’omessa comunicazione del datore di lavoro circa i mutamenti dell’attività svolta non potrà essere più equiparata all’inesatta dichiarazione (per cui non potrà più rilevare ai fini dell’adozione di un provvedimento di variazione di classificazione con efficacia retroattiva).

 

Fruizione in modalità oraria del “Congedo 2021 per genitori”

Con messaggio del 28 luglio 2021, n. 2754, l’INPS fornisce le indicazioni sulla modalità di presentazione delle domande di congedo straordinario, per i lavoratori dipendenti del settore privato, con figli affetti da SARS CoV-2, in quarantena da contatto o con attività didattica o educativa in presenza sospesa o con centri diurni assistenziali chiusi lavoratori, anche in modalità oraria.

Le domande possono avere ad oggetto periodi di fruizione antecedenti la presentazione delle stesse, purché, nello specifico congedo orario, ricadenti all’interno dell’arco temporale previsto dalla norma (dal 13 maggio 2021 al 30 giugno 2021).

La domanda deve essere presentata esclusivamente in modalità telematica attraverso il sito web dell’Istituto, chiamando il Contact center ovvero attraverso gli Istituti di Patronato.

 

Proroga scadenze versamenti per artigiani, commercianti e professionisti

L’INPS, con messaggio n. 2731 del 27 luglio 2021, che a seguito delle disposizioni contenute nell’articolo 9-ter, D.L. 73/2021, sono, pertanto, differiti alla data del 15 settembre 2021 i termini di versamento delle somme dovute:

  • a titolo di saldo per l’anno di imposta 2020 e di primo acconto per l’anno di imposta 2021 della contribuzione calcolata sul reddito d’impresa ai fini Irpef dai soggetti di cui all’articolo 1, L. 233/1990;
  • a titolo di saldo per l’anno d’imposta 2020 e di primo acconto per l’anno d’imposta 2021 della contribuzione calcolata sul reddito ai fini Irpef dai soggetti iscritti alla Gestione separata di cui all’articolo 2, comma 26, L. 335/1995, e che producono reddito ai sensi dell’articolo 53, comma 1, Tuir

 

 

INAIL

Riduzione del tasso medio per prevenzione anno 2021

Con la nota n. 9420 del 27 luglio 2021, l’Inail comunica che è in corso di pubblicazione il Nuovo modello OT23 2022 , in relazione agli interventi per la prevenzione e la tutela della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro adottati dalle aziende nel corso del 2021, ai sensi dell’articolo 23 delle Modalità per l’applicazione delle Tariffe dei premi, di cui al decreto interministeriale 27 febbraio 2019.

Il modello riproduce sostanzialmente quello del 2021.
Le sole novità riguardano l’inserimento dell’intervento C-6.11 legato alla mitigazione dello stress termico negli ambienti di lavoro “severi caldi” (ad es. acciaierie, fonderie, ecc.) e la reintroduzione dell’intervento relativo all’adesione al programma Responsible Care di Federchimica, denominato E-182, mentre è stato eliminato l’intervento A-3.13.

 

 

AGENZIA DELLE ENTRATE

Credito d’imposta per investimenti in beni strumentali nuovi

L'agenzia delle entrate, con la circolare n. 9 del 23 luglio 2021, afferma che per gli investimenti che danno accesso al credito d’imposta effettuati dal 16 novembre 2020 (data di decorrenza della nuova disciplina introdotta dalla legge di bilancio 2021) al 31 dicembre 2020 (termine finale delle disposizioni previste dalla legge di bilancio 2020), o al 30 giugno 2021 nel caso degli investimenti “prenotati”, cioè con ordine accettato dal venditore e avvenuto pagamento di acconti in misura almeno pari al 20% del costo di acquisizione entro la data del 31 dicembre 2020, gli effetti del nuovo regime sono anticipati, senza attendere il 31 dicembre 2020, termine naturale delle precedenti misure. L’interpretazione dell’ambito temporale di applicazione del credito d’imposta, in assenza di una disciplina transitoria, consente, così, di definire la parziale sovrapponibilità della nuova disciplina con quella precedente.

 

Contributo a fondo perduto Dl Agosto, stabilita la percentuale per il calcolo

Con il provvedimento del 27 luglio 2021, dell’Agenzia delle entrate è stata definita la percentuale da moltiplicare al contributo a fondo perduto concesso dal Dl “Agosto” a chi non aveva presentato la domanda ai tempi del “Rilancio” e ha sfruttato la seconda finestra per richiederlo. La percentuale, pari al 15,6531 per cento, ottenuta dal rapporto tra il limite massimo di spesa (fissato dalla norma a 5 milioni di euro) e l’ammontare complessivo dei contributi emergenti dalle istanze accolte, consentirà di determinare l’importo massimo del contributo erogabile a ciascun beneficiario

 

Trattamento IVA – Cessione di integratori alimentari in forma liquida

Con risoluzione n. 50 del 29 luglio 2021, l'Agenzia delle entrate ha precisato che le cessioni di integratori alimentari che si presentano in forma liquida e sono utilizzati per mantenere l’organismo in buona salute possono fruire dell’Iva ridotta, nella misura del 10%, non essendo i beni riconducibili alla categoria degli “sciroppi di qualsiasi natura” che è esclusa dall’applicazione dell’aliquota agevolata.

 

Piattaforma cessione crediti. Approvate le regole per la trasmissione massiva

Con provvedimento dell’Agenzia del 29 luglio 2021, vengono stabilite le specifiche tecniche per la trasmissione telematica massiva, alle Entrate, delle richieste di accettazione o rifiuto delle cessioni dei crediti presenti nella “Piattaforma cessione crediti”, accessibile dall’area riservata del sito dell’Agenzia, e per la comunicazione telematica, ai cessionari, degli esiti delle stesse richieste.Queste ultime vanno inviate, tramite i canali telematici dell’amministrazione, nel rispetto delle specifiche tecniche appena validate, esclusivamente dal soggetto che risulta cessionario del credito da accettare o rifiutare, e, entro il giorno successivo, possono essere anche annullate. Entro i due giorni successivi alla trasmissione, l’Agenzia delle entrate comunicherà, attraverso un apposito file, compilato secondo le specifiche tecniche ad hoc, gli esiti delle richieste.

 

 

AGENZIA DELLE ENTRATE INTERPELLO

Risposta n. 509 del 26 luglio 2021 - IVA in importazione e contratto di consignment stock

Nonostante non si sia verificato un concreto passaggio di proprietà, l’operatore Iva italiano potrà detrarre l’imposta pagata sui beni importati dal Regno Unito, nell’ambito di un contratto di consignment stock (una tipologia negoziale che prevede il trasferimento dei beni di proprietà del fornitore presso un deposito del cliente, il quale, in base alle proprie esigenze, effettua dei prelievi in qualsiasi momento e da allora ne diventa effettivo proprietario), previa annotazione della dichiarazione doganale nel registro Iva acquisti.

 

Risposta n. 515 del 26 luglio 2021 - Superbonus per spogliatoio di palestra comunale concessa ad Asd

Gli interventi di riqualificazione energetica attuati da una associazione sportiva dilettantistica sulla palestra della scuola media data in concessione dal Comune, in virtù di una convenzione in vigore dal 1° settembre 2020, usufruiscono delle agevolazioni fiscali previste dal Superbonus per i soli locali degli spogliatoi

 

Risposta n. 516 del 26 luglio 2021 - interventi di riduzione del rischio sismico - criteri di individuazione delle zone sismiche

Ai fini dell'accesso alle detrazioni previste decreto Rilancio per i lavori antisismici bisogna basarsi sulla tabella indicata dalla circolare n. 24/2020 e non su quella precedente allegata all'ordinanza del presidente del Consiglio dei ministri n. 3274/2003. Di conseguenza il beneficio è precluso se il Comune precedentemente classificato in zona 3, in base alle ultime modifiche ora ricade in zona 4.

 

Risposta n. 519 del 28 luglio 2021 - Regime forfetario – cause ostative

La contribuente che usufruiva del regime dei minimi in Italia e sposta la sua residenza un altro Paese Ue continuando a produrre almeno il 75% del suo reddito complessivo nel nostro Paese può applicare il regime forfetario non rilevando, in tal caso, la causa ostativa connessa alla residenza.

 

Risposta n. 520 del 29 luglio 2021 - Regime forfetario - Fatturazione elettronica - regime premiale

Il beneficio che prevede la riduzione di un anno del termine ordinario di accertamento per coloro che applicano il regime forfetario, subordinato al fatturato costituito esclusivamente da fatture elettroniche emesse tramite Sdi, non è perso per il professionista che per errore ha emesso una fattura cartacea sanando la dimenticanza predisponendo il documento elettronico oltre i dodici giorni previsti dall’articolo 21, comma 4 del Decreto Iva.

 

Risposta n. 521 del 29 luglio 2021 – Contributo regionale erogato per far fronte all'emergenza epidemiologica COVID-19

Il sostegno economico erogato dalla Regione in forma di sovvenzione del prestito ricevuto in banca per far fronte all’emergenza sanitaria e per non chiudere l’attività è assimilabile ai contributi a fondo perduto erogati con gli stessi scopi dallo Stato nel periodo della pandemia e, di conseguenza, non è rilevante ai fini dell’imponibile Ires e Irap.

 

Risposta n. 523 del 29 luglio 2021 - Voucher - Disciplina IVA

Le cessioni e le prestazioni di servizi pagate con un borsellino elettronico che consente di effettuare trasferimenti soggetti ad aliquote Iva differenti sono considerate realizzate quando avviene l’operazione e non all’emissione del buono, e devono essere documentate in quel momento con fattura o tramite memorizzazione elettronica e invio telematico dei corrispettivi giornalieri.

 

Risposta n. 524 del 30 luglio 2021 - Superbonus - Modifica della dimensione dei serramenti esistenti

In una ristrutturazione di un immobile residenziale unifamiliare, in cui saranno eseguite sia opere strutturali, con ridistribuzione degli spazi interni, sia lavori di riqualificazione energetica, la sostituzione degli infissi potrà beneficiare del Superbonus al 110% come intervento trainato, anche se avranno una differente superficie a patto che venga rispettato il principio del risparmio energetico che non ammette, a fine lavori, la realizzazione di superfici più grandi di quelle precedenti.