Stampa questa pagina
Martedì, 27 Luglio 2021 15:20

Le Novità Normative della Settimana dal 19 al 25 luglio 2021

Integrazione salariale COVID per imprese di rilevante interesse strategico nazionale

Sulla Gazzetta Ufficiale n. 172 del 20 luglio 2021 è stato pubblicato il Decreto Legge n. 103 del 20 luglio 2021, con le misure urgenti per la tutela delle vie d’acqua di interesse culturale e per la salvaguardia di Venezia, nonché disposizioni urgenti per la tutela del lavoro.

In particolare, l’articolo 3 disciplina il trattamento di integrazione salariale in favore di imprese di rilevante interesse strategico nazionale (imprese con un numero di lavoratori dipendenti non inferiore a 1.000 che gestiscono almeno uno stabilimento industriale di interesse strategico nazionale ai sensi dell’articolo 1, D.L. 207/2012), le quali, in via eccezionale, possono presentare domanda di concessione del trattamento ordinario di integrazione salariale di cui agli articoli 19 e 20, D.L. 18/2020, per una durata massima di ulteriori 13 settimane, fruibili fino al 31 dicembre 2021. 

Va ricordato anche che per queste aziende  valgono le limitazioni per i licenziamenti ricoducibili alla normativa emergenziale.

Il  Decreto legge  ha apportato modifiche all’articolo 43-bis, D.L. 109/2018, avente ad oggetto l’esonero dal pagamento delle quote di accantonamento del Tfr e del ticket licenziamento per le società sottoposte a procedura fallimentare o in amministrazione straordinaria, che ora varrà anche per il 2022, qualora le stesse abbiano usufruito del trattamento di integrazione salariale straordinaria negli anni 2019, 2020 e, ora, anche 2021.

 

INPS

Nuovo servizio internet “Consultazione flussi Uniemens”

L’INPS, con il messaggio n. 2666 del 21 luglio 2021, comunica che, nella sezione “Servizi per le Aziende e Consulenti” del sito internet dell’Istituto, è in linea l’aggiornamento dei servizi di consultazione dei flussi Uniemens.

La nuova funzionalità, denominata “Consultazione flussi Uniemens”, è accessibile dal menu di sinistra di “Servizi per le Aziende e Consulenti”, selezionando la voce “Uniemens”, e si affianca alla precedente versione, rinominata “Consultazione Denunce Individuali-DM10”, che rimarrà disponibile per la consultazione dei DM delle Aziende della Gestione privata.

Di seguito le principali novità della nuova funzionalità:

  • possibilità di visualizzare i dati della ricevuta riguardanti la nuova gestione Uniemens CIG a pagamento diretto (etichetta “PagDiretto41”), relativa ai flussi “UniEmens-Cig”(cfr. la circolare n. 62/2021);
  • visualizzazione delle informazioni sullo stato di elaborazione delle denunce “PosAgri”.

 

Concessionari del servizio di riscossione: nuove modalità di calcolo delle prestazioni

L'INPS, con la Circolare n. 112 del 21 luglio 2021, fornisce le istruzioni  in relazione alle nuove modalità di calcolo delle prestazioni  pensionistiche erogate dal Fondo di previdenza per gli impiegati dipendenti dai concessionari del servizio di riscossione dei tributi e delle altre entrate dello Stato e degli enti pubblici di cui alla legge 2 aprile 1958, n. 377 (c.d. Fondo di tesoreria).

 

Bonus asilo nido anche agli stranieri senza permesso di lungo periodo

Con il messaggio n. 2663 del  21 luglio 2021, l’INPS recepisce l’esito negativo dell’appello avverso l’ordinanza del Tribunale di Milano del 9 novembre 2020, in riferimento all’azione civile collettiva contro la discriminazione per mancato riconoscimento del bonus ai cittadini di Stati extracomunitari privi del permesso di soggiorno di lungo periodo. Confermato dunque l’accoglimento delle nuove domande del c.d. bonus asilo nido, presentate entro la fine dell’anno 2020, e il riesame in autotutela, su domanda dell’interessato, di quelle già presentate nel 2020 e definite con diniego.

 

 

ISPETTORATO NAZIONALE DEL LAVORO

Licenziamenti e Cig, nuovo modello per le procedure di conciliazione

L’INL, con nota n. 5186 del 16 luglio 2021, ha pubblicato i  chiarimenti sulla riattivazione delle procedure di conciliazione per i licenziamenti individuali per giustificato motivo oggettivo

L’Ispettorato ha precisato che a decorrere dal 1° luglio 2021, ai sensi dell’articolo 8, comma 1, D.L. 41/2021, il divieto di licenziamento è venuto meno solo per le aziende che possono fruire della Cigo, individuate ex articolo 10, D.Lgs. 148/2015 (riferibile sostanzialmente a industria e manifatturiero).

Gli ulteriori interventi normativi di cui al D.L. 73/2021 e al D.L. 99/2021 hanno esteso, a determinate condizioni, il divieto di licenziamento oltre il 30 giugno 2021. In particolare:

  • per le aziende del tessile ;
  • per le altre aziende rientranti nell’ambito di applicazione della Cigo, la possibilità di licenziare è inibita ai datori di lavoro che abbiano presentato domanda di fruizione degli strumenti di integrazione salariale ai sensi degli articoli 40, comma 3 e, 40-bis, comma 1, per tutta la durata del trattamento e fino al massimo al 31 dicembre 2021.

Al fine di acquisire le informazioni utili all’istruttoria delle procedure di conciliazione ex articolo 7, L. 604/1966, riguardanti il settore di attività dell’impresa istante e l’eventuale presentazione di domande di integrazione salariale, è stato predisposto, inoltre, un modello di istanza specifico, allegato alla nota e disponibile sulla pagina web dell’INL.

Il medesimo modulo potrà essere utilizzato per reiterare le istanze riguardanti le procedure di conciliazione in corso al momento dell’entrata in vigore del D.L. 18/2020 (articolo 46, D.L. 18/2020, come modificato dall’articolo 80, comma 1, lettera a), D.L. 34/2020) in considerazione della possibilità di accedere a misure di integrazione salariale che allungano il periodo di divieto.

Infine, l’agenzia ispettiva chiarisce che l’eventuale presentazione di domanda di cassa integrazione ai sensi degli articoli 40, comma 3, e 40-bis, comma 1, successivamente alla definizione delle procedure ex articolo 7, L. 604/1966, sarà valutata ai fini della programmazione delle attività di vigilanza connesse alla fruizione degli ammortizzatori sociali.

 

 

INPGI

Maggiorazione degli importi degli assegni per il nucleo familiare.

L’INPGI ha pubblicato la circolare n. 9 del 19 luglio 2021, con la quale fornisce alcuni chiarimenti in merito alla maggiorazione degli importi degli assegni per il nucleo familiare, prevista dal decreto-legge 8 giugno 2021, n. 79.

In particolare la  maggiorazione sarà anticipata dal datore di lavoro, unitamente all’importo dell’Assegno per il nucleo familiare spettante. Tuttavia, in fase di recupero degli importi corrisposti, nella predisposizione delle denunce contributive mensili (procedura DASM), l’importo della maggiorazione dovrà essere indicato separatamente dall’ANF, utilizzando gli  appositi campi predisposti

 

 

AGENZIA DELLE ENTRATE

Contributo a fondo perduto decreto sostegni bis- pronto il codice tributo

Con la risoluzione n. 48 del 19 luglio 2021 dell’Agenzia delle entrate istituisce il nuovo codice tributo “6946” per consentire, nei casi in cui il contribuente abbia scelto tale modalità di fruizione, l’utilizzo in compensazione, tramite modello F24, del contributo a fondo perduto “attività stagionali” previsto dal Dl “Sostegni-bis” (articolo 1, comma 5 del Dl n. 73/2021) a favore di contribuenti titolari di partita Iva residenti o stabiliti nel territorio dello Stato, che svolgono attività d'impresa, arte o professione o che producono reddito agrario. Inoltre, la stessa risoluzione istituisce i codici tributo “8131”, “8132”, “8133” per la restituzione spontanea, tramite il modello “F24 Versamenti con elementi identificativi” (F24 Elide), del contributo non spettante, erogato mediante accredito su conto corrente o utilizzato in compensazione, nonché il versamento dei relativi interessi e sanzioni.

 

Opzioni Superbonus, aggiornate le istruzioni

Con il provvedimento del 20 luglio 2021, l’Agenzia delle entrate aggiorna le istruzioni per la compilazione della comunicazione delle opzioni relative alle detrazioni spettanti in caso di interventi di recupero del patrimonio edilizio, efficienza energetica, rischio sismico e alla realizzazione di impianti fotovoltaici e di colonnine di ricarica. Rimodulate, di conseguenza, anche le relative specifiche tecniche per la trasmissione telematica del modello alle Entrate. L’aggiornamento, tra l’altro, consente di comunicare l’opzione anche per le detrazioni spettanti in relazione agli interventi di rimozione delle barriere architettoniche, se eseguiti congiuntamente ad altri interventi trainanti che danno diritto al Superbonus 110%. I nuovi prodotti sono utilizzabili dal 21 luglio 2021.


Regime di adempimento collaborativo: chiarimenti operativi

L'Agenzia delle entrate con la risoluzione n. 49 del 22 luglio 2021 ha chiarito che nell'ambito del regime di adempimento collaborativo (cooperative compliance), relativamente alla gestione delle interlocuzioni costanti e preventive, le risposte rese dall’Ufficio a fronte delle comunicazioni vincolano l’Amministrazione finanziaria e restano valide finché rimangono invariate le circostanze di fatto e di diritto sulla base delle quali sono state rese e generano affidamento per il contribuente.  La comunicazione “non qualificata”, invece, non costituisce fonte d’innesco di una “interlocuzione preventiva” e non dà diritto alla riduzione delle sanzioni.

 

 

AGENZIA DELLE ENTRATE INTERPELLO

Risposta n. 484 del 19 luglio 2021 - Eccedenze di credito compensate nell'ambito della procedura di liquidazione dell'IVA di Gruppo - prestazione delle garanzie

Una società con sede legale in Irlanda, identificata in Italia, che effettua la liquidazione Iva di gruppo in qualità di controllante e che nel corso del 2020 ha compensato le eccedenze di credito 2019 con eccedenze di debito, in sede di presentazione della dichiarazione Iva 2021, periodo d'imposta 2020, non potrà prestare le garanzie mediante assunzione diretta, per la compensazione operata.

 

Risposta n. 485 del 19 luglio 2021 - Fatture tax free a turisti extra-Ue

Il rimborso dell'Iva ai turisti extra-comunitari, contestualmente all'uscita degli stessi dal territorio doganale dell'Unione europea, è garantito solo dal documento che viene rilasciato agli stessi dai cedenti al momento di emissione delle fatture in modalità digitale o analogica, contenente anche il codice che identifica univocamente la transazione e attesta la ricezione dei dati da parte dell'amministrazione finanziaria.

 

Risposta n. 486 del 19 luglio 2021 – superbonnus cooperativa a proprietà indivisa

Una cooperativa proprietaria di 47 unità immobiliari, di cui 34 a destinazione abitativa, tutte locate ai soci, 9 a destinazione commerciale e 4 a uso ufficio, che intende effettuare dei lavori di isolamento termico e sostituzione dell'impianto di climatizzazione invernale sulle parti comuni alle singole unità del complesso immobiliare (articolo 119 del Dl n. 34/2020), potrà applicare il Superbonus limitatamente alle abitazioni e il bonus ristrutturazioni sui fabbricati commerciali.

 

Risposta n. 487 del  20 luglio 2021 – MASTER post lauream non universitari accreditati ASFOR - TrattamentoIVA

Una società cooperativa iscritta nell'Elenco regionale degli organismi formativi che si occupa di formazione manageriale post lauream non universitaria, offrendo dei corsi accreditati dall’Asfor (Associazione italiana per la formazione manageriale) - ente preposto allo sviluppo della cultura di gestione in Italia - nella categoria dei Master in General Management, dovrà applicare l’aliquota Iva alle operazioni attive di vendita sul mercato dei percorsi formativi e segnatamente dei Master post lauream non universitari, non avendo l’accreditamento Asfor alcun valore ai fini dell’esenzione Iva prevista dall’articolo 10, comma 1, n. 20) del Dpr. n. 633/1972.  

 

Risposta n. 488 del  20 luglio 2021 Superbonus - impianti fotovoltaici su edifici di nuova costruzione

No alla maxi detrazione del 110% per l’installazione del nuovo impianto fotovoltaico annesso alla villetta ancora in costruzione, sconosciuta al Catasto, e per la quale non è stata ancora presentata la richiesta di accatastamento. L’accesso all’incentivo maggiorato, infatti, è consentito per le opere realizzate su edifici già esistenti. Diversamente, l'istallazione dell'impianto fotovoltaico su edifici di nuova costruzione può beneficiare del Superbonus, a condizione che sia eseguita congiuntamente agli interventi "trainanti" ammessi all'agevolazione, prima dell'accatastamento dell'edificio e le date delle spese sostenute per l'intervento trainato siano ricomprese nell'intervallo di tempo individuato dalla data di inizio e dalla data di fine dei lavori per la realizzazione degli interventi trainanti.

 

Risposta n. 489 del  20 luglio 2021 – Redditi prodotti in forma associata Trattamento fiscale del compenso derivante da un contratto di docenza

Nel caso in cui un commercialista, componente di un'associazione professionale, stipuli un contratto di docenza con un ateneo estero, i compensi sono imponibili in capo al contribuente, non rilevando la circostanza, attinente i meri rapporti interni fra le parti, che il professionista debba riversare allo studio detti emolumenti.

 

Risposta n. 491 del 20 luglio 2021 – Addebiti Iva e spese anticipate

Alle fatture elettroniche emesse da un notaio, che recano l’addebito sia di corrispettivi imponibili Iva sia di somme riguardanti spese anticipate (articolo 15del Dpr n. 633/1972), superiori a 77,47 euro, si applica l’imposta di bollo nella misura pari a 2 euro, in quanto non vale il principio di alternatività tra Bollo e Iva. Tale imposta andrà assolta al momento dell’emissione della fattura elettronica, poiché solo in quel momento sarà possibile verificare l’eventuale superamento della soglia di 77,47 euro che rappresenta il presupposto per l’assoggettamento al tributo. Nel caso in cui, invece, le somme anticipate in nome e per conto del cliente riguardano tributi dovuti dal cliente stesso, potrà trovare applicazione l'esenzione dall'imposta di bollo.

 

Risposta n. 492 del 20 luglio 2021 – Trattamento fiscale dei contributi erogati dall'Ente Bilaterale in favore dei lavoratori dipendenti e delle imprese

I contributi straordinari erogati dall'ente bilaterale ai lavoratori autonomi e alle aziende sono esenti dall’Irpef, mentre concorrono alla formazione del reddito dei loro dipendenti.

Le somme non dovranno quindi essere indicate nel modello 770. Sono sottoposti a ritenuta invece gli importi percepiti dai dipendenti ai quali dovrà essere rilasciata la Certificazione unica.

 

Risposta n. 494 del 20 luglio 2021 –  superbonus e asseverazione vecchio modello

Una società che ha acquistato il 1° settembre 2020 una parte dell'unità immobiliare demolita e ricostruita, con ampliamento rispetto alla metratura preesistente, potrà fruire del Superbonus in quanto non rileva il fatto che l'asseverazione del progettista per la riduzione del rischio sismico e l'attestazione del direttore dei lavori siano state predisposte sulla base del previgente decreto n. 58/2017 del ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti. Nel caso in questione, non va attestata ai fini della maxi-detrazione la congruità delle spese sostenute in relazione agli interventi agevolati.

 

Risposta n. 495 del 20 luglio 2021 –  Contratto di leasing avente ad oggetto un elicottero - detraibilità dell'IVA

Se  l'elicottero è un bene utilizzato da una società per l'esercizio della propria attività imprenditoriale e per il raggiungimento del proprio scopo sociale, la compagine può detrarre, ai sensi dell'articolo 19-bis1, comma 1, lettere a) e d) Dpr 633/1972, l'Iva dalla stessa assolta sui canoni di leasing e sulle operazioni, specificamente individuate, relative al velivolo.

 

Risposta n. 496 del 21 luglio 2021 –  sequestro antimafia - decesso dell'imprenditore

In tema di sequestro antimafia, nel caso di decesso dell’imprenditore, in assenza di cessazione dell'attività da parte dell’erede, è corretto che l'amministratore giudiziario assolva agli obblighi dichiarativi, intestando le dichiarazioni al de cuius, con l'indicazione del codice fiscale del defunto e della partita IVA dell'impresa individuale, inserendo altresì i propri dati anagrafici in qualità di dichiarante e di amministratore giudiziario.

 

Risposta n. 498 del 21 luglio 2021 –  Superbonus - usufruttuario di immobile segregato in un trust

L’usufruttuario estero di un’unità abitativa residenziale, sulla quale sosterrà spese relative a interventi antisismici e di riqualificazione energetica può usufruire del superbonus. Questo anche se l’immobile è segregato in un trust, il cui disponente e trustee è il figlio, e anche se l’usufruttuario è titolare del solo reddito fondiario derivante dall'immobile. Lo stesso potrà accedere all’agevolazione scegliendo le altre modalità di utilizzo della stessa (sconto in fattura o cessione del credito), in luogo della detrazione diretta.

 

Risposta n. 499 del 21 luglio 2021 –  Bonus facciate - Spese  sostenute da un unico condomino

Può accedere al bonus facciate il condomino di un condominio minimo che sostiene interamente le spese per gli interventi, autorizzato da una delibera assembleare, con il consenso unanime di tutto il condominio, all’esecuzione dei lavori e al sostenimento della relativa spesa.

È necessaria una delibera condominiale, che, all’unanimità, autorizzi l’esecuzione dei lavori e acconsenta al sostenimento dei costi da parte dell’interessato ad effettuare gli interventi