Stampa questa pagina
Martedì, 20 Luglio 2021 16:00

Le Novità Normative della Settimana dal 12 al 18 luglio 2021

Al via la fatturazione elettronica tra Italia e San Marino

È stato pubblicato sulla gazzetta ufficiale n. 168 del 15 luglio 2021il decreto 21 giugno 2021del Ministero dell'economia e finanza con cui  viene definito, dal 1° luglio 2022, l’obbligo di emettere le fatture in modalità elettronica, utilizzando il Sdi, Sistema di interscambio dell’Agenzia delle entrate, per gli scambi commerciali tra Italia e San Marino. Dal prossimo 1° ottobre, in via transitoria, gli operatori potranno optare per la fatturazione elettronica in alternativa a quella cartacea.


 

INPS

Comparto difesa pensioni con sistema misto, ricalcolo dell’importo

Con la circolare numero 107 del 14 luglio 2021 l’INPS recepisce quanto stabilito dalla sentenza delle Sezioni Riunite numero 1 del 2021 che ha, di fatto, dato una lettura definitiva della disciplina in materia di pensione per il personale del comparto difesa e per alcune figure assimilate (Esercito, Marina, Aeronautica, Arma dei Carabinieri e Guardia di Finanza).

Nella pronuncia citata, la Corte dei Conti prevede un correttivo per coloro che vantano un’anzianità contributiva pari o superiore a 15 anni e inferiore a 18 anni, riconoscendo, per la determinazione della quota retributiva, l’aliquota di rendimento annua del 2,44 per cento per il numero degli anni di anzianità contributiva maturati al 31 dicembre 1995.

 

Ricongiunzioni in uscita dall’Inps alle Casse professionali

L’Inps, con il messaggio n. 2552 del 9 luglio 2021, informa che le procedure di gestione delle domande di ricongiunzione in uscita dall’Istituto verso le Casse professionali (articolo 1, comma 2, L. 45/1990) sono state aggiornate con una nuova funzionalità, che, nel calcolo degli interessi annui composti al tasso del 4,50% per il periodo successivo alla data della domanda di ricongiunzione, consente di neutralizzare i ritardi negli adempimenti istruttori imputabili alla Cassa professionale.

 

Innalzamento del massimale giornaliero della contribuzione di malattia e di maternità per i lavoratori a tempo determinato dello spettacolo

L’Inps, con il messaggio n. 2563 del 9 luglio 2021, ha comunicato che, a partire dai periodi di competenza giugno 2021, i datori di lavoro/committenti, nell’assolvimento degli adempimenti contributivi relativi all’assicurazione economica di malattia e di maternità per i lavoratori a tempo determinato o titolari di contratto di lavoro autonomo o a prestazione nello spettacolo, dovranno adeguarsi al nuovo valore del massimale giornaliero, innalzato da 67,14 a 100 euro.

 

Indennità COVID-19. Gestione delle istruttorie relative agli eventuali riesami

L’Inps, con messaggio n. 2564 del 9 luglio 2021, a seguito del completamento della prima fase di gestione centralizzata delle domande di indennità per determinate categorie di lavoratori, ex articolo 10, D.L. 41/2021, pubblica le istruzioni per la gestione delle istruttorie relative alle eventuali domande di riesame presentate dai richiedenti le cui istanze siano state respinte per non aver superato i controlli inerenti all’accertamento dei requisiti normativamente previsti.

 


MINISTERO DEL LAVORO

Comunicazione smart working - Procedura telematica semplificata – Modalità di trasmissione

Il Ministero del lavoro, con la nota n. 2548 del 14 luglio 2021, ha riconfermato che la trasmissione della comunicazione di smart working semplificato deve essere eseguita esclusivamente utilizzando l’applicativo informatico disponibile sul sito istituzionale, secondo le istruzioni tecnico-procedurali fornite. Il dicastero precisa che non sono ammesse modalità di trasmissione equipollenti all’utilizzo della piattaforma informatica e che l’invio della comunicazione a mezzo Pec non assolve l’adempimento prescritto dalla normativa vigente.

Nella nota si ricorda, infatti, che fino al 31 dicembre 2021 (articolo 11, D.L. 52/2021), le modalità di comunicazione del lavoro agile restano quelle previste dall’articolo 90, commi 3 e 4, D.L. 34/2020, utilizzando la procedura semplificata già in uso (per la quale non è necessario allegare alcun accordo con il lavoratore), che prevede esclusivamente l’uso di modulistica e applicativo informatico resi disponibili dal Ministero del lavoro.

 


ISPETTORATO NAZIONALE DEL LAVORO

Lavoratori fragili

L’INL, con nota n. 10962 del 5 luglio 2021, ha ricordato che, a decorrere dal 1° luglio 2021, non sono più in vigore le principali tutele, previste nelle diverse misure anti COVID adottate dal Governo da marzo 2020, in favore dei lavoratori c.d. fragili.

Poiché non risulta siano state emanate ulteriori disposizioni normative in materia, ai suddetti lavoratori deve ritenersi applicabile l’ordinario trattamento giuridico relativo alle assenze dal servizio nonché l’ordinaria modalità organizzativa dell’attività lavorativa.

Con particolare riferimento alla modalità di svolgimento dell’attività lavorativa, per effetto dell’articolo 11, D.L. 52/2021, è fissata la proroga al 31 luglio 2021 della disposizione normativa di cui all’articolo 83, D.L. 34/2020, recante la previsione della sorveglianza sanitaria eccezionale dei lavoratori maggiormente esposti a rischio di contagio.

 

 

INAIL

Emersione di rapporti di lavoro”. Chiarimenti

L’Inail, con circolare n. 20 del 9 luglio 2021, chiarisce che il datore di lavoro che non è titolare di codice ditta e posizione assicurativa territoriale attiva,  a seguito della procedura di emersione ex articolo 103, D.L. 34/2020, deve presentare la denuncia di iscrizione con l’apposito servizio on line. Invece, il datore di lavoro già titolare di codice ditta e posizione assicurativa territoriale deve presentare, sempre attraverso l’apposito servizio on line, la denuncia di variazione se l’attività svolta dal lavoratore oggetto della procedura di emersione non rientra tra le lavorazioni già denunciate all’Inail. Se, al contrario, l’attività del lavoratore oggetto della procedura di emersione è già assicurata a una voce di rischio presente nella posizione assicurativa territoriale del datore di lavoro, non deve essere presentata alcuna denuncia, ma le retribuzioni dei lavoratori interessati all’emersione devono essere dichiarate con l’autoliquidazione annuale dei premi.

Nella denuncia di iscrizione e nella denuncia di variazione deve essere indicata come data inizio dell’attività e data di decorrenza della variazione:

  • il 19 maggio 2020, per le istanze di emersione di un rapporto di lavoro già in essere con cittadini italiani o comunitari;
  • il giorno successivo alla data di presentazione dell’istanza di emersione, per i rapporti di lavoro già in essere con cittadini extracomunitari;
  • la data di inizio del rapporto di lavoro, per l’instaurazione di un rapporto di lavoro con cittadini extracomunitari.

Le denunce, ove il datore di lavoro non abbia già provveduto, devono essere presentate entro 30 giorni dalla pubblicazione della circolare n. 20/2021.

In caso di interruzione del rapporto di lavoro prima della conclusione della procedura di emersione, sia essa intervenuta per causa di forza maggiore o per causa diversa dalla forza maggiore, il datore di lavoro deve comunque corrispondere il premio assicurativo per il periodo intercorrente dalla data di decorrenza dell’obbligo assicurativo fino alla data in cui il lavoratore ha effettivamente prestato l’attività lavorativa.

 

 

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO

Benefici Zfu Sisma Centro Italia:  pubblicati gli elenchi dei destinatari

Il Ministero dello sviluppo economico, con il decreto del 9 luglio 2021 e pubblicato sul sito del Ministero il 12 luglio 2021, ha approvato gli elenchi (allegati 1, 2 e 3) dei possibili destinatari delle esenzioni fiscali e contributive concesse a imprese, professionisti e lavoratori autonomi che svolgono l’attività nella zona franca urbana Sisma Centro Italia (articolo 46, comma 2, Dl n. 50/2017) e che hanno presentato istanza di ammissione entro il 16 giugno. Alcuni richiedenti sono stati ammessi con riserva, quelli presenti negli allegati 2 e 3: ai primi è stata richiesta la trasmissione entro il 30 settembre della documentazione necessaria per ottenere le informazioni antimafia dalla competente Prefettura, per i secondi, specifica il Mise, sono necessari invece ulteriori approfondimenti istruttori. 

 

 

AGENZIA DELLE ENTRATE

Rafforzamento patrimoniale Pmi: istituito il codice tributo

L'Agenzia delle Entrate con risoluzione n. 46 del 12 luglio 2021, ha istituito il codice tributo “6943Consentirà l’utilizzo in compensazione, tramite modello F24, del bonus riconosciuto alle società che, in presenza di determinate condizioni, hanno deliberato e versato aumenti di capitale.

 

Zfu sisma 2016: pronto il codice tributo per la proroga delle agevolazioni

L'Agenzia delle Entrate con risoluzione n. 47 del 13 luglio 2021 istituisce il codice tributo “Z164” per consentire a imprese e professionisti localizzati nella zona franca urbana istituita a seguito degli eventi sismici del 2016 che hanno colpito i comuni delle regioni Lazio, Umbria, Marche e Abruzzo di continuare a usufruire delle esenzioni in loro favore.

 

Cambi delle valute estere: mese di giugno

Con il provvedimento  dell’Agenzia del 14 luglio 2021, vengono accertate le medie dei cambi delle valute estere per il mese di giugno 2021, calcolati a titolo indicativo dalla Banca d’Italia sulla base di quotazioni di mercato.

La certificazione di questi valori, fissati a cadenza mensile, ha rilevanza per le norme contenute nel Testo unico in materia di imposte sui redditi delle persone fisiche e delle società

 

Modalità di restituzione delle somme assoggettate a tassazione in anni precedenti

Con la circolare n. 8 del 14 luglio 2021, l’Agenzia delle entrate fornisce chiarimenti in merito all’ambito applicativo delle disposizioni che prevedono la restituzione al sostituto di somme indebitamente percepite, assoggettate a tassazione in anni precedenti. Sul punto l’articolo 150 del decreto “Rilancio” per ridurre l’insorgere di contenziosi tra i datori di lavoro e i dipendenti tenuti alla restituzione delle somme, ha introdotto nell’articolo 10 del Tuir, il comma 2-bis con il quale è stata espressamente prevista la cosiddetta modalità di restituzione “al netto” in aggiunta a quella al “lordo” della ritenuta stabilita dall’articolo 10, lettera d-bis).

La norma, precisa la circolare odierna, interviene in linea con un orientamento giurisprudenziale in base al quale la restituzione deve riguardare solo le somme “effettivamente” percepite dal contribuente ovvero quelle entrate nella concreta disponibilità del percettore.

Ai sostituti d’imposta, a cui gli importi sono resi senza le ritenute operate e versate, spetta un credito d'imposta pari al 30% dell’ammontare, utilizzabile senza limite in compensazione.

 

Credito d’imposta sanificazione

Con provvedimento del 15 luglio 2021, l' Agenzia delle entrate ha definito i criteri e le modalità di applicazione del nuovo bonus sanificazione riconosciuto per le spese relative ai mesi di giugno, luglio e agosto 2021 destinate alla bonifica degli ambienti e degli strumenti di lavoro e all’acquisto di dispositivi di protezione.

Potrà essere inviato da contribuenti e intermediari dal 4 ottobre al 4 novembre 2021 tramite l’apposito servizio web dedicato oppure attraverso i consueti canali telematici dell’Agenzia delle entrate.

 

AGENZIA DELLE ENTRATE INTERPELLO

Risposta n. 472 del 12 luglio 2021 - Contributo fondo perduto COVID-19 decreto sostegni

Una società che ha venduto dei terreni agricoli precedentemente affittati, emettendo tre fatture elettroniche fuori dal campo dell’Iva, deve considerare tali operazioni incluse nel fatturato ai fini del “sostegno” a fondo perduto Covid-19.

 

Risposta n. 475 del 15 luglio 2021 -  esenzione iva imprese sociali

il codice del terzo settore, sostituendo nel decreto Iva la parola "onlus" con la locuzione "enti del terzo settore di natura non commerciale" ha evidenziato la volontà del legislatore di escludere dal novero dei soggetti che possono beneficiare dell’esenzione Iva, ex art. 10, comma 1, n. 27-ter) Dpr n. 633/1972, tutti gli enti che hanno natura commerciale e, di conseguenza, anche le imprese sociali che, per definizione, sono enti di carattere commerciale.

 

Risposta n. 478 del 15 luglio 2021 - Demolizione e ricostruzione dell'edificio con aumento volumetrico

Gli acquirenti delle abitazioni vendute da una società che ha stipulato una convenzione urbanistica con un Comune per la demolizione e il rifacimento di un complesso abitativo, costituito da  appartamenti e posti auto, potranno usufruire del "Sisma-bonus acquisti" (articolo 16, comma 1-septies, del Dl n. 63/2013) nel caso in cui il compendio, demolito e ampliato, sorga nello stesso Comune ma in una diversa zona. La detrazione spetta nella misura del 110% del prezzo di vendita ma con il limite di euro 96mila per ciascuna unità immobiliare e, ovviamente, a condizione le vendite siano stipulate entro diciotto mesi dalla data di conclusione dei lavori e comunque entro e non oltre il 30 giugno 2022 (articolo 119, comma 4 del Dl “Rilancio”)

 

Risposta n. 479 del 15 luglio 2021 – Contratto di consulenza con corrispettivi in azioni

Una start-up che, in base a un contratto di consulenza (consultancy agreement) con una società quotata in borsa, riceve le azioni di quest’ultima come compenso al raggiungimento di determinati step di ricerca, dovrà considerare come valore fiscalmente rilevante quello normale prendendo a riferimento come esercizio di competenza quello della maturazione dei corrispettivi.

 

Risposta n. 481 del 15 luglio 2021 - Asseverazione tardiva in caso di cambio classificazione sismica da zona 4a zona 3

Il Sismabonus spetta agli acquirenti delle unità immobiliari ora ubicate in zona sismica 3, oggetto di interventi le cui procedure autorizzatorie sono iniziate dopo il 1° gennaio 2017 ma prima del 1° maggio 2019, anche se l'asseverazione non è stata presentata insieme alla richiesta del titolo abilitativo, perché a quel tempo il Comune di ubicazione era in zona 4

 

Risposta n. 482 del 15 luglio 2021 - Bonus Facciate: interventi sui parapetti dei balconi e installazione corpi illuminanti

Il “bonus facciate” spetta al contribuente per le spese sostenute per l'intervento sui parapetti dei balconi, trattandosi di elementi costitutivi del balcone stesso. Quanto, invece, all’installazione di corpi illuminanti a soffitto o a parete, in corrispondenza degli stessi balconi, al fine di dare risalto all'architettura dell'edificio anche nelle ore notturne, l’agevolazione spetta solo in presenza di motivi “tecnici”, da verificare nel caso concreto.

 

 

ISTAT

TFR – Coefficiente di rivalutazione

L’Istat ha comunicato l’indice relativo al mese di giugno che è pari a 103,80%. Il coefficiente per rivalutare le quote di trattamento di fine rapporto con riferimento al mese di giugno2021 è di 1,849707%.