Stampa questa pagina
Martedì, 20 Luglio 2021 09:15

Emersione rapporti di lavoro e obbligo assicurativo

Con la circolare n.20 del 9 luglio 2021, l'Inail fornisce chiarimenti sulle pratiche di emersione di rapporti di lavoro previste dall’articolo 103 del D.L n.34/2020. Secondo le direttive dell’Istituto, i datori di lavoro, che hanno regolarizzato, dal 1° giugno al 15 agosto 2020, rapporti di lavoro subordinato e classificati in uno dei codici Ateco indicati nell’elenco allegato al decreto interministeriale 27 maggio 2020 devono presentare le denunce di iscrizione e di variazione entro 30 giorni dalla pubblicazione della circolare. Nel documento si chiarisce che il datore di lavoro non titolare di codice ditta e posizione assicurativa territoriale attiva deve presentare la denuncia di iscrizione con l’apposito servizio online. Invece, il datore di lavoro già titolare deve presentare, sempre attraverso l’apposito servizio online, la denuncia di variazione se l’attività svolta dal lavoratore oggetto della procedura di emersione non rientra tra le lavorazioni già denunciate all’Inail. Diversamente, le retribuzioni dei lavoratori interessati all’emersione devono essere dichiarate con l’autoliquidazione annuale dei premi. Nella denuncia di iscrizione e nella denuncia di variazione - si legge - dovrà essere indicata come data di inizio dell’attività e data di decorrenza della variazione: il 19 maggio 2020, per le istanze di emersione di un rapporto di lavoro già in essere con cittadini italiani o comunitari; il giorno successivo alla data di presentazione dell’istanza di emersione, per i rapporti di lavoro già in essere con cittadini extracomunitari; la data di inizio del rapporto di lavoro, per l’instaurazione di un rapporto di lavoro con cittadini extracomunitari. In caso di interruzione del rapporto di lavoro prima della conclusione della procedura, il datore di lavoro dovrà comunque corrispondere il premio assicurativo.

Notizie correlate: Emersione rapporti irregolari: contributo forfettario - Emersione di rapporti di lavoro irregolare - Emersioni lavoro irregolare: istruzioni operative del Ministero Interno