Stampa questa pagina
Lunedì, 19 Luglio 2021 09:10

Smart working, comunicazione solo tramite applicativo

Con la nota prot. n. 2548/2021, il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ribadisce che la trasmissione della comunicazione di prestazioni di lavoro agile (smart working) nel settore privato deve avvenire esclusivamente utilizzando l'applicativo informatico istituzionale, secondo le istruzioni tecnico-procedurali già fornite dal Ministero stesso.

Il chiarimento arriva a fronte delle numerose comunicazioni pervenute a mezzo Pec da parte delle aziende. Come si legge nella nota, l’inoltro tramite posta elettronica certificata, o qualsiasi altra modalità, non rispetta la normativa vigente regolata dalla legge n. 81/2017.

Il Ministero specifica, inoltre, che la procedura semplificata già in uso sarà valida fino al 31 dicembre 2021 e non richiede di allegare alcun accordo con il lavoratore, ma solo la modulistica dedicata, in base a quanto previsto dall'art. 90, commi 3 e 4, del decreto Rilancio, convertito con L. n. 77/2020.

Notizie correlate: Smart working: cosa succederà dopo il 31 luglio? - Smart working: finita l'emergenza cosa cambia? - Rimborso spese dipendenti in smart working