Mercoledì, 14 Luglio 2021 09:37

Indennità Covid, possibile il riesame delle domande

Con il messaggio n° 2564 del 09 luglio 2021, l’Inps fornisce le istruzioni da seguire  in caso di esito negativo della richiesta di accesso all'indennità Covid prevista dal DL Sostegni per alcune tipologie di lavoratori. In allegato al messaggio, l’Istituto riporta il dettaglio delle motivazioni di reiezione dell’indennità e la documentazione integrativa da presentare per il riesame e per dimostrare il possesso dei requisiti. Il termine per l’invio, anche se non perentorio, è di 20 giorni, decorrenti dalla data di pubblicazione del messaggio (oppure dalla conoscenza della reiezione, se successiva). Trascorso tale termine, in assenza di documentazione, la domanda deve intendersi respinta. I lavoratori che devono integrare la domanda del bonus di 2.400 euro - si legge - possono procedere direttamente dall’area “Esiti” del portale, nella stessa sezione del sito Inps in cui è stata presentata la domanda “Indennità COVID-19”. In alternativa al portale è possibile utilizzare come canale per inviare la documentazione richiesta alla Struttura territoriale di competenza la casella di posta istituzionale, denominata riesamebonus600.nomesede@inps.it.

Notizie correlate: Indennità una tantum DL Sostegni incompatibili con REM 2021 - "Bonus 2400 euro” DL Sostegni entro il 31 maggio - Indennità Covid, liquidate le somme del DL Sostegni