Martedì, 06 Luglio 2021 13:08

ProfessionItaliane: "equo compenso senza distinzioni"

“Equo compenso per i professionisti da applicare indistintamente a tutte le imprese e le Pubbliche Amministrazioni”. All’indomani della ripresa dell’iter legislativo del disegno di legge AC 3179 in Commissione Giustizia della Camera, ProfessionItaliane, l’Associazione che racchiude al proprio interno le rappresentanze professionali di CUP e RPT, chiede una normativa chiara. Il principio dell’equo compenso, infatti, va esteso a tutte le realtà economiche e non limitato, come previsto dall’articolo 2 del ddl, solo alle imprese che nel triennio precedente al conferimento dell’incarico hanno occupato alle proprie dipendenze più di sessanta lavoratori o hanno presentato ricavi annui superiori a 10 milioni di euro. Soddisfatti dell’accelerazione che il Parlamento ha dato ad un tema così sentito è stata espressa dal Presidente di ProfessionItaliane, Armando Zambrano, e dalla Vicepresidente, Marina Calderone, che hanno rimarcato al Parlamento la necessità e l'urgenza di un quadro di riferimento legislativo inequivocabile.

Leggi il comunicato stampa

Rassegna web: ansa.it - casaeclima.com - edilportale.com - eutekne.info - lavoripubblici.it - passionedesign.it - guidaedilizia.it - mondoprofessionisti.it - dabster.it - corriere.it

Notizie correlate: Il Cup in audizione alla Camera sull’equo compenso - Equo compenso ai professionisti, il pensiero del neo Ministro Orlando - Calderone: inaccettabile avviso MISE su prestazioni gratuite