Mercoledì, 30 Giugno 2021 14:23

Il Quadro RR per artigiani, commercianti e autonomi

Come compilare il Quadro RR del modello “Redditi 2021-PF”, rateizzare la contribuzione dovuta e compensare eventuali crediti. Su questi aspetti si sofferma la circolare Inps del 21 giugno 2021 n. 88 dedicata ai soggetti iscritti alle gestioni previdenziali degli artigiani e degli esercenti attività commerciali e ai lavoratori autonomi iscritti alla Gestione separata Inps.

All’interno del provvedimento si ricorda che saldo 2020 e primo acconto 2021 dei contributi si versano entro il 30 giugno 2021 ovvero entro il 30 luglio 2021 con l’applicazione di una maggiorazione pari allo 0,40%. Entro il 30 novembre 2021 va versato il secondo acconto 2021.
La maggiorazione, si legge nella circolare, va versata separatamente dai contributi utilizzando le causali:

  • “API” (artigiani) e la codeline INPS utilizzata per il versamento del relativo contributo;
  • “CPI” (commercianti) e la codeline INPS utilizzata per il versamento del relativo contributo;
  • “DPPI” nel caso dei liberi professionisti.

I contributi dovuti sulla quota di reddito eccedente il minimale imponibile sono rateizzabili per commercianti e artigiani (che pagano in quattro rate un contributo minimo obbligatorio) mentre per i liberi professionisti la rateizzazione è possibile sia sul contributo a saldo 2020 che sul primo acconto 2021. In ogni caso il pagamento delle rateizzazioni va concluso entro il 30 novembre 2021.

Notizie correlate: Il 29° Forum Lavoro/Fiscale in replica il 25 giugno - Artigiani e commercianti: confermata proroga contributi al 20 agosto - Esonero contributivo al posto della Cig