Stampa questa pagina
Mercoledì, 05 Maggio 2021 15:45

Riaperti i termini per istanze CIG e SR41

Approvato dalle Commissioni congiunte Bilancio e Finanze del Senato un emendamento alla conversione in legge del decreto legge n.41/2021, che differisce al 30 giugno 2021 i termini di decadenza per l'invio delle domande di accesso ai trattamenti di integrazione salariale collegati all'emergenza COVID-19 e i termini di trasmissione dei dati necessari per il pagamento o per il saldo degli stessi, scaduti nel periodo dal 1° gennaio 2021 al 31 marzo 2021. Trova risposta, quindi, la richiesta effettuata dal Consiglio Nazionale dell'Ordine dei Consulenti del Lavoro, che più volte aveva fatto presente le criticità segnalate dagli iscritti legate all’accavallarsi delle normative e alle difficoltà interpretative intervenute nei mesi scorsi; così come il vuoto di tutele per tutti i lavoratori assunti a decorrere dal 5 gennaio 2021, evidenziato dalla Fondazione Studi Consulenti del Lavoro nell'approfondimento del 6 aprile scorso, a cui si chiedeva di porre rimedio con la conversione in legge del provvedimento.

Notizie correlate: Debutta il flusso UniEmens-Cig - La gestione del lavoratore in CIG - La CIG nel DL Sostegni fra nuovi termini e vuoto di tutele