Lunedì, 08 Marzo 2021 15:00

DL Sostegno, aiuti ai professionisti più concreti

La previsione di introdurre nel decreto Sostegno, che il Governo si appresta a varare, contributi a fondo perduto per i liberi professionisti ordinistici e le partite Iva "sarebbe il coronamento delle nostre attività di interlocuzione istituzionale". Così, in un articolo pubblicato il 5 marzo 2021 sul Corriere.it la Presidente del Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Consulenti del lavoro e del Comitato Unitario Professioni, Marina Calderone, spiegando che sin dall’inizio della pandemia sono state evidenziate al decisore politico "le difficoltà finanziarie in cui versavano (e versano) gli studi dei professionisti”. I contributi ora potrebbero essere articolati in quattro fasce di indennizzo, superando il sistema dei codici Ateco e introducendo come unico requisito quello del calo del fatturato del 33% nel 2020 rispetto al 2019 così da favorire una erogazione più rapida ed entro il 30 aprile. “Un metodo più oggettivo e più aderente alla realtà che abbiamo vissuto in questi lunghi mesi", ha sottolineato la Presidente. Tra le altre novità che potrebbero essere incluse nel decreto, anche gli interventi sul riconoscimento della malattia ai professionisti contagiati e il congedo parentale per gli autonomi.

Notizie correlate: CNO in audizione al Senato su PNRR - Partite Iva, senza welfare e tutele - Dall'ISCRO al sostegno ai professionisti ordinistici