Giovedì, 11 Giugno 2020 17:02

Dai CdL veneti un aiuto concreto all'ospedale di Borgo Trento

Un ecografo portatile di ultima generazione donato al reparto di terapia intensiva dell'Ospedale veronese di Borgo Trento dalla Consulta degli Ordini dei Consulenti del Lavoro del Veneto. Promotori della raccolta fondi, che ha coinvolto circa 2.000 iscritti con cui sono stati messi insieme oltre 10.000 euro,Lorenzo Sartori e Stefano Dalla Mutta, rispettivamente Presidenti dei Consulenti del Lavoro di Verona e di Padova, e Vincenzo Megali, Presidente dei Consulenti del Lavoro di Belluno e Coordinatore della Consulta Regionale. "La volontà - spiegano su 'L'Arena' del 10 giugno - era sostenere una struttura ospedaliera veneta impegnata nella gestione dell'epidemia. La scelta è caduta su Verona, la provincia più colpita, dove il personale medico e paramedico ha fatto di tutto, e oltre, per fronteggiare la situazione". E i Consulenti del Lavoro sono da sempre in prima linea per assistere imprese e famiglie perchè non bisogna dimenticare che "oltre alla crisi sanitaria, il Sars-Cov-2 ha innescato una grave crisi nel mercato del lavoro" e che "l'impatto delle azioni di contenimento dei contagi è sotto gli occhi di tutti" con aziende che sono state chiuse per decreto, ammortizzatori sociali esauriti e licenziamenti sospesi fino a metà agosto.

Rassegna stampa: La Cronaca di Verona e del Veneto del 12.06.2020

Rassegna web: cronacadiverona.com

Notizie correlate: Consulenti del Lavoro del Veneto vicini agli operatori sanitari della Regione - L'iniziativa di solidarietà dei Consulenti del Lavoro bolognesi - CdL del Piemonte a sostegno degli ospedali piemontesi - Covid-19: la raccolta fondi dei Consulenti del Lavoro di Campobasso