Lunedì, 06 Luglio 2020 11:01

Credito d’imposta per canoni di locazione ad uso non abitativo

Tra gli interventi legislativi relativi al sostegno degli operatori economici per fronteggiare la crisi scaturita dall’emergenza sanitaria da COVID-19, particolare interesse riveste l’aiuto sotto forma di credito di imposta, compensabile o cedibile, messo a disposizione di imprenditori e professionisti per contribuire al pagamento dei canoni di locazione degli immobili destinati alle attività produttive o professionali. Nello specifico, si tratta di un credito del 60% o del 30% in caso di contratti di affitto d’azienda, dei canoni pagati relativi ai mesi di marzo, aprile e maggio e, per le strutture turistiche ricettive con attività solo stagionali, con riferimento ai mesi di aprile, maggio e giugno.

Con la circolare n. 19 del 2020 denominata "Decreto Rilancio: Credito d’imposta per canoni di locazione ad uso non abitativo", la Fondazione Studi Consulenti del Lavoro esamina la norma che disciplina la materia, l'articolo 28 del D.L. n. 34/2020, e le indicazioni operative che l’Agenzia delle Entrate ha conseguentemente emanato in riferimento allo stessa. Infine, in calce al documento, una pratica e utile tabella di sintesi delle diverse disposizioni.

Leggi la circolare e scarica il foglio di calcolo

Notizie correlate: AE, online il vademecum sul Decreto Rilancio - Decreto Rilancio: le misure di sostegno a persone e imprese - Eco e sisma bonus anche per immobili non strumentaliBonus Irpef 2020: istituti codici tributo

0
0
0
s2smodern