Mercoledì, 17 Giugno 2020 13:10

Lavoro stagionale e bonus: perché serve una norma

Tra le diverse criticità createsi con il lockdown e la conseguente crisi economica c’è quella dei lavoratori stagionali, che per una serie di incongruenze normative si sono ritrovati senza alcun sussidio con cui mantenere se stessi e le loro famiglie. Gli esperti della Fondazione Studi Consulenti del Lavoro, con l’approfondimento del 17 giugno 2020, “Lavoro stagionale e bonus: perché serve una norma”, compiono un esaustivo e utile excursus normativo e definitorio delle attività stagionali e del tipo di inquadramento a cui sono soggette, che rende chiaro il perché sarebbero necessarie regole chiare e definite. Questo al fine di evitare i problemi derivati, per la specifica categoria di impiegati del turismo e spesso anche del terziario in genere, dagli ultimi decreti legge 18 e 34 del 2020, cosiddetti rispettivamente “Cura Italia” e “Rilancio”.

Leggi l’approfondimento

Rassegna stampa: eutekne.info - ildubbio.news - ilsannioquotidiano.it - ipsoa.it - it.notizie.yahoo.com - laleggepertutti.it - lavocedinovara.com - latinaoggi.eu - money.it - notizie.it - oggitreviso.it - olbianotizie.it - sassarinotizie.com - today.it - traderlink.it - twnews.it - ilterziario.info - nuovarassegna.it -  ateneoweb.com 

Notizie correlate: Liquidità al contagocce e bonus stagionali- Bonus 600 euro anche agli stagionali - MLPS: online la brochure sul decreto "Rilancio"

 

0
0
0
s2smodern