Mercoledì, 04 Maggio 2016 15:16

Licenziamento disciplinare: si può recedere dal rapporto subito dopo la giustifica

La Corte di Cassazione è intervenuta sulla disposizione contenuta all'art. 7, comma 5, dello Statuto dei Lavoratori che fissa in 5 giorni il termine per adottare una sanzione disciplinare a danno del lavoratore, in modo da impedire che la stessa venga proposta senza che l’incolpato abbia avuto la possibilità e il tempo per presentare la documentazione necessaria a giustificarsi.

Eppure, secondo quanto stabilito dalla Corte Suprema con la sentenza del 22 aprile 2016, n. 8180, nell’ambito di un procedimento disciplinare, se il lavoratore si giustifica prima che scadano i 5 giorni previsti dall’art. 7 dello Statuto, il datore è autorizzato a licenziare immediatamente anche senza attendere il termine della scadenza. L'approfondimento giurisprudenziale della Fondazione Studi illustra la sentenza e la questione relativa al termine massimo entro il quale il datore è obbligato ad effettuare il licenziamento.

Notizie correlate: Reato accedre all'email del dipendente protetta da password - Il datore non risponde per condotta imprevedibilmente colposa del lavoratore

Rassegna web: adnkronos.com - affaritaliani.it - iltempo.it - liberoquotidiano.it - italreport.it - lavorofisco.it - ilmeteo.it

 

-->